Home ATTUALITÀ XX Municipio – Antonini: sull’anagrafe degli eletti intervenga Alemanno

XX Municipio – Antonini: sull’anagrafe degli eletti intervenga Alemanno

“Ancora una volta questo Municipio si conferma maglia nera nei provvedimenti che attengono alla trasparenza amministrativa e alla pubblicità degli atti prodotti dai singoli consiglieri». Così in una nota Andrea Antonini, coordinatore regionale del Lazio di Casapound Italia e consigliere del gruppo misto nel XX Municipio di Roma, in merito all’anagrafe degli eletti.

«Oltre due ore di discussione di merito su un provvedimento che tutte le pubbliche amministrazioni hanno adottato da tempo, Comune compreso, prima che parte del Pdl presentasse un emendamento che ne sancisse l’adesione su base volontaria, rendendo di fatto inefficace l’eventuale adozione». Continua Antonini: «Oltre alla paradossale disparità derivante dall’attribuzione del principio di volontarietà ai soli consiglieri eletti, principio non sancito per dirigenti, assessori ed altri interlocutori del municipio, abbiamo dovuto assistere alla vergognosa scena di una parte della maggioranza che, vistasi bocciare l’emendamento in questione, ha abbandonato, per l’ennesima volta, l’aula, causando la mancanza del numero legale. Chiedo al Sindaco Alemanno di intervenire nella gestione di un municipio che, ad oggi, meriterebbe solo il commissariamento»

Visita la nostra pagina di Facebook

13 COMMENTI

  1. A questi Campioni della trasparenza, che chiedono commissariamenti e attaccano il PDL vorrei rivolgere una domanda. Siete disposti a rendere pubblico il vostro Casellario Giudiziario e i vostri Carichi Pendenti? IO SI e non solo, obbligherei tutti i Consiglieri e Assessori ( e questa volta non su adesione volontaria ). Anzi, sono talmente convinto di questa necessità che anticipo il risultato delle mie risultanze:
    NEGATIVO
    NEGATIVO
    C’è qualcun’altro che è disposto ad anticipare le sue risultanze?

    P.S. Per la Redazione. Ho inviato un Comunicato Stampa sulla Commemorazione dei Caduti sul Fronte Russo, non mi sembra di averne vista la pubblicazione, è una mia svista o pubblicate solo quello che volete?

  2. Egregio consigliere Calendino,
    ferma restando la non obbligatorietà a pubblicare tutto ciò che riceviamo, non crediamo di meritarci questa supposizione perchè, come può facilmente verificare, sulle nostre pagine trovano spazio tutti coloro – semplici cittadini, associazioni, comitati od amministatori pubblici – che abbiano da dire qualcosa alla comunità locale.
    Se il suo comunicato non è stato pubblicato è semplicemente perchè non l’abbiamo ricevuto. Se vorrà gentilmente inviarlo nuovamente al nostro indirizzo di posta vignaclarablog@gmail.com sarà sulle nostre pagine nelle ore successive.
    Molto cordialmente,
    La Redazione

  3. Va bene, la sua fedina penale è pulita e nessuno l’aveva messo in discussione. E allora ci spieghi per favore perchè è scappato dal consiglio e perchè non vuole rendere pubblico quanto guadagna TUTTO COMPRESO facendo il consigliere. La domanda è per lei ma può rispondere anche uno degli altri 5 fuggitivi. Grazie.
    Clara

  4. Scommetto che non rispondera’… E noi faremo altrettanto alle prossime elezioni: vergogna! Oltre a pensare ai caduti sul fronte russo, si concentri anche sulla trasparenza di questo municipio invece di scappare davanti ad una votazione…

  5. Ma che bravo il Consigliere Calendino, “uomo senza macchia e senza paura” …tuttavia l’oggetto in questione era ben altro…Calendino, Lei, forse troppo preso da questioni personali, è andato fuori tema…

  6. Non sarei voluto intervenire in questa discussione perchè ritengo che i fatti contino più di mille chiacchiere.

    E proprio per non fare chiacchiere propongo qui, in pubblico, al cons. Calendino un patto.
    La sua scomposta maggioranza si impegna a non presentare emendamenti truffa sulla volontarietà ed io mi impegno personalmente a votare a favore di un emendamento, da lui presentato, che preveda la presentazione del Casellario Giudiziario e dei Carichi Pendenti.

    Penso che un accordo in pubblico abbia il massimo valore.

    Andrea Antonini
    http://www.andreaantonini.it

  7. Lei Calendino si sbaglia e di grosso. Perchè quanto guadagna facendo il consigliere è un fatto NOSTRO, non solo suo, perchè il denaro che le viene corrisposto esce dalle nostre tasche con le tasse che paghiamo per mantenere la struttura pubblica e quindi anche lei. NOI siamo i suoi datori di lavoro ed a NOI lei deve rendere conto di quanto prende e di quello che fa nel ruolo di amministratore. Lo dica anche agli altri cinque colleghi che insieme a lei hanno fatto cadere il numero legale. Le faccio anche io una proposta: perchè per ogni volta che avete fatto cadere il numero legale non rinunciate al gettore ?

  8. Rinunciare al gettone ogni volta che si fa cadere il numero legale?
    Ma il consigliere Calendino su questo punto è d’accordo!
    Basta leggere un suo comunicato apparso sul suo blog (http://giuseppecalendino.blogspot.com/) e datato 1 agosto 2007:

    …”Mi riferisco a quanto avvenuto oggi, nella seduta di Consiglio del Municipio Roma XX.
    Ad ultimazione dei lavori d’aula, bisognava concludere la seduta con la votazione di due proposte di risoluzione di natura tecnica (modificazione di segnaletica stradale), quando improvvisamente e, senza alcuna giustificazione, TUTTI gli esponenti di centro-sinistra, hanno abbandonato l’aula, facendo venir meno il numero legale.
    Tutto questo comporterà una nuova convocazione, con conseguenti spese di convocazione, pagamento dei gettoni di presenza per i Consiglieri e rimborso della giornata lavorativa per i lavoratori dipendenti. Atteggiamenti del genere, devono essere condannati, poichè generano inutili sprechi a danno dei contribuenti.
    Il sottoscritto, congiuntamente al Gruppo Consiliare di Alleanza Nazionale, esprime indignazione per quanto accaduto.”

    O si tratta di un caso di omonimia? 😉

  9. Grazie a Tom Joad per avermi rinfrescato la circostanza.
    Mi piace molto la proposta di Roberto, la condivido in pieno e aggiungo altro: ogni volta che un consigliere fa decadere il numero legale, non ha diritto al gettone. Mi rivolgo adesso a qualche lettore “specializzato” in materia: sul TUEL si possono apportare modifiche in questo senso? Noi cittadini del Municipio Roma XX possiamo contribuire in qualche modo? Anche se ci volesse molto tempo, non rappresenterebbe un problema, l’importante sarebbe raggiungere il risultato. Non farei alcuna differenza tra i Signori che siedono sulle poltrone blu o su quelle rosse a qualunque titolo. Io sono stanca e nauseata di queste sceneggiate ed è arrivata l’ora di dire BASTA. Se possibile, facciamo qualcosa di concreto tutti insieme. IO CI STO.
    Giuliana Sanzani

  10. Giuliana, ci sto anch’io, ma la vedo dura. Proviamo a fare tutti pressione sul consigliere Sterpa che è presidente della commissione che sta riscrivendo il regolamento del municipio. Andiamo tutti a protestare davanti al municipio, magari la prossima volta che si riunsce il consiglio. Cominciamo a scrivere al Sindaco e magari al ministro Brunetta, mobilitiamoci, facciamo sentire la nostra voce, non se ne può più di questo andazzo !! Fra la storia della sfiducia a Ariola e quella della trasparenza sono mesi che il municipio è congelato e non produce niente per noi. Forse ha ragione Antonini quando dice che va commissariato !!
    Antonella

  11. SAndra 5-04-2010 bravo Antonini mi piaci e sono d’accordo con te….bravi a tutti ma invece di vedere il casellario giudiziale di Calendino …perchè non chiediamo i resoconti sui soldi NOSTRI!! che lui gestisce per le varie attività comunali chissà comè vanno tutte nella sua zona ,compresi quelli delle gare che riesce ha far vincere e ha gestirne i contributi alle associazioni per scopi che interessano a Lui e alla sua zona?un consigliere dovrebbe guardare tutto il xx Municipio e non solo la sua zona (parco della pace ,Cassia,Grottarossa), non si è mai interessato di altre zone al di fuori del suo cerchio ,visto che c’è una legge sulla trasparenza amministrativa,chiederemo la visione pubblica della documentazione gestita dal consigliere …

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome