Home ARTE E CULTURA Synchronicity, copertine d’autore all’Auditorium

Synchronicity, copertine d’autore all’Auditorium

vinile.jpgPrende il via questa sera all’Auditorium la mostra ‘Synchronicity. Record Covers by Artists’ a cura di Raffaella Perna. Attraverso una selezione di oltre 100 dischi in vinile, a 33 e 45 giri, provenienti dalla collezione Stefano Dello Schiavo, l’esposizioneripercorre cronologicamente la storia delle copertine realizzate da artisti, coprendo un arco temporale che va dall’inizio degli anni ’50 ad oggi.

Contrariamente ai «dischi d’artista», stampati in tirature limitate e distribuiti in luoghi deputati all’arte, come musei o gallerie private, le cover ideate da artisti su commissione di musicisti e case discografiche, sono riprodotte in migliaia, a volte milioni di copie, pensate come mezzo per promuovere su vasta scala ricerche fortemente sperimentali altrimenti condannate a una ricezione elitaria.

Grande attenzione è posta al contesto italiano: un nucleo inedito di copertine di Bruno Munari e Luigi Veronesi è affiancato agli storici album di Joseph Albers. Tra gli artisti italiani anche Vedova, Perilli, Schifano, Pistoletto, Mambor, Clemente, Paladino, Echaurren. Oltre alle grafiche surrealiste di Salvador Dalì e Joan Mirò, grande rilievo è dato alle copertine dei protagonisti del New Dada e della Pop Art inglese e americana: da Peter Blake a Richard Hamilton, da Roy Lichtenstein a Jim Dine, da Robert Rauschenberg a Andy Warhol cui si aggiungono cover dell’artista e performer Fluxus Yoko Ono o quelle di area concettuale di Ed Ruscha e Sol LeWitt.

La mostra è aperta fino al 30 luglio. L’ingresso libero è libero tutti i giorni dalle 17 alle 21. Sabato, domenica e festivi dalle 11 alle 21

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome