Home ARTE E CULTURA Auditorium: martedì 5 ottobre Anna Bonaiuto legge “Il Processo” di Kafka

Auditorium: martedì 5 ottobre Anna Bonaiuto legge “Il Processo” di Kafka

Martedì 5 ottobre alle ore 21 il Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica ospiterà il primo appuntamento di “Vi Racconto un Romanzo”: l’attrice Anna Bonaiuto leggerà “Il Processo” di Franz Kafka, storia surreale di un accusa, di un arresto e di un processo.

Si articolerà in otto appuntamenti, dedicati ad altrettanti capolavori narrativi del novecento europeo, “Vi Racconto un Romanzo“, la rassegna curata da Valerio Magrelli che si svolgerà all’Auditorium fino al 9 maggio 2011 (il resto del calendario è ancora da definire) e il cui primo evento è costituito, appunto, dalla lettura de “Il Processo” di Kafka.

Sul palco, preceduta dall’introduzione dello scrittore e storico Marino Freschi, ci sarà la bravissima Anna Bonaiuto, attrice teatrale e cinematografica, l’intensa interprete dei film di Mario Martone, Morte di un Matematico Napoletano (1992), L’Amore Molesto (1995) e Teatro di Guerra (1998), la splendida moglie del poeta Neruda (Philippe Noiret) ne Il Postino di Michael Radford (1994) e la strepitosa consorte di Giulio Andreotti (Toni Servillo) nel Il Divo di Paolo Sorrentino (2008).

La Bonaiuto leggerà Il Processo di Franz Kafka, il più kafkiano – se ci consentite il gioco di parole – dei romanzi dello scrittore nato a Praga nel 1883. Infatti, più che in altri, proprio in quest’opera (incompiuta e pubblicata per la prima volta nel 1925, un anno dopo la morte del suo autore) compaiono, in modo angosciante e sinistro, quelle situazioni assurde e paradossali alle quali il nome dello scrittore ceco viene comunemente associato. L’inesorabile ingranaggio di una burocrazia cieca ed impietosa stritola tutti gli esseri umani e li “spersonalizza”: così il protagonista, Josef K., viene accusato, arrestato e processato per motivi che restano misteriosi ed inafferrabili. Queste tematiche e queste atmosfere ricorreranno successivamente nell’opera di molti autori: nel cinema ricordiamo il bellissimo, visionario ed opprimente Brazil di Terry Gilliam (1985).

Con l’occasione, porgiamo i nostri migliori auguri ad Arnoldo Foà, che la Bonaiuto sostituisce in questa occasione e che, a causa di una recente indisposizione, ha dovuto rinunciare a questo evento.

Giovanni Berti

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome