Home ATTUALITÀ XX Municipio: il mistero del frigo-bar

XX Municipio: il mistero del frigo-bar

frigobar.jpgNella seduta di Consiglio del 7 Maggio, un’atipica question-time presentata dal Consigliere Andrea Antonini (CPI) al Presidente del Municipio, Gianni Giacomini, tentava di svelare il fine di una misteriosa consegna avvenuta in via Flaminia 872 della quale lo stesso Antonini era stato testimone: un frigo-bar.

“Nel mese di aprile 2010 e’ stato consegnato presso la sede del XX Municipio un mobile frigo-bar. Il sottoscritto casualmente ha assistito allo scarico del mobile da parte di un corriere il quale, alla richiesta sulla destinazione dello stesso, si è rifiutato di far visionare la bolla di consegna”.
Così, più o meno, recitava l’incipit dell’interrogazione nella quale Antonini sottolineava lo stato di preoccupante crisi delle casse comunali con la conseguente incapacità di quelle del XX Municipio di soddisfare tutte le primarie necessita’ e le richieste degli uffici municipali, degli asili nido e dei centri anziani. In tal senso quindi Antonini chiedeva al Presidente Giacomini di fargli sapere quale ufficio avesse effettuato l’acquisto di un frigo-bar e soprattutto a fronte di quale necessità “essenziale ed indispensabile”, il costo del mobile e quand’anche se lo stesso fosse stato esiguo, se non fosse stato piu’ opportuno ed adeguato acquistare per lo stesso importo un computer, strumento sicuramente più consono alle esigenze operative di un Municipio.

La risposta del Presidente è giunta nella seduta di ieri, 17 Maggio, tramite la lettura di una nota dell’Ufficio Economato indirizzata allo stesso Giacomini la quale più o meno suonava così: “questo Ufficio non ha mai ordinato, acquistato o pagato un frigo-bar”. Dunque il frigo-bar non esiste.

“Eppure l’ho visto con i miei occhi” è stata la replica di Antonini, “è entrato nella sede e poi si è volatizzato? Da qualche parte, in qualche stanza dovrà pur essere, tutti i beni materiali di cui il Municipio entra in possesso, fosse pure a titolo gratuito, fosse pure per un regalo di un fornitore, devono essere inventariati e localizzati” ha sottolineato ricordando le precise procedure dettate dal Regolamento Comunale.

Il Presidente Giacomini, incalzato da Antonini, ha promesso un supplemento d’indagine. Resta quindi ancora fitto il mistero: chi ha ordinato e dov’è il frigo-bar?  (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Chissà che fine avrà fatto il frigo bar, chissà!

    d’altronde con l’estate alle porte,vuoi mettere che comodità avere le tue bibite fresche in ufficio piuttosto che uscire ed andare al bar con 40 gradi?

    prima la gente che gli comprano casa a sua inaputa, ora verremo a scoprire che anche i frigo-bar vengono comprati all’insaputa, scommettete?

  2. vi racconto una storiella di fantasia (forse).
    in porta carraia arriva un pacco con apparati elettronici senza una precisa indicazione di consegna. Di chi sarà, di chi non sarà, ma chi lo ha ordinato, ma dov’è la richiesta d’acquisto. Mistero. Per un po’ ‘sto pacco non trova padrone, rimane sullo scaffale delle mancate consegne. Ce ne dimentichiamo tutti, poi qualcuno nota che il collo sullo scaffale non c’è più: secondo mistero, che fine ha fatto? Chi ha firmato il buono di consegna? Da bravo caporeparto non mi faccio gli affari miei ed indago, aiutato da altri colleghi, ma il mistero rimane, sparito tutto, collo, documento di trasporto, fattura, documenti contabili, sparito, mai esistito!
    A volte succede!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome