Home ATTUALITÀ XX Municipio – Gruppo PD: Cassia Antica riaperta, bene, ma il Consiglio...

XX Municipio – Gruppo PD: Cassia Antica riaperta, bene, ma il Consiglio non ne sapeva nulla

“Cassia Antica riaperta a breve, bene. Ma i Consiglieri del Municipio non ne sapevano nulla.” Lo dichiara il Gruppo PD del XX Municipio che ricorda che “così come era già successo l’anno scorso per la novità ‘Ponte Milvio isola pedonale’ anche quest’anno la Presidenza di questo Municipio prende importanti decisioni di viabilità senza che nè Consiglio nè commissioni ne siano quanto meno informate. Rispetto istituzionale e personale nei confronti dei Consiglieri a quanto pare risultano assenti in XX Municipio.”

“Siamo assolutamente contenti che la Cassia Antica venga finalmente riaperta, seppur in via sperimentale per permettere uno studio della viabilità – continuano i consiglier PD – siamo però francamente dispiaciuti che per provare a risolvere e semplificare la viabilità per i residenti della Cassia si paralizzi quella di Cortina d’Ampezzo e Via dell’Acqua Traversa. Il Partito Democratico è sempre stato a fianco dei cittadini nel chiedere a gran voce la riapertura di Via Cassia Antica, ma la nostra richiesta è sempre stata parallela alla messa in sicurezza di tale tratto e nell’idea di messa in sicurezza è compresa sia la pericolosità della doppia curva a scendere che proprio il problema di incroci presenti all’intersezione tra Via Cortina d’Ampezzo e Via Cassia.”

“Chi ha stabilito la nuova disciplina di traffico? Sarà quella definitiva se la sperimentazione darà esiti positivi? – si domandano – perchè non si è pensato a risolvere la criticità degli incroci con una rotatoria, che riteniamo sia utile anche all’incrocio tra Via Pareto e Via Cassia, o con un semaforo che possa regolare il traffico? C’è il rischio, inoltre, che questa nuova viabilità possa falsare l’analisi dei flussi di traffico e portare il Comune a dare parere negativo allo studio stesso e quindi alla definitiva riapertura.”

“Ci sarebbe piaciuto – concludono – in qualità di Consiglieri eletti del XX Municipio, poter contribuire a trovare la soluzione migliore per il XX Municipio”.

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. Effettivamente, la preoccupazione è che chi è stato da sempre contrario alla riapertura, adesso esulti per una riapertura affrettata, senza una regolamentazione con magari più di una ipotesi ben studiata negli uffci competenti, divulgata in anticipo, eccetera, ecc.

  2. quale soluzione allora se l’apertura di cassia antica paralizza i residenti di cortina d’ampezzo?non vorrete farci credere ancora al tunnel sotto corso di francia? sono cresciuta con questa favoletta.

  3. Io non credo che la riapertura della Cassia paralizzerà chi proviene da via Cortina d’Ampezzo e anche ipotizzando un sottovia a Corso Francia (che, purtroppo, sono d’accordo, non si farà mai ) rimarrebbe invariato il lungo giro tortuoso che sono costretti a fare coloro che provengono dalla Cassia per raggiungere Piazza dei Giochi Delfici

  4. Come abitante di via Acqua Traversa sono preoccupato dalla velocità con cui scendono dalla Cassia. Prima mi guardavo bene dagli autobus. adesso dovrò preoccuparmi ancora di piu’

  5. Sono favorevole alla riapertura della via cassia ma sono convinto che comunque una rotatoria alla fine di Cortina D’Ampezz o sia assolutamente necessaria e che la rotatoria di Giochi Delfici debba essere migliorata.

  6. non è accettabile un cambiamento del genere!
    è stato aperto il tunnel giovanni XXIII per alleggerire il traffico proveniente da pontemilvio e non far passare centinaia e centinaia di macchine
    a piazza giochi delfici per proseguire a via cortina d’ampezzo e raggiungere via trionfale..come ogni giorno lavorativo dalle 18 alle 20 il traffico aumenta in quartiere in maniere smisurata!
    facendo girare il traffico attorno a piazza giochi delfici le auto provenienti da: via cassia,vigna stelluti, via cassia antica e cortina d’ampezzo..
    senza considerare che negli ultimi mesi è notevolmente aumentato il fenomeno di fare un inversione a U provenendo da via pareto e dirigendosi verso piazza giochi delfici.e i semafori mal funzionanti nella piazza??
    non mi sembra un’idea geniale, riaprire via cassia antica limiterebbe la circolazione ripercuotendosi su via cassia antica, via cassia, via cortina d’ampezzo con la via trionfale,via della camilluccia lo stadio olimpico e quant’altro!!!!

    possibile che se una persona proveniente da cortina d’ampezzo debba recarsi alla marina militare in via di val gardena, debba impegnare via cortina d’ampezzo, immettersi nel traffico verso piazza giuochi delfici, affrontare la rotonda la quale andrebbe fatta regolare o da vigili o da semafori , per poi riscendere verso via cassia antica e prendere l’acqua traversa???
    per 700 metri di strada in un orario di punta potrebbe anche metterci un ora…
    vi pare giusto?????

  7. @ Emanuele: spiegami quante centinaia di migliaia di automobilisti hanno la necessità di andare da via corntina d’ampezzo alla marina militare di via val gardena, sono proprio curioso di saperlo. Vedo che conosci così bene la situazione del traffico di questa zona, arrivi al punto di chiedre il funzionamento dei semafori di piazza giochi….. che non ci stanno più da almeno un anno !!
    La verità è che per difendere egoisticamente un pezzettino di strada tranquilla tutta per voi non ve ne importa proprio niente che riaprire via cassia antica significa tanto smog in meno per noi che abitiamo a corso Francia che da anni respiriamo a pieni polmoni il fumo delle macchine. Dei polmoni dei nostri figli a voi che vi interessa ? Niente di niente, vi basta poter andare in macchina comodi comodi al circolo sportivo di via val gardena, altro che marina militare !
    Gianluca

  8. ancora che leggo di far regolare la piazza di giuochi delfici con i semafori…spenti da anni…
    forse se non avessero previsto l’obbligo di proseguire per giochi delfici per chi proviene da cortina d’ampezzo, ci sarebbe stato meno malcontento.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome