Home ATTUALITÀ Intitolare una strada agli agenti di Polizia Carretta e Sammarco: lo chiede...

Intitolare una strada agli agenti di Polizia Carretta e Sammarco: lo chiede il XX Municipio

E’ l’8 giugno del 1982 quando gli agenti di Polizia Giuseppe Carretta e Franco Sammarco, mentre sono di perlustrazione nei pressi dello stadio Flaminio, vengono attirati da un’auto sospetta. Si avvicinano, ignari della trappola, per un normale controllo. Tre terroristi dei Nar li aggrediscono, li fanno sdraiare a terra e li uccidono con un colpo alla nuca.

 Per non disperdere il ricordo di chi ha perso la vita nel compimento del proprio dovere e lavoro a tutela della comunità, il Consiglio del XX Municipio, nella seduta odierna, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno col quale si chiede al sindaco Alemanno “di avviare le pratiche tecnico-amministrative per l’intitolazione di una strada” ai due agenti barbaramente uccisi.  (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Un plauso al Consiglio Municipale. Mi sembra giusto, dopo quasi 30 anni , ricordare i due giovani poliziotti, barbaramente uccisi nell’espletamento del loro dovere, intitolare loro una strada od una piazza. Conoscevo Pino. Abitava a Labaro, giovane sposo, con un bellissimo bambino, a cui dedicava gran parte del suo tempo libero. Gran lavoratore. Felice di vivere. La violenza di quegli anni non lo ha risparmiato… Ciao Pino, ciao Franco… gli amici e conoscenti Vi ricordano….

  2. Un plauso al consiglio comunale di Roma. Ero un bambino di 13 anni. Conoscevo bene Franco Sammarco, essendo anch’io di San Donato di Ninea- Fzr Policastrello (Cs), di cui anche Franco era paesano. Lo ricordo i suoi viaggi che faceva spesso per venire a trovare suo papà a Policastrello. Carattere allegro, simpatico, amava il piccolo paesino è tutta la sua gente. R.I.P

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome