Home ATTUALITÀ Sant’Andrea: resta chiusa la strada di collegamento Grottarossa Cassia Bis

Sant’Andrea: resta chiusa la strada di collegamento Grottarossa Cassia Bis

Un nulla di fatto è l’esito della riunione presso la Prefettura. Continua il braccio di ferro tra l’Ospedale Sant’Andrea, il XX Municipio ed il Comune di Roma. La strada per ora resta chiusa, fatto salva la possibilità, pagando 1,20 euro, di attraversare il parcheggio. Un vero e proprio balzello indiretto.
VignaClaraBlog.it ha raggiunto Gianni Giacomini, presidente del XX Municipio,  all’uscita della Prefettura. Scuro in volto, ci relaziona sulla riunione alla quale erano presenti, oltre alla dirigenza dell’Ospedale, anche Sergio Marchi, assessore alla mobilità del Comune di Roma, Luca Malcotti, assessore alle infrastrutture della Regione Lazio, Luigi Ciminelli, direttore del XX Municipio, Marco Petrelli, consigliere municipale, e diversi rappresentanti del competente dipartimento del Comune.

La posizione espressa dal Sant’Andrea è stata lapidaria: la strada non esiste, non è nel piano regolatore, non è nella planimetria del Comune, dunque è e rimane ad esclusivo servizio dell’ospedale.

A nulla sono valse, nel corso dell’incontro, le rinnovate richieste di un’apertura temporanea in attesa di una soluzione e non è neppure servito al Presidente Giacomini ricordare le mani tese: dalla linea bus portata in poco tempo all’Ospedale, che prima di allora era un cattedrale nel deserto, al presidio dei Vigili Urbani subito fornito da parte di Giuseppe Bracci, neo comandante del XX Gruppo di Polizia Municipale, dalla disponibilità a prendere in manutenzione la strada alla possibilità che venga acquisita a patrimonio del Comune.

Sul tavolo neutro della Prefettura il pallino è ora scivolato nelle mani della Regione Lazio e del Comune di Roma, a loro spetta trovare una soluzione ed infatti pare che già nei prossimi giorni ci sarà un sopralluogo congiunto di tecnici dei due enti.

Nel frattempo si fa strada l’ipotesi di un nuovo svincolo sul GRA che scendendo su via Quarto Peperino consenta poi di raggiungere via Grottarossa. La proposta è partita dal Presidente Giacomini , sarà messa subito al vaglio ma i tempi di realizzazione sono facilmente ipotizzabili e non certo incoraggianti.

L’ostinazione del Direttore Generale del Sant’Andrea, Vitaliano De Salazar, su una strada oggi diventata fantasma ma fino al 15 novembre utilizzata da circa 10mila auto al giorno, sta mettendo in ginocchio la viabilità del quadrante Roma Nord, senza contare l’adrenalina dei 10mila automobilisti, centinaia dei quali, pur di usare questa strada senza nome, non esitano ogni giorno a pagare il parcheggio per attraversarlo ed uscire dall’altro lato.

Un balzello di 1,20 euro che se fosse destinato alla ricerca medica od alla solidarietà verrebbe pagato pure col sorriso sulle labbra.
Ma sapendo che così non è il fatto fa infuriare le migliaia di cittadini che, per colpa di braccio di ferro che forse ha radici ben più lontane dalla stradina in questione, stanno subendo una pesante vessazione che incide non poco sui tempi di percorrenza del loro tragitto, sui tempi di inscatolamento dentro le automobili, sulla maggiore lunghezza dei loro percorsi, in poche parole su quella che viene comunemente definita qualità della vita.

Edoardo Cafasso

per leggere tutti i nostri precedenti articoli sul tema clicca qui

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma
Visita la nostra pagina di Facebook

54 COMMENTI

  1. Niente!
    Mi sa che sotto le feste e con l’abitudine… tutto passa soto silenzio!
    Speriamo che a Gennaio ci si risvegli combattivi!

  2. Stanotte ignoti hanno scassinato la macchinetta per il pagamento del parcheggio dell’Ospedale Sant’andrea dall aparte di Via Grottarossa, all’entrata mi hanno riferito che oltre al bottino hanno fatto 40.000€ di danni.
    Qualche pendolare esausto?

  3. Non credo… noi e i pendolari siamo gente per bene.
    Certo l’esasperazione a cui ci portano a volte ti fa venir voglia di rompere tutto, ma la civiltà prevale

    Tuttavia chi ha rubato sicuramente lo ha fatto perchè sapeva di trovare tanti soldi… quelli che in maniera dico solo “furbesca” il Sant’Andrea ci sta spillando!

    Vorrei tenere il conto… chissà se alla fine non gli conveniva costruire una nuova strada…

  4. ben venga questo saccheggio e spero che gliela spacchino tutti i giorni visto che tengono chiuso solo perchè hanno capito che è un business.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome