Home AMBIENTE Regione Lazio – Lucherini (PD): Salviamo le aree golenali ed esondabili del...

Regione Lazio – Lucherini (PD): Salviamo le aree golenali ed esondabili del Tevere

“Occorre riaffermare l’importanza della salvaguardia del Tevere, ribadire che esiste un’autorità preposta che è l’Autorità di Bacino ed evitare edificazioni selvagge in aree esondabili come quelle che vuole realizzare la giunta Alemanno, dallo stadio della Lazio al porto turistico di Fiumicino”. E’ quanto ha detto ieri il vicepresidente del consiglio regionale Carlo Lucherini.

“Nel maggio del 2007 – ha proseguito Lucherini – l’Autorità di Bacino ha adottato un documento tecnico per la gestione del Tevere da Castel Giubileo fino alla sua foce, piano poi approvato nel dicembre 2008. Nonostante ciò il sindaco Alemanno sta portando avanti numerosi progetti in contrasto con queste prescrizioni. E’ già dalla fine del 2008 che il Sindaco rivendica una maggiore libertà di azione sul fiume Tevere, invocando la presenza di un “Commissario Straordinario” che unifichi tutte le competenze che oggi si occupano del fiume. In realtà del Tevere si occupa solo l’ARDIS (l’Agenzia Regionale per la difesa del suolo) che ha ereditato dal 2002 i compiti del Genio Civile del Tevere”.

“Quella dell’attuale giunta capitolina – incalza Lucherini –  è una politica scriteriata e pericolosa: il problema idrogeologico alla foce del Tevere è drammatico. Le sponde del fiume sono indebolite dalle opere, spesso abusive, realizzate dai cantieri nautici o dagli impianti privati come quelli abusivi di Settebagni. Cinquantamila cittadini di Ostia sono a rischio esondazione per la mancata realizzazione di un secondo argine che, ironia della sorte, doveva erigersi proprio dove adesso è sorto il porto turistico e dove si configurano nuove costruzioni.”

“E’ dunque fondamentale che si attuino i piani di stralcio delle Autorità di Bacino per dare finalmente corpo e sostanza a quanto previsto dalla legge 183 del 1989 sulla difesa del suolo, altrimenti sarà solo speculazione selvaggia con grave rischio per la sicurezza delle popolazioni. Quello ambientale, soprattutto la difesa del Tevere – conclude il vicepresidente del Consiglio della Regione Lazio – sarà uno dei temi che deve ispirare il programma del centrosinistra alle Regionali per contrastare la politica speculativa e senza scrupoli del centro destra”.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Belle queste dichiarazioni. Però vorrei tanto che Lucherini spiegasse se è arrivato alla Regione da qualche giorno o se invece c’era già l’anno scorso. Perchè in questo caso vorrei sapere dove era lui quando la regione ha dato in concessione un’intera sponda del tevere di circa due ettari, da ponte milvio a ponte flaminio, ad un’associazione che l’ha chiusa e recinatata per farci i fatti suoi per i prossimi venti anni a 5000 euro l’anno, per farci una spiaggia per cani a pagamento, pure con con la benedizione del municipio 20. Non è così che si difende il tevere e gli interessi dei cittadini che sono stati privati di un bel pezzo di sponda.

  2. Quoto Roberto totalmente.
    E aggiungo due cose.

    I fiumi non sono dei canali, dei collettori. Sono dei corpi vivi che devono (sottolineo devono) avere lo spazio per esondare naturalmente, anche perché se non lo fanno in un punto naturalmente preposto, l’eventuale alluvione si presenterebbe più a valle in forma molto più violenta e distruttiva. Costruire in aree golenali, non solo è un’idiozia, è anche un crimine. Troppe vole si dà superficialmente e vigliaccamente la colpa alla “natura” quando si piangono i morti e si stimano i danni che poi la collettività dovrà ripagare. Gli unici a guadagnarci sono i costruttori e i politici a loro legati, con i quali scambiano voti e concessioni edilizie. Mi spiace constatare che Alemanno, dopo anni di opposizione e mesi di campagna elettorale passati ad attaccare le vecchie Giunte su questi temi, stia facendo molto, molto peggio. E a chi non ne fosse convinto consiglio di dare un’occhiata a quanto è successo e succede in Acea…

    Senza ironia, mi sfugge l’utilità di costruire uno stadio per la Lazio … si vabbé, un po’ di ironia c’era…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome