Home ARTE E CULTURA Teatro Olimpico – tutti gli spettacoli della stagione 2010-2011

Teatro Olimpico – tutti gli spettacoli della stagione 2010-2011

teatro.jpgNella splendida sede dell’Associazione Civita, dotata di terrazza con vista mozzafiato sull’altare della patria e sui fori, venerdì scorso si è svolta la conferenza stampa di presentazione della stagione 2010 – 2011 del Teatro Olimpico, per affluenza di pubblico il secondo palcoscenico della capitale e il settimo a livello nazionale. La programmazione, svariando dalla danza alla musica, dalla commedia d’autore al cabaret, si caratterizza per ricchezza e varietà.

Con alle spalle oltre settant’anni di storia e avendo ospitato nel corso del tempo le performances di grandi nomi del calibro di Dario Fo, Giorgio Gaber, Mikhail Baryshnikov e Gigi Proietti, per ricordarne alcuni, il Teatro Olimpico, con un patrimonio di oltre 140.000 spettatori nella scorsa stagione, mantiene e conferma il suo carattere di contenitore culturale, essendo un tassello fondamentale del sistema multiculturale (musica, arte, spettacolo) che pulsa tra il quartiere Flaminio ed il Villaggio Olimpico e che comprende, oltre allo storico teatro di piazza Gentile da Fabriano, il Maxxi, il Museo delle Arti del XXI secolo che sta avendo un successo strepitoso, e l’Auditorium Parco della Musica, “sceltissimo” dai romani (e non) per la qualità e la molteplicità delle sue proposte. Senza dimenticare che in zona sono presenti anche lo stadio Flaminio e il palazzetto dello sport, c’è da considerare, poi, che l’apertura del Ponte della Musica, prevista per l’inizio del prossimo anno, unirà il quartiere Flaminio al complesso del Foro Italico, rendendo il Teatro Olimpico il crocevia e il fulcro di un percorso culturale e sportivo che in un fazzoletto di territorio ha moltissimo da offrire alla sensibilità, all’arricchimento e allo svago di tutti.

Il nuovo cartellone del Teatro Olimpico, presentato dall’amministratore delegato e direttore artistico Lucia Bocca Montefoschi con il contributo, in video e in carne e ossa, degli artisti che lo animeranno, si snoderà da settembre 2010 fino a maggio 2011. Vediamo quali sono gli spettacoli in programma.

olimpico.JPG

Si comincia il 26 settembre con la ventesima edizione del Festival della Canzone Romana (fuori abbonamento), che vedrà avvicendarsi sul palco interpreti famosi e nuove leve e che offrirà un’antologia del repertorio musicale cantato nel dialetto de noantri. L’ospite d’onore sarà Lando Fiorini.

Dal 12 al 24 ottobre sarà di scena Biagio Izzo con Un tè per tre, una commedia farsesca nella quale il protagonista ricoprirà due ruoli, due gemelli che non sanno nulla l’uno dell’altro. Ricco di personaggi, che fingono di essere quello che non sono o che vorrebbero non essere quello che sono, che sono avidi di denaro o che vorrebbero escogitare il modo di risparmiarne il più possibile, questo spettacolo promette di offrire ritmo elevato, situazioni comiche e battute fulminanti traendo la propria forza da un meccanismo frenetico fatto di continue entrate e uscite dalla scena, equivoci e travestimenti.

Dal 26 al 31 ottobre vedremo sul palco Ale & Franz, il lanciatissimo duo comico che si fece conoscere ed apprezzare a partire dal 2002 con la partecipazione alla trasmissione televisiva Zelig. La coppia, ormai affermata grazie anche al programma Buona la Prima, nel quale recitavano a soggetto su suggerimenti estemporanei dei vari ospiti, presenterà al pubblico romano lo spettacolo Aria Precaria, dieci incontri tra due uomini che avvengono in altrettanti, differenti, contesti e che sono raccontati attraverso lo specchio deformante (e, per sua natura, evidenziante) della comicità surreale.

Dal 2 al 7 novembre sarà la volta del Ballet Argentino e della prima ballerina Eleonora Cassano, che, attraverso le cinque scene di Tango de Burdel, Salón y Calle, ripercorreranno la storia del tango dalla sua nascita, avvenuta sul Rio della Plata 150 anni fa, passando per il suo declino e giungendo fino al suo trionfale ritorno negli anni Settanta. La colonna sonora sarà eseguita dal vivo dall’orchestra China Cruel e cantata dall’interprete argentina Karina Levine.

Dal 9 al 17 novembre tornerà Stomp, lo spettacolo – senza trama, senza personaggi e senza parole – che mette in scena il suono del nostro tempo, traducendo in una sinfonia moderna i rumori e le sonorità della civiltà metropolitana. Gli eccezionali ballerini – attori – acrobati – percussionisti daranno voce agli oggetti più disparati e più comuni della vita quotidiana, come i bidoni della spazzatura, i lavandini e gli spazzoloni, in un avanguardistico delirio artistico venato di ironia.

Dal 30 novembre al 5 dicembre, le accattivanti atmosfere del burlesque e della vita notturna prenderanno corpo in La Dolce Diva – Burlesque Show, lo spettacolo (fuori abbonamento) ambientato nel 1958 in un fantomatico club di Via Veneto e del quale sono protagonisti Greg, al secolo Claudio Gregori, qui in veste di attore, cantante e coautore, e Miss Dirty Martini, la “felliniana” artista di burlesque newyorkese. In scena ci saranno anche altre due spogliarelliste, una band di sedici musicisti e un corpo di ballo. Una particolarità: coloro che tra il pubblico rispetteranno un determinato dresscode vintage, avranno cioè un abbigliamento in sintonia con l’ambientazione dello spettacolo, saranno invitati al centro del palco e potranno interagire con gli attori (“e vedere più da vicino le spogliarelliste“, come ha aggiunto lo stesso Greg nella conferenza stampa).

Dal 7 al 12 dicembre sarà ancora la danza a farla da padrona: arriverà infatti sul palco del Teatro Olimpico lo spettacolo di Rasta Thomas intitolato Rock The Ballett, una fusione di balletto classico, musical, hip-hop, ritmica e danza contemporanea, un evento nel quale i Bad Boys of Dance mostreranno il loro talento sulle note di brani celebri firmati dagli U2, Michael Jackson, Prince, Coldplay e molti altri ancora.

img_8939_61.jpg

Dal 14 dicembre al 26 gennaio ci saranno molte possibilità per assistere ad una delle proposte di punta, la nuova commedia scritta, diretta ed interpretata da Vincenzo Salemme, affiancato dalla conturbante Benedetta Valanzano. La vicenda narrata ne L’Astice al Veleno nasce e finisce nella giornata del 23 dicembre ed è la storia dell’incontro tra Gustavo, pony express che consegna doni vestito da Babbo Natale, e Barbara, attrice sexy e sognatrice, infelicemente impelagata in una relazione con il regista diversamente ammogliato. Lo stesso Salemme, in conferenza stampa, ha evidenziato il carattere brillante e romantico della sua ultima fatica che, ha aggiunto scherzosamente, “abbiamo importato dall’estero, direttamente da Napoli”. Il ritmo delle battute, garantisce Salemme, sarà ammorbidito da una decina di pezzi inediti cantati dai personaggi.

astice-al-veleno1.jpg

Fuori abbonamento, si svolgerà dal 27 gennaio al 6 Febbraio l’ottava edizione del Festival della Magia. Forte di un cast di artisti, prestigiatori ed illusionisti provenienti da tutte le parti del mondo, Supermagic 2011 – Infinito promette di trasportare gli spettatori in una dimensione dove tutto è possibile e dove tutto è relativo, senza che vengano messi in secondo piano il divertimento e lo spettacolo.

Dall’1 al 6 marzo si potrà assistere ad una delle proposte più innovative della stagione: I Live You porterà in scena l’interazione tra uomo, immagine e suono, utilizzando la tecnologia più avanzata. Il trio multimediale dei Coloro, provenienti dalla Svizzera, realizzerà la fusione tra uomo ed immagine creando una miscela tra videoarte, giocoleria ed abili acrobazie, mentre i sette ballerini dei Modulo Project danzeranno la fusione tra uomo e suono. La regia è curata da Romano Marini Dettina.

Fuori abbonamento, dall’8 al 20 marzo torneranno, dopo le 26 repliche sold-out della scorsa stagione, i Momix con Bothanica, l’ultima creazione di Moses Pendleton dedicata alla natura ed ispirata al ciclo delle Quattro Stagioni di Vivaldi. Lo spettacolo è articolato in due parti: Winter Spring (“inverno – primavera”, ma anche “lo slancio dell’inverno) e Summer Fall (“estate – autunno”, ma anche “la caduta dell’estate”) e contempla coreografie elaborate e dinamiche che si sviluppano su una molteplicità di fonti sonore.

bothanica-071.jpg

Ancora la danza sarà protagonista dal 25 al 27 marzo con i quindici govani ballerini dell’American Ballett Theatre II. Lo spettacolo, che contemplerà soprattutto coreografie di stampo classico nel solco della tradizione del balletto americano, è inserito nel Festival Internazionale della Danza in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana.

Dal 29 marzo al 10 aprile, dopo il grande successo di Inferno, torneranno i danzatori acrobati di Emiliano Pellisari. Il nuovo spettacolo, intitolato Cantica II,  Divina Commedia – Purgatorio, rappresenterà l’ascesa spirituale dell’uomo, conducendo gli spettatori in un fantastico mondo medievale costruito attraverso quadri allegorici e scandito da sonorità classiche e contemporanee. Anche questo evento è inserito nel Festival Internazionale della Danza in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana.

Gran finale, dal 13 aprile al 22 maggio, con il musical Flashdance! (solo la passione cambierà la tua vita). Trasposizione teatrale del famosissimo ed omonimo film del 1983, questo musical racconterà la storia di Alex, di giorno operaia in una fabbrica e di notte ballerina di lap dance. Il suo sogno? Conquistarsi un posto presso la prestigiosa Accademia di Danza Shipley. Canzoni famose ed accattivanti, voglia di sfondare, determinazione e sogni, coreografie mozzafiato: gli ingredienti per uno straordinario successo di critica e di pubblico ci sono tutti. Staremo a vedere.

 Un’offerta ricca e varia quella del Teatro Olimpico, come avete avuto modo di vedere. Con la formula 3 spettacoli fissi (Salemme, Purgatorio e Flashdance!) più 2 a scelta, è già possibile acquistare gli abbonamenti, anche attraverso il sito internet http://www.teatroolimpico.it/, completamente rinnovato nella grafica e (ovviamente) nei contenuti.

Giovanni Berti

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome