Home ATTUALITÀ Fiaccolata di Forza Nuova da Vigna Clara a Ponte Milvio

Fiaccolata di Forza Nuova da Vigna Clara a Ponte Milvio

fn.jpgPer le 18 di venerdì 4 dicembre il movimento politico Forza Nuova ha indetto una manifestazione a Piazza Giuochi Delfici con una fiaccolata che si concluderà a Piazzale Ponte Milvio, dove si terrà un comizio di Roberto Fiore. Con questa manifestazione Forza Nuova intende dar voce alla propria protesta che si concretizza nello slogan “Roma è nel caos”, come recitano le centinaia di manifesti già affissi per le vie della città. Secondo Forza Nuova il Sindaco Alemanno ha fallito in pieno la sua politica di armonizzazione dei campi Rom nel contesto urbano. Oggi la città è nel caos e per risolvere il problema Forza Nuova propone i seguenti passi:
1. espulsione dei rom extracomunitari;
2. espulsione dei Rom cittadini U.E. sulla base del loro rappresentare “una minaccia all’ordine pubblico e alla pubblica sanità”, ragione sufficienti, nell’ambito degli accordi di Schengen. per l’espulsione;
3. configurare tutti i reati commessi dai rom, inclusi quelli di cittadinanza italiani, nel loro contesto associativo e quindi espropriare tutti i beni dei rom coinvolti in attività delittuose.

Visita la nostra pagina di Facebook

48 COMMENTI

  1. Appunto, Roma e’ nel caos… pure per le quotidiane manifestazioni dei piu’ disparati gruppi politici… ma manifestare a Velletri no eh?

    Giuva’

  2. Mi sembrava l’unico quotidiano on line obiettivo e non politicizzato di Roma Nord … in futuro evitate certi post di propaganda … non deludetemi !
    Un vostro afffezzzionato lettore.
    G.M.T.

  3. Gentile G.M.T.
    ci spiace contraddirla, non è propaganda ma solo informazione di territorio, come quella che facciamo in relazione a qualsiasi altro evento, politico o non, che si verifichi a Roma Nord e di cui veniamo a conoscenza, come appunto il caso in fattispecie.
    Esserne a conoscenza e non darne notizia sarebbe stato un atto di parzialità al quale non siamo usi.
    Molto cordialmente
    La Redazione

  4. @ Redazione

    Scusate se insisto ma “informazione di territorio” dovrebbe essere eventualmente un consiglio ai lettori di VCB per quanto riguarda la deviazione del traffico in occasione della manifestazione e … non la specifica dei vari punti (politici) relativi al comizio di Roberto Fiore a ponte Milvio. Il mio orientamento politico: NESSUNO, per fortuna !
    Non me ne volete …
    Cordialmente
    G.M.T.

  5. oltre a prendersela coi rom manifestate ogni tanto anche contro tutti quei troppo ROMani che se ne fregano delle regole, che parcheggiano sui marciapiedi, sulle aiole, dentro i portoni, che corrono con le moto sui marciapiedi, che buttano l’immondizia dove capita, che non si alzano sui bus per fare sedere gli anziani (spesso sono gli extracomunitari a farlo), che ricoprono la citta di maxicartelloni e tagliano gli alberi…insomma se vogliamo stare meglio cominciamo a guardarci allo specchio….

  6. Anche Forza Nuova rappresenta “una minaccia all’ordine pubblico e alla pubblica sanità”… potrebbero inserire un quarto punto al loro delirante elenco e farci il favore di autoespellersi.
    Stavolta devo dissentire da GMT… per quanto possa dar fastidio leggere certe idiozie, si tratta pur sempre di una notizia (la fiaccolata) e la Redazione fa bene a pubblicarla. Viviamo in un Paese imbrigliato nella censura dell’informazione. Evitiamo che pervada anche questi spazi di vero giornalismo come VCB.

  7. Far conoscere un evento del territorio agli utenti è fondamentale. Commentarlo sta poi ai lettori, non alla redazione.
    Inoltre, conoscendo i gestori di questo blog, si capisce al volo che questa notizia non è politicizzata.

  8. Senza alcun dubbio sul fatto che le intenzioni di VCB fussero quelle di fare informazione e non di fare propaganda a Forza Nuova, mi permetto di dare qualche amichevole (e non richiesto) consiglio agli editori di questo preziosissimo blog: è giusto che voi abbiate dato notizia di tale manifestazione, ma un’informazione corretta e completa avrebbe richiesto che voi ricordaste anche l’esistenza della Legge 645/1952, che sancisce il reato di apologia di fascismo, e la Legge 122/1993, che sancisce il reato di incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici religiosi o nazionali; leggi che Forza Nuova ampiamente e continuativamente viola.

  9. il commento è: quaranta minuti per parcheggiare. ponte milvio in ostaggio.
    parcheggio impossibile per chilometri, piazza presidiata, traffico aldilà di ogni limite.

    corteo di venerdì pomeriggio, picco del caos della movida, con in più le partenze per il mega-ponte dell’immacolata, gli acquisti natalizi, cui si sono aggiunti sciopero dei mezzi, pioggia, e un funerale oceanico.

    per qualche decina di persone di un partitino che rappresenta lo zero virgola che ormai si è appropriato della piazza.
    io mi chiedo in che c… di paese viviamo…

    tra l’altro tutto ciò è controproducente per il suddetto partito: che dirà la crème de la crème di vigna clara?
    a noi, o mortacci loro?

  10. e già Piero… in che paese viviamo???
    DA UNA PARTE: un manipolo di fascisti che manifestano contro il degrado, contro una situazione insostenibile, contro un sistema politico che fa sempre più concessioni a ROM e devianti penalizzando i cittadini, contro un relativismo morale che porta ad una dissoluzione dei principali VALORI del vivere civile…
    DALL’ALTRA PARTE: i cittadini per i quali i suddetti fascisti stanno manifestando, che sono disturbati e infastiditi perchè fanno tardi per il ponte dell’immacolata o ritardano un po’ gli acquisti natalizi… queste sì che sono cose importanti…
    già… sono importanti finchè, anche loro, diventando vittime di un sistema degenerato, ripenseranno a quel manipolo e ai motivi per cui manifestavano e forse, da quel momento, il manipolo si ingrosserà un po’ di più.
    e già Piero… me lo chiedo anch’io: in che paese viviamo???
    saluti.

    Mirko Viola

  11. Viviamo in un paese in cui una democrazia, criticabilissima e stentata quanto volete, consente anche queste manifestazioni di stampo fascista e razzista. Certi mali è meglio averli all’interno che fuori: si tengono sotto controllo e si curano meglio. L’inclusione piuttosto che l’esclusione è una forza della democrazia, non una sua debolezza.
    Per cui: legittimo per questa organizzazione manifestare, corretto darne conto in modo asciutto – come è avvenuto – su questo blog.
    Certo che voi, che vi ispirate agli ideali del fascismo, avete un chiodo fisso coi rom! I vostri nonni non hanno fatto abbastanza in merito? Non avete letto o sentito da qualche parte che il regime si alleò in un abbraccio mortale con la Germania, divenendo complice dello sterminio anche dei rom? Forse voi, zelanti eredi, volete raccoglierne l’eredità e finirne il lavoro interrotto?
    Identificare il degrado preferibilmente coi rom (o in genere con gli stranieri) è del tutto fuoriviante. Non nego (non posso negare) che vi siano problemi sociali e di piccola criminalità irrisolti, che comportano disagi e talvolta pericolo per i cittadini, ma la loro incidenza non è così totalizzante come andate dicendo e stradicendo.
    La violenza sulle donne è esecrabile sempre, non va sottolineata solo quando è un rumeno o un rom a commetterla. Per inciso, i dati dimostrano che questo odioso e meschino crimine viene consumato, la stragrande maggioranza delle volte, tra le quattro mura italiche.
    Un ubriaco al volante che commette una strage è un criminale, non solo quando è straniero.
    Il manipolo per il momento rimane manipolo perchè la nostra democrazia, stentata e criticabilissima, lo sta contenendo. Il rischio di una degenerazione esiste sempre ma forse l’esperienza del fascismo, della guerra e dell’umiliante dopoguerra ha insegnato qualcosa ai più.
    Non ero in zona, ma ritengo che pure in quest’occasione si contassero più poliziotti che manifestanti.
    Nel salutarvi (cordialmente, non romanamente), vi invito a rimuovere dal quartiere i moltissimi manifesti che avete affisso dappertutto: d’altronde siete paladini della lotta al degrado e per lo shopping di Natale c’è ancora tempo.

  12. Preg.mo sig. Tom Joad, per far rimuovere i manifesti che la turbano potrà rivolgersi nelle sedi adeguate, io sono di Milano… un po’ lontano da Roma e non sono nemmeno un militante di Forza Nuova, quindi non posso esserle d’aiuto.
    Non associ i forzanovisti ad aberrazioni del passato, altrimenti mi dà implicitamente il permesso di associarla ai genocidi americani e grazie a questa “legge del contrappasso” lei ne uscirebbe con le ossa rotte.
    Il manimopolo rimane manipolo non grazie o per colpa della democrazia, ma solo grazie o per colpa di una deriva morale che ha portato gli italiani a disinteressarsi completamente delle sorti del loro paese.
    La repubblichetta antifascista degli italioti fondata sul tradimento e sulla menzogna di stato ha ben altri problemi: lo shopping natalizio, le code al semaforo, le escort di Berlusconi e i trans di Marrazzo, il Grande Fratello e il cucuzzaro della De Filippi… questo è lo specchio della nostra povera Italia.
    …………..se poi ci sono migranti che vivono come animali al limite dell’umano basta far finta di essere accoglienti e stiamo tutti bene, se tra gli stessi migranti ci sono bambini sfruttati… beh… dobbiamo essere “inclusivi” nei loro confronti perchè almeno con queste finzioni dormiremo meglio la notte.
    Poco importa se la popolazione carceraria smentisce drammaticamente i fautori dell’integrazione coatta, poco importa se il complesso statale non è in grado di assorbire un’invasione NON REGOLATA di questa portata… Noi dobbiamo essere “buoni” nei loro confronti, anche se la nostra presunta bontà porta necessariamente ad un degrado sociale raccapricciante.
    per quanto riguarda Forza Nuova, di cosa ha paura sig. Tom??? che ritorni il nazismo??? non si preoccupi, quei fantasmi che teme così tanto non torneranno più, soprattutto perchè… nei metodi più brutali… il nazismo non ci ha mai lasciato.
    Adesso si è nascosto nella bandiera americana e in quella israeliana e… me lo consenta… si nasconde subdolamente anche in tutti i fautori del buonismo di facciata come Lei.
    Distinti saluti
    Mirko Viola

  13. caro mirko, faccio parte della minoranza che a ponte milvio ci abita. ci devo parcheggiare di ritorno dal lavoro, ci passo quattro volte al dì, non ci vado a fare le spesucce natalizie.

    lei vuole imporre il suo schema di valori agli altri. io faccio parte della comunità quanto lei, ma non sento il bisogno di imporle i miei valori.

    se il vostro orgoglio nazionale vi portasse a difendere l’interesse pubblico, il verde pubblico, i beni e servizi pubblici, dai poteri che li minacciano, se lottaste contro le svendite le concessioni le truffe le evasioni, invece di fare la stupida caccia al rom, il suo orgoglio nazionale coinciderebbe col mio e verrei a sfilare con lei.

    quante energie sprecate.
    saluti

  14. Le energie sprecate sono di chi si ostina a non rispetare le opinioni altrui: la faziosità fa credere di avere sempre ragione e spinge a considerare sbagliate le idee degli altri. Non mi sembra che Mirko abbia mai parlato di “caccia ai rom”!
    Mi piacerebbe tanto sapere da questi paladini dei deboli e perseguitati (da Santoro a Travaglio, da Rodotà a DiPietro) quante ore trascorrono in attività di volontariato, oppure nei campi rom o ancora a distribuire minestre ai poveri…..Chi ci è stato non ha visto nè politici e neppure “faziosi”!

  15. Ho letto solo ora alcuni commenti alla nostra manifestazione, per altro mi pare di persone che non hanno assistito, alla stessa, ma non fa niente.

    Al sig. Tom Joad mi permetto di dire che la manifestazione non ha avuto alcun fondo razzista, ma vivere di preconcetti ed etichette è più semplice no? Ancora con la Germania, con la seconda guerra mondiale ecc ecc? Siamo nel 2009, perchè non va a fare questi discorsi ai residenti dei quartieri intorno al Casilino 900 o al campo di Tor de Cenci o di Via di Salone? O senza arrivare fin laggiù, magari al marito della signora Reggiani? I rom un problema di piccola criminalità?
    Come quantifica l’entità del problema? Sfruttamento della prostituzione, spaccio, tratta di esseri umani e soprattutto prostituzione minorile e pedofilia, sono problemucci?
    Gli stupri, come al solito cita la favola della violenza domestica di cui i maggiori responsabili sono italiani, se studiasse meglio le statistiche vedrebbe che la violenza domestica è una cosa lo stupro un’altra. Ma a livello statistico vengono assimilate nell’unica fattispecie della violenza privata, per cui se io dò uno schiaffo a mia moglie e mia moglie mi denuncia a livello statistico finisce nel calderone della “violenza sulle donne” come se un nomade stupra una bambina alla Caffarella.
    Per ciascuno di questi argomenti posso portarle inchieste giudiziarie, giornalistiche, sentenze di condanna ecc. Problemi di “piccola criminalità”? Contento lei…
    Quanto ai numeri dei manifestanti, no, stavolta c’erano più manifestanti che poliziotti, nonostante la pioggia inclemente. Mi spiace.

    Caro Piero, lei ha una minima idea dell’attività che svolge Forza Nuova? O pensa che ci limitiamo ad un corteo ogni tanto “contro negri e zingari”? Le concedo il beneficio del dubbio perchè purtroppo i media si occupano di noi solo per la “cronaca nera”, ma la invito ad informarsi di più usciremmo dal banale e potremmo approfondire le discussioni in modo più proficuo.

  16. sig. Piero, Lei ha le idee molto confuse sul movimento Forza Nuova.
    http://www.forzanuova.org/documento_politico.pdf
    sono solo 25 paginette, prima legga e si informi… poi, se lo ritiene opportuno, giudichi in maniera costruttiva.
    il qualunquismo di cui lei è ammantato, anche se ampiamente radicato nella nostra società, può sempre sfociare in una nuova percezione politica…. basta volerlo.
    🙂
    un saluto a tutti ed un “abbraccio al braccio” a Gianguido.

  17. in effetti non sapevo della cacciata degli stranieri di terza generazione, del divieto di commercio estero e della bomba atomica.
    grazie, ma non sono qualunquista, sapevo che auspicate uno stato confessionale armato e non mi ci riconosco.
    non credo che siate molto utili al miglioramento del paese ma apprezzo le persone mosse da ideali.
    mi auguro che con l’ausilio di un manuale di economia, e soprattutto un chiarimento sul messaggio di gesù dal vostro prete di fiducia, affiniate le vostre idee e utilizziate la vostra indubbia passione in modo più concreto.
    saluti

  18. …interessanti queste 25 paginette: omofobia, opposizione al processo di mascolinizzazione della donna e di femminilizzazione dell’uomo, anti-semitismo mascherato da anti-sionismo, supporto a progetti di tipo panarabo che (questo non c’è scritto, ma chissà perchè mi viene da aggiungerlo) annientino lo stato di Israele , religione di stato, volontà di imporre il proprio punto di vista a tutti in nome di principi ritenuti eterni, intolleranza per gli altri e rifiuto (perchè deboli) delle idee differenti dalla ortodossia forzanovista, auspicio di collaborare con i boeri sudafricani (questa non la sapevo, lo ammetto!) e la diffusione della Civiltà di Roma nel mondo (questa, invece, era scontata)
    E meno male che siamo nel 2009!
    Mi pare siate pronti per Ahmadinejad o Gheddafi, complimenti.
    Ora mi dedico ad altre letture: sapete, queste 25 paginette non erano poi così avvincenti…
    Buon fine settimana

  19. Alla faccia delle critiche costruttive, vediamo come potrebbero essere visti altri programmi politici usando il vostro metro di giudizio:
    prendiamone uno a caso… quello del PD.
    http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=45315
    Che strano… sono guerrafondai che osannano la guerra in Afghanistan ed auspicano… malcelatamente… un prossimo attacco all’Iran.
    Sono inoltre favorevoli alla globalizzazione dell’europa in netta antitesi con le manifestazioni no-global di cui si fanno promotori… fanno un po’ ridere i deliri economici sul mediterraneo inteso come un tanto improbabile quanto visionario centro del mondo.
    Questo è ciò che troviamo nelle prime righe… si continua osannando senza vergogna i precedenti governi del centro-sinistra vaneggiando di un’inesistente stabilità economica raggiunta grazie al sistema proposto… malafede o stupidità???
    e cosa dire dei DIECI PILASTRI del progetto???
    beh… qua si rasenta il ridicolo, un piccolo manuale del seminarista impregnato di buoni sentimenti e irrealizzabili utopie, ma il bello deve ancora venire: SPENDERE MENO E MEGLIO!
    Ma davvero??? Quale grande mente è riuscita ad inserire un concetto di tale levatura e spessore???
    Poi si prosegue con le solite fandonie sull’abbattimento delle aliquote fiscali strizzando l’occhio al FEDERALISMO FISCALE che va di moda al nord……….. e allora perché non accontentarli??? magari si raccatta anche qualche leghista.
    e sull’immigrazione??? Copio “contrastare duramente la clandestinità e la criminalità” clandestinità e criminalità equiparate??? Ma come??? Questo è razzismo ideologico… e nella riga dopo si parla di migliorare i provvedimenti di espulsione… e l’inclusività e la tolleranza della sinistra dove sono finite???
    sorvolo sull’aiuto che lo stato DEVE dare alle donne che vogliono abortire… per me l’aborto è un omicidio e con questo programma farlocco si prova a legittimare una strage di stato contro degli innocenti…. basterebbe questo per liquidare il programma del PD con una sola parola: vergognoso!
    Mi fermo sui vaneggiamenti nella contrarietà alle nomine clientelari… un must del PD e della sinistra in genere, da sempre…
    Ipocrisia e menzogne! ecco il sunto del programma.
    Su richiesta posso fare la medesima analisi da sempliciotto superficiale con il programma del PDL… il movimento dell’amico – lui sì – di Gheddafi…. o perché no, potrei commentare con ironia la ridicola pletora di cretinate che troviamo in quello della Lega o le deliranti dichiarazioni nei programmi dell’estrema sinistra.
    Concludo con una certezza: meglio simpatizzare con Mahmud Ahmadinejad piuttosto che diventare i lacchè di governi come quelli degli Stati Uniti e di Israele.
    Distinti saluti
    Mirko Viola

  20. quando avete finito di sciorinare le solite tiritere antifasciste su roma medaglia d’oro alla resistenza e sulle manifestazioni di stampo razzista/fascista/nazista/sessista/qualunquista/paparappapperista fatevi un giro per i campi rom, ditemi quanti di loro lavorano e quanti usufrusiscono di sussidi statali per arrotondare i furtarelli innoncenti e chiaramente dettati da necessità…chi può fare a meno di un mercedes 1200 al giorno d’oggi?…

  21. qualcuno si dovrebbe sciacquare per ore la bocca prima di pronunciare parole come Antifascismo, Roma Medaglia d’Oro alla Resistenza…
    Vergogna!
    Inutile poi commentare la delirante “esegesi” sul programma del PD e le critiche a quelli degli altri partiti. Troppo facile notare la completa assenza di qualsiasi conoscenza della realtà e della storia (che troppo spesso vorrebbero riscrivere aloro uso e consumo), la profonda ignoranza rispetto a tematiche politico- istituzionali, economiche, di politica internazionale e così via.
    Ma di cosa stupirsi in fondo… so’ fascisti! Passano il loro tempo a preparare le trasferte della Lazio e a imparare a memoria 25 paginette scritte da qualche invasato. Poracci.

  22. La “delirante esegesi” era volutamente ironica e, per mia stessa ammissione, superficiale e sempliciotta … visto il livello dei commenti al programma forzanovista cercavo di adattarmi… ma mi spiega cosa avrei scritto di sbagliato??? mi sono limitato a copiare il suddetto programma e a commentarlo, non si può fare???
    Preg.mo sig. Paolo, non credo di aver insultato qualcuno, ma Lei non insulti la sua e la nostra intelligenza con uscite a bomba che lasciano il tempo che trovano, quell’atteggiamento da cicisbeo irritato e scandalizzato può andar bene nei salotti che frequenta… ma con me (con Noi) non funziona.
    Interessante il suo punto di vista “ortodosso” e… me lo conceda… un po’ ottuso sulla storia, per Noi e per tutti gli amanti del libero pensiero è differente: la storia DEVE continuamente essere riscritta, ridocumentata e reinterpretata se sussistono nuove basi metodologiche, nuovi risultati da ricerche o nuove fonti.
    La storia che piace a lei… quella fissa, immutabile e indiscutibile… si chiama Mitologia e non ha nulla di storico.
    Lei è liberissimo di credere a tutti i “dogmi” che ci hanno imposto per anni, ci mancherebbe… ma chi non lo fa non deve essere dileggiato o vilipeso… libertà di pensiero, libertà di ricerca storica e libertà di espressione… è davvero difficile per Lei accettare questi semplicissimi postulati???
    L’Antifascismo e la Resistenza dovrebbero essere argomenti di libera discussione e…. perchè no… di libera reinterpretazione storica quando sussistono o emergono elementi nuovi o nuove fonti, questo per lei potrà anche essere un trauma, ma si chiama storiografia e non c’è nulla di sbagliato o fazioso.
    Mi limito a questo piccolo commento sul suo tanto divertente quanto sterile contributo… grazie, mi ha fatto capire il valore della tolleranza.

    Distinti saluti.

  23. E cosa si dovrebbe intendere con il concetto di “libera reinterpretazione storica”? Forse la libertà di reinventarsi il passato ad uso e consumo delle proprie convenienze e di sparare sonore cavolate tanto di moda negli ultimi tempi?
    La storia, anziché reinterpretarla liberamente (ovvero negarla), cominciate a studiarla.

  24. La ricetta dogmatica degli spaghetti all’amatriciana contempla il pecorino ed il guanciale quali ingredienti fondamentali ed irrinunciabili, ma recenti fonti storiografiche hanno dimostrato in modo inoppugnabile come l’emmenthal svizzero e la carne di cavallo ne fossero i componenti originari.
    John Fitzgerald Kennedy fu assassinato a Dallas, Texas il 22 novembre 1963, ma un libro-bomba di prossima pubblicazione rivelerà, portando prove solidissime, che c’era un sosia nell’auto presidenziale, che Kennedy vive beatamente a Cuba e che svolge tuttora il ruolo di consigliere di Raoul Castro.
    Il calendario che ci hanno imposto per anni dice che oggi è domenica 12 dicembre, ma in realtà è giovedì 7 luglio, dovremmo essere tutti al lavoro, imprecare contro il caldo e cominciare a prenotare per ferragosto altrimenti non troviamo più niente.

  25. Sono anni che guardo con sufficienza i guardiani del piccolo giardinetto di menzogne costruito ad arte, sono anni che li sento latrare, che li vedo stracciarsi le vesti, che cambiano discorso quando vengono messi alle strette oppure che cercano di buttarla in “caciara” quando restano senza argomenti.
    Solitamente le offese si sprecano, si sbandiera una presunta “sapienza” dando… proprio come nei messaggi di questo blog… l’epiteto di “ignorante” al malcapitato che è su una diversa lunghezza d’onda, gli si consiglia di “studiare”.
    Poco importa se il presunto ignorante in questione non solo conosce bene la storia o la politica tanto da essersi laureato in una materia che riguarda entrambe, poco importa se l’ignorante in questione ha approfondito nel corso degli anni gli argomenti che i sedicenti “sapienti” hanno magari solo letto in maniera superficiale ai tempi del liceo… nulla è importante, l’ignorante è tale perchè la pensa diversamente…. questa è la scomoda verità.
    Mi spiace egregi signori Tom Joad, Michele G. e Paolo… voi, con il vostro atteggiamento un po’ ottuso, dimostrate di essere gli scherani della menzogna piuttosto che i difensori della verità.
    Il signor Michele mi chiede cosa si dovrebbe intendere per libera interpretazione storica, forse il signor Michele non conosce le basi della storiografia: consultazione delle fonti (molto spesso secretate), analisi dei documenti (molto spesso archiviati), confronto dei dati (a volte discordanti) e ricerca continua… da lì un’evoluzione continua, una re-interpretazione costante e una nuova visione dei fatti storici.
    Questa è la storiografia… e su alcuni argomenti – credo che sia inutile elencarli poichè andremmo Off Topic – c’è un veto totale, un tabù sociale, un divieto assoluto di libera ricerca… pena la gogna, nella migliore delle ipotesi.
    L’emersione di “nuove verità” potrebbe danneggiare molto chi ha interessi in determinati settori… e questo fa molta paura.
    E voi… strenui difensori della verità imposta… fate da sempre il “loro” gioco: forcaioli quando serve, ironici se si deve, ecc.. ecc… l’importante è la “difesa” ad oltranza del pensiero comune.
    Contenti voi… contenti tutti…
    ma, per favore, non mettetevi su un piedistallo per sovrastare il vostro umile interlocutore, perchè quel piedistallo traballante assomiglia sempre di più ad un trespolo… e voi sapete bene chi si appolaia sul trespolo… vero?
    distinti saluti
    Mirko Viola

    P.S.: possiamo continuare la conversazione su una base di reciproco rispetto, se permangono gli insulti o gli inutili sfottò io mi tiro volentieri fuori.

  26. Mah! io la definisco “brillante ironia iperbolica”, non “inutile sfottò” (che brutta parola “sfottò, orribile almeno quanto “kermesse”, ma ognuno sceglie dal dizionario le parole che preferisce), ma non posso pretendere che il mio umorisimo, finalizzato in questo caso a veicolare un concetto, sia apprezzato da tutti e in ogni circostanza.
    Vedo malafede e disonestà nelle operazioni o nei tentativi di alterazione della realtà storica ampiamente provata e documentata, avendo la netta sensazione che il fine sia quello di ripulirsi il curriculum vitae per provare a riproporre nel 2009, quasi 2010, più o meno le stesse cose del passato.
    Il cosiddetto “revisionismo” si concentra con pervicacia solo su un certo periodo storico, interessando molto meno le guerre napoleoniche o l’età del bronzo.
    Non c’è nulla di sbagliato nel pensiero comune che, attraverso la conoscenza di certi avvenimenti storici, respinge le aberrazioni del passato e si oppone a riproposizioni rivedute e corrette degli stessi ideali e dello stesso modo di pensare. Pare che anche gli italiani abbiano maturato una coscienza civile in questo senso.
    Non m’importa particolarmente di definirmi “anti-fascista”, mi definirei prima in cento, mille altri modi, ma la storia al riguardo ha emesso il suo verdetto e l’opposizione al fascismo è una conseguenza che ho accolto nella mia coscienza civile senza fanfare o isterismi.
    E mi pare quantomeno bizzarro che chi simpatizza con una organizzazione di chiara ispirazione fascista – che vuole imporre la religione di stato, considera gli omosessuali come “sodomiti” , auspica la cancellazione di Israele dalla cartina geografica, concentra la sua attenzione sui crimini solo se commessi da zingari e rumeni – venga poi a farci la morale sul pensiero unico e sul pensiero imposto.
    Superfluo ricordare che “pensiero unico” e “pensiero imposto” furono propri di quel ventennio.
    E mi reca fastidio, a me non credente con una formazione religiosa di stampo cattolico che mi tengo stretto e alla quale non rinuncerò mai per i valori che mi ha trasmesso, che la religione (qualsiasi religione) venga strumentalizzata, alterandone il messaggio, per legittimare un’ortodossia di pensiero che si dimentica poi degli insegnamenti di Cristo o di quelli di Maometto.
    Detto questo, saluto cordialmente tutti (in particolare Michele, che ha apprezzato la mia “brillante ironia iperbolica”) e auguro una buona giornata.

  27. Cito:
    “che vuole imporre la religione di stato, considera gli omosessuali come “sodomiti” , auspica la cancellazione di Israele dalla cartina geografica, concentra la sua attenzione sui crimini solo se commessi da zingari e rumeni”
    1 – Nessuno in FN vuole imporre a lei o a chiunque altro di andare a messa o di fare la comunione, ci mancherebbe… io sono un miscredente senzadio… si figuri un po’.
    2 – gli omosessuali vengono considerati “sodomiti” perchè lo sono, lei li potrà anche chiamare “sventrapapere”, ma la realtà non è quella… e la radice etimologica dell’accezione “matrimonio” a cui loro tanto agognano non prevede unioni omosessuali, può facilmente cercare sul vocabolario il significato. Se, invece, si riferisce alla difesa della famiglia da parte di FN allora ha ragione, FN difende la rfamiglia tradizionale, lei questa difesa può considerarla una cosa sbagliata e ributtante, nessuno glielo impedisce, per noi è importante.
    3 – nessuno auspica la cancellazione di Israele.
    4 – La generalizzazione dei crimini solo se commessi da zingari e rumeni sta solo nelle sue fantasie.
    quindi… preg.mo sig. Tom Joad, dalla brillante ironia iperbolica, di cosa sta parlando?
    distinti saluti

  28. per quanto riguarda l’umorismo finalizzato a definire un concetto, cioè… in “soldoni”… l’umorismo finalizzato alla pervicace difesa del pensiero comune imposto… le vorrei ricordare che la forza della verità sta proprio nella sua possibilità di negarla… una verità che necessita dell’intimidazione e della persecuzione di stato per stare in piedi non è verità, ma dogma religioso della peggior specie.
    Triste è vedere che nel 2009 è come se fossimo ancora nel medioevo… mi spiego meglio: durante la “caccia alle streghe” eminenti scienziati scrissero libri dimostrando senza ombra di dubbio gli accoppiamenti delle streghe con il diavolo in certe notti particolari, c’erano testimonianze OCULARI su come il diavolo assumesse la forma di caprone e tesi scientifiche volte a dimostrare quanto ghiacciato fosse lo sperma del demonio…. ed altre amenità che, ovviamente, ai nostri occhi di uomini evoluti, fanno solo ridere.
    In quei tempi erano in POCHI a credere il contrario… questi pochi venivano perseguitati dai tanti.
    Se lo ricorda Galileo Galilei???
    Accuse… processo… condanna e successiva abiura.
    Lo stesso succede oggi ai cosiddetti revisionisti della storia (quella recente ovviamente, per l’età del bronzo gli interessi economici delle lobby sono trascurabili): David Irving e il vescovo Williamson sono stati costretti ad abiurare proprio come Galileo… quelli che non lo fanno sono perseguitati (come il prof. Caracciolo) o in galera (come tanti ricercatori incarcerati per aver scritto libri)… e non c’è scampo nemmeno per i loro avvocati difensori (Sylvia Stolz e Horst Mahler su tutti) che subiscono lo stesso ignobile trattamento: IN GALERA..!
    La libera ricerca storica su fatti di 60 anni fa e il libero pensiero sono punite – nella libera Europa – con la persecuzione nelle migliori delle ipotesi o il carcere nelle peggiori (per molti liturgici la pena di morte per i ricercatori revisionisti credo non sia ancora sufficiente)… come mai questa oscena vergogna???
    Secondo Lei è normale che la “presunta verità” imposta dai vincitori di allora debba essere difesa utilizzando l’arma coercitiva dell’incarceramento e della persecuzione???
    I revisionisti dicono un monte di stupidate… perchè allora fanno così tanta paura???
    Come dicevo, la forza della verità sta proprio nella sua possibilità di negarla…. invece si regge solo sulla proibizione e la condanna degli Eretici… questo è molto triste signor Tom Joad…. siamo nel 2009 o nel medioevo?

    P.S. chiedo scusa per questo estemporaneo sfogo decisamente Off Topic, ma è necessario, viste le posizioni divergenti, per poter meglio chiarire un pensiero…. lungi da me volermi addentrare in questioni che esulano decisamente questo blog.

    distinti saluti

  29. David Irving, il vescovo Williamson, Horst Mahler…. i lettori di questo blog, ammesso che ne abbiano la voglia, possono documentarsi su internet su questi “gentiluomini” e sul perchè andavano sostenendo quello che dicevano.
    E poi il paragone dei tempi attuali con il medio-evo..ppffff!!
    Posso incassare qualche insulto, non c’è problema, ma continuare a giocare quando le carte sono truccate non ha molto senso.
    Per cui questo è il mio ultimo commento riguardo all’argomento.
    Una buona serata al signor Mirko Viola.

  30. Caro paolo,
    se la redazione di VignaClaraBlog.it vorrà organizzare un incontro dibattito (cosi non potresti dire che è di parte, rimarremmo in zona franca) sull’attualità o sulla storia recente e meno recente o sulle questioni di geopolitica o di economia, saremo felicissimi di partecipare e dimostrare a te e a chi vorrà esserci che il “poracci” va rivolto a qualcun altro.

  31. Caro Michele G.,
    rivolgo a lei la stessa proposta invito fatta a Paolo, fatevi promotori tramite questo blog di un incontro pubblico, parteciperemo volentieri e vedremo chi ha studiato e chi no.

  32. Salve Mirko, volevo dare – se riesco – un mio contributo a questo “rimpallo” di opinioni.
    Evidenziando che comunque mai mi verrebbe in mente di preparare trasferte laziali , il mio cuore di lupo non reggerebbe.
    E non credo che la valenza di una organizzazione la si possa valutare dal disturbo che arreca al traffico, altrimenti nell’ultimo mese cosa pensare dei sindacati, dell’Idv&Compagnia cianciando ?
    A mio avviso , la Storia non deve essere riscritta.
    Deve essere implementata e corretta “da e di” quelle parti che sono state fin’ora volutamente mancanti e/o ignorate.
    Nessuno nega ( sarebbe un imbecille ) i campi di sterminio ed i suoi orrori ma far trascorrere 60epassaanni per evidenziare e portare a conoscenza dei più, gli accadimenti delle Foibe mi sembra un’operazione corretta seppur tardiva e comunque non alimentata da revisionismo.
    Eppure qualcuno ha usato questo termine – revisionismo – quasi ad impedire la diffusione conoscitiva di tragedie che ci hanno colpito gli Italiani sia direttamente che in modo trasversale.
    Chiaro che i partigiani titini e la loro lotta , vengono visti in modo differente , ora.
    Assieme ai loro sostenitori di ieri e di oggi.
    Evidenziare quanto generalmente sottaciuto , ricordando che le vittime dello stalinismo sono state assai più numerose di quelle causate dal nazismo, nulla fa cambiare nei giudizi riguardo il Reich ma ricordare questo significa poi vedere in luce diversa le parole, gli atteggiamenti e le finalità – ad esempio – del Migliore , al secolo Togliatti.
    Ossia di colui che ha attivamente partecipato alla “ricostruzione” nazionale e di cui possiamo – ricordando quanto sopra indicato – meglio interpretare le sue azioni ed i suoi fini ultimi.
    Non è che poi 20milioni di morti valgano più di 12milioni , non è algebra , questa.
    E’ comunque massacro.
    Ricordare il triangolo rosso emiliano e le uccisioni , anzi assassinii , che sono state perpetrati sul finire del conflitto e subito dopo , non è revisionismo.
    E’ portare alla luce verità nascoste e scomode che lo stesso ( compagno ) Pansa ha pagato in prima persona e fatto oggetto di accuse quasi di collaborazionismo ( con chi poi ? ).
    Chi nega gli orrori nazisti è un idiota.
    Chi cela gli orrori dell’altra parte , altrettanto.
    Affermare che nella RSI c’erano solo biechi e beceri fascisti e non anche, e soprattutto , giovani di 16-17-20anni animati da uno spirito patriottico e di ricostruzione , significa affermare il falso.
    Anche lì si andava a morire consciamente per un ideale.
    Ripeto che solo un idiota può cercare di confutare gli errori e gli orrori accaduti , così come solo un idiota può affermare che il Fascismo è il Male Assoluto.
    Ogni riferimento è puramente casuale.
    E’ questo il revisionismo ( o parte di esso ) di cui lei parla , Mirko ?
    Se sì . siamo d’accordo.
    Se invece comincia a raccontarmi della giustezza della politica espansionistica tedesca del 39, o l’inesistenza dei lager allora no, non ci sto.
    Penso di essere decisamente pragmatico. Se gareggio , posso vincere o perdere.
    Se perdo sò , ma lo sò dall’inzio della tenzone che poi debbo mio malgrado sottostare alle pratiche dello sconfitto.
    Non faccio e non facevo come quei poveri deficenti che andando in piazza con un manico di piccone , se venivano sfiorati dal manganello di un poliziotto urlavano all’aggressione ed allo stato boia.
    Fa parte del gioco , altrimenti stanne fuori , non è roba per te e si perde in dignità.
    E’ ovvio che la Storia la scrivano i vincitori , altrimenti chi ?
    Probabilmente se i Galli avessero potuto raccontare la loro , avremmo ascoltato cose diverse sull’Antico Impero.
    Serve poi combattere per ristabilire le Verità scomparse e negate.

    Onestamente poi di David Irving e del vescovo Williamson francamente , me ne frego.
    Non sono ariano ma assolutamente latino, romano e romanista e pragmaticamente credo che sarei una delle prime vittime malgrado occhi azzurri e capelli biondi ( ‘na volta ).
    Horst Mahler , squinternato. Una vita a sinistra poi con la Frazione rossa della Baadercomesidice, Con gli arabi terroristi in medio oriente ed anni dopo poi con la destra-neonazista lamentandosi del numero esistente di arabi in Germania , ossia gli stessi con i quali si addestrava pochi anni prima.
    Certo, non è detto che tutti debbano avere le rotelle a posto, però qualcuno esagera.

    Li posso conoscere e studiare a livello di cultura personale.
    Ma oggi , nel mondo di oggi non servono anzi alcuni sono decisamente dannosi.

    Detto questo , Mirko , spero Lei non sia uno di quelli che negano l’Olocausto, che vuole eliminare fisicamente extracomunitari ed omosessuali , che vuole riportarci in uno stato filoclericale, che vuole ripristinare la divina discendenza per il governo basandosi su miti non meglio identificati.
    Se voi andaste al governo , il vostro mito chi sarebbe ? Fiore ?

    Ho letto – con fatica lo ammetto malgradi i caratteri da non vedente – le 25pagine.
    Mi sembra un bel mischione di concetti evoliani , neoclericali e populisti .
    Moneta del popolo, azzeramento dei debiti, nazionalizzazione di tutti gli istituti bancari. ?
    Ci volete ammazzare economicamente ?

    Collaborazione con la Russia , il SudAmerica ed i Boeri (?).
    Il buon Roberto quando emigrò forzatamente mica è andato a Lima o Mosca o Pretoria , è andato a trovare rifugio nella capitale della nazione più filo-americana che esiste al mondo e pure con una grossa presenza islamica mica tanto moderata.
    Ha sbagliato aereo ?
    Non credo.
    Dico che molto semplicemente tra il dire ed il fare …

    Perché dovrei preferire la Russia agli Stati Uniti ?
    Mica sono scemo.
    Solo perchè hanno sostituito il politbjuro con la mafia , grassa , pacchiana ed assassina ?
    No grazie.
    L’unica cosa che gli perdono è il blocco dei fondamentalisti ceceni.
    Malgrado i massacri , però contrastano comunque terroristi.

    Perché dovrei privilegiare uno stato islamico anche se non profondamente fondamentalista ad uno stato come Israele che avverto più vicino come “occidentale” ?
    Sicuramente Israele ha commesso e spesso commette ancor oggi grossissimi e tragici errori , chiamiamoli anche persecuzioni e massacri, come realmente sono.
    Però Arafat è morto straricco , con i soldi dei suoi palestinesi.
    Gli ha dato le armi ma non la civiltà e cultura.
    Probabilmente non ne era in grado.
    Israele comunque non combatte contro un gregge indifeso e comunque combatte per la propria sopravvivenza.
    Se è questa che non viene tollerata , allora chiudiamo il discorso.
    E non sono certo neo sionista.
    Ma solo un idiota potrebbe affermare e desiderare la scomparsa di una nazione.
    Su questo io penso che in fondo in fondo, Israele sta sulle palle perchè si comporta come tutti vorremmo che si comportasse il NOSTRO stato.
    Esempio stupido , se la Tunisia avesse cominciato a sequestare i pescherecci senza motivo e con arroganza ad Israele , questa dopo il primo sequestro avrebbe raso al suolo Tunisi.
    Oggi invece l’80% della flotta tunisina è con “brand” italiano.
    Non ti girano un po’ le palle ? Non li avresti bombardati e mitragliati ?
    Io si.
    Credo comunque che mi sentirei ( come occidentale ) più a mio agio a Tel Aviv che a Riad o Tehran.
    Mi sembra un tantino più affidabile ( con tutte le distanze del caso ) Obama di Ahmadinejad o Gordon Brown di Ali Khamenei o Berlusconi ( tanto per rimanere a casa nostra ) dei vari leaders ex contadini, ex(?) tupamaros del Sudamerica.

    – A proposito , un grosso , enorme sostegno a quei veri militanti rivoluzionari che sono in questo momento gli studenti iraniani , altro che i quattrocialtroni dell’italica onda. –

    Voglio dire , ho visto , abbiamo visto, migliaia di russi che chiedevano asilo politico in Usa, sudamericani che saltavano il filo spinato e nuotavano nel fiume , un grande e grosso fiume per andare sempre negli US.
    Nei containers troviamo nascosti gli afgani, iracheni, iraniani, sudanesi,africani e sudamericani mica quelli provenienti da Seattle , New York o San Francisco.
    Le colf generalmente sono sudamericane mica canadesi o britanniche.
    Le ucraine e le russe invece … mica del Bangladesh !
    E mai il viceversa, comunque.
    Ci sarà pure un motivo.
    Lascio a te trovarlo.

    Perchè quindi questa avversione nei confronti degli USA , di Israele e perchè poi dovrebbero andare meglio la Russia , Ecuador o Iran ?

    Detto questo , ritroviamo certamente uno spirito europeo, riaffermiamo certi valori che da sempre hanno consentito all’Occidente di affermarsi come guida mondiale ad ogni livello, “morigeriamo” determinati poteri che hanno acquistato tanta, troppa egemonia, riconsideriamo i flussi di immigrazione, esercitiamo una politica che veda prima le popolazioni autoctone, espelliamo quelli che si rendono indesiderabili, espelliamoli senza alcun timore o remora, combattiamo il malcostume imperante , morale sessuale e comportamentale.
    Se i gay vogliono essere omosessuali o gli omosessuali vogliono fare i gay, va bene.
    Va bene entro certi limiti. Limiti di decenza pubblica ( e questo vale anche per gli etero ) e limiti morali.
    Ad esempio ( per me ) no tassativo all’adozione.
    Ma non possono essere colpevolizzati solo perché gay .
    I rom ? Espulsione immediata o lavori forzati per quelli che delinquono e rifiutano l’anagrafe. Se non esistono i lavori forzati , inventiamoli, istituiamoli.Se non lavorano e non vogliono lavorare fuori , a casa, in Romania o dadovecacchiosonovenuti.
    A prescindere da quello che blatera il Vaticano.
    L’orbace andava bene ( mi andava bene perlomeno ) qualche decennio fa , oggi non è che sia in disuso , non ha senso indossarlo. Come dire , il portamento eretto , le spalle dritte ed il cervello pronto, possono coincidere anche con altri tessuti , meno ruvidi e più confortevoli.
    Ne è passato di tempo dalla rivoluzione industriale a livello di qualità !

    Facciamo tutto ciò, però con quelli che sono i dettami di una Storia che è andata avanti, che necessariamente ha cambiato i suoi parametri.
    Come erano cambiati nel 1922 rispetto al 1848 e così come saranno variati nel 2073 rispetto ad oggi.
    Bisogna vivere il proprio tempo e mischiare dei giusti accorgimenti con riferimenti vecchi di quasi un secolo, non ha senso.
    Nessuno ( perlomeno io ) ha scordato determinati valori presenti nel passato e che sono stati il fulcro di determinati movimenti politici e sociali ma ripresentare il tutto di prima, cercando di forzarlo nell’attuale situazione è una operazione impossibile e tutto sommato senza senso.
    Comunque un saluto …..

  33. Opps , dimenticavo ……
    chiedo venia e perdono per la lunghezza del testo
    Ma in realtà è solo una parte
    Chiedo di nuovo scusa, perdonatemi.

  34. Se, come prospettato da Gianguido, si organizzasse un incontro pubblico sarei disposto a venire a Roma da Milano per partecipare attivamente (ripeto che non sono un militante di Forza Nuova).
    Per quanto riguarda Aragorn, le risponderò con calma… ma deve avere un attimo di pazienza oggi purtroppo sono oberato di lavoro.
    riguardo a Horst Mahler, che lei definisce “squinternato”, le ricordo che è in carcere perchè – da avvocato – ha difeso un revisionista.
    Io non nego un bel nulla, il revisionismo è pura affermazione, non negazione… si affermano delle verità e si negano delle menzogne.
    Consideri anche che sono un disinfestatore abilitato dall’autorità sanitaria all’uso di gas tossici: l’ormai dismesso bromuro di metile, l’idrogeno fosforato e l’acido cianidrico (già… proprio quello).
    Quindi… data la mia esperienza vastissima nel campo delle gasazioni di strutture e materiali (dalle masse di cereali, alle piccole camere fino ai grandi molini industriali), esperienza acquisita in oltre 15 anni di trattamenti sul campo, posso tranquillamente affermare di essere un esperto, sarebbe interessante sapere il livello di conoscenza sull’argomento dei miei interlocutori prima di inziare qualsiasi dissertazione in merito ad un argomento prettamente tecnico che esula – se inteso scientificamente – qualsiasi discorso di morale o di etica.
    distinti saluti

  35. Mirko , non si sforzi , lasci stare.
    Anch’io impegnato nel lavoro ho poco tempo.

    Quel poco che avevo l’ho impegnato in alcune rapide ricerche.
    Il risultato delle quali sono :
    – le sue risposte mi sembrano un duplicato , quasi fossero preparate prima :

    …….Triste è vedere che nel 2009 è come se fossimo ancora nel medioevo… mi spiego meglio: durante la “caccia alle streghe” eminenti scienziati scrissero libri dimostrando senza ombra di dubbio gli accoppiamenti delle streghe con il diavolo in certe notti particolari, c’erano testimonianze OCULARI su come il diavolo assumesse la forma di caprone e tesi scientifiche volte a dimostrare quanto ghiacciato fosse lo sperma del demonio…. ed altre amenità che, ovviamente, ai nostri occhi di uomini evoluti, fanno solo ridere….
    Proprio come succede adesso con il revisionismo della Shoah…
    Se lo ricorda Galileo Galilei???
    Accuse… processo… condanna e successiva abiura.
    Lo stesso succede oggi ai revisionisti: David Irving e il vescovo Williamson ……..
    tratto da :
    http://olo-dogma.myblog.it/archive/2009/11/27/revisionisti-olocausto-focusonisrael-una-shoah.html

    – Horst Mahler non è stato incarcerato perchè difensore di un revisionista , bensì :
    Il celebre avvocato tedesco Horst Mahler, 73 anni, è stato condannato dal tribunale di Monaco, il 25 Febbraio, a 6 anni di carcere per negazione dell’Olocausto e rinchiuso dopo l’annuncio della sentenza …
    tratto da :
    http://cittadiariano.it/blog/huey/2009/04/il-lascito-di-horst-mahler/

    Lasci stare Mirko , tra l’altro nella mia scarsa cultura al massimo di gas uso il “raid” ammazzamosche.
    E basta.

    – Per ultimo , non sarà di FN ma saluta con “saluti forzanovisti”.

    Mappoi mi viene da pensare , tutti questi personaggi “lottano e beatificano” il popolo tedesco e mi domando , ma a Lei che cosa importa?

  36. P.S.: se cerca in rete, nei vari Forum, troverà ampie dissertazioni, sempre mie… su Olo-Dogma avrà notato che mi firmo SEMPRE…. la cosa importante è l’educazione e l’assenza di offese.
    Ha ragione Lei… la sua cultura… ovviamente… non le permette di sostenere un dibattito su ciò che non conosce, quindi… in assenza di argomenti… meglio parlare di Rom.
    I saluti Forzanovisti non implicano una militanza, ovviamente sono un simpatizzante… preferisco definirmi cane sciolto.
    distinti saluti

  37. Aragorn, mi viene da pensare che, a questo punto, la miglior risposta sia il silenzio…
    Poi, ovviamente e come sempre, sei libero di dissentire…

  38. sono d’accordo con lei sig. Paolo, quando mancano argomenti validi per sostenere una discussione è sempre meglio il silenzio…
    distinti saluti

  39. Mi sa che il signor Viola se pensa di fare proseliti qui, si sbagli di grosso. Anche le provocazioni sulla mancanza di argomenti degli “avversari” mi sembrano fuori luogo . Suggerirei di far cadere il tutto, non merita più di tanto ribattere a certe affermazioni.

  40. Mirko , mi adeguo a quanto da Lei sostenuto e cioè l’importanza di un dialogo che sia educato e con assenza di offese.
    Quindi , Lei capirà ..la mia cultura… ovviamente… non mi permette di sostenere un dibattito su ciò che non conosco, quindi… in assenza di argomenti… meglio parlare di Rom…
    ….. anzi oggi mi astengo anche da questo.

    D’altronde non posso competere con la sua esperienza pluridecennale di gasazioni a fini di disinfestazioni , non dò mica la caccia a scarafaggi e bacarozzi.
    Se questa Specializzazione Lei la intende come Cultura , siamo su due piani molto diversi.
    Chiudendo lo scambio , la saluto , è stato interessante ma non piacevole.

  41. La specializzazione permette di parlare di qualcosa che si conosce.
    La cultura… quella generale… esula il carattere prettamente tecnico dell’argomento in questione.
    Umberto Eco… uomo che NON stimo, ma dall’indubbia cultura… non potrà mai tenere un seminario che riguardi le ultime scoperte nel campo dell’elettrofisiologia… non ne ha le competenze.
    Quindi non confondiamo le acque sig. Aragorn… la sua sterminata cultura non le permette di tenere una lezione su ciò che non conosce.
    La cultura… intesa in senso generale… conta poco.
    Dovendo trattare di Acido Cianidrico l’argomento è ESCLUSIVAMENTE tecnico e scientifico… per questo ho chiesto quali fossero le sue competenze in merito.
    Altrimenti discuteremmo del nulla.
    Distinti saluti

  42. nessun proselitismo gent. sig.ra Cornelia, ci mancherebbe…
    visto che si sproloquia di revisionismo, volevo semplicemente conoscere le competenze specifiche dei miei interlocutori… le ricerche fatte… i libi letti… ecc… ecc… nulla più di questo, non trovo nulla di imbarazzante o offensivo in questa richiesta.
    Saluti

  43. Caro Aragorn,
    mi sono letto ben bene il suo scritto, devo dire che è più onesto e aperto di tanti altri giudizi affrettati e semplicistici letti qui sopra e me ne compiaccio.
    Su cosa sia il revisionismo, se la storia vada “riscritta” o “ampliata” possiamo trovare facile sintesi, diciamo che in taluni casi andrebbe riscritta in altri semplicemente ampliata, ad esempio che l’eccidio di Katyn fu perpetrato dai sovietici invece che dai nazisti ha comportato una “riscrittura” totale di una pagina di storia. Che la Resistenza in Italia abbia portato anche le foibe o il triangolo rosso comporta magari un “semplice” ampliamento della storiografia stessa. Il Revisionismo è l’uno e l’altro. Discorso diverso per il “negazionismo”.
    Il revisionismo olocaustico, comporta necessariamente una “riscrittura” perchè tende a confutare le tesi divulgate dal dopoguerra e non un semplice ampliamento.
    In ogni caso, che si tratti di riscrivere o ampliare, il revisionismo è lecito, legittimo, direi auspicabile o addirittura doveroso laddove emergano dati nuovi e sostanziali. Per questo non può essere assolutamente impedito per legge, per questo è inaccettabile che si possa finire in prigione per aver espresso un’idea, come nei casi di Irving, Stolz, Malher, Zundel ecc ecc.
    Quanto poi alle sue posizioni “occidentaliste” beh siamo ovviamente su posizioni difficilmente conciliabili. Lei dice che si troverebbe meglio a Tel Aviv piuttosto che Teheran, io le rispondo che mi troverei meglio a Roma, dove sono nato e vivo, se Roma fosse la capitale di uno stato sovrano e indipendente. Siamo invece uno stato a sovranità limitata il cui controllo “reale” è a mio avviso nelle mani di Washington, per questo non posso non essere antiamericanista.

    Tuttavia la discussione sulla politica estera italiana, è troppo complessa per esaurirsi su un blog. Diciamo per sintetizzare che il sostegno a un Chavez, piuttosto che a un Ahmadinejad è dovuto semplicemente ad un motto “il nemico del mio nemico è mio amico” Un Chavez, un Morales, si oppongono al controllo statunitense delle fonti di ricchezza del sud america, sono intimamente nazionalisti e socialisti. Il sostegno alla Russia non è per ricreare la cortina di ferro USA/Russia quanto per ricentrare il ruolo dell’Europa (di cui la Russia deve far parte) rispetto ad un “occidente” che ci è culturalmente e politicamente avverso, e un “oriente” (leggasi Cina) che sta emergendo come la prima potenza economica e militare del mondo, con un governo dittatoriale e disumano.

    Saluti e Buone Feste!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome