Home ATTUALITÀ Cesano – 22 famiglie senza acqua da più di un anno: mancano...

Cesano – 22 famiglie senza acqua da più di un anno: mancano le condutture ACEA

rubinetto2.jpgAd inizio di Settembre a Cesano si è verificata una prolungata interruzione del servizio di fornitura idrica da parte dell’ACEA, ma purtroppo 22 famiglie non se ne sono neanche accorte. Perchè? Il fatto è che queste famiglie, da oltre un anno, l’acqua in casa non l’hanno mai avuta. Una storia che ha dell’incredibile, in esclusiva da VignaClaraBlog.it.

Le 22 famiglie cui ci riferiamo sono proprietarie delle case costruite a Cesano, nell’ambito del piano di zona B20, dalle Cooperative Azalea 87 e Azzurra 87 in Via Giuseppe Gracceva, strada pubblica comunale che, con un percorso ad elle, collega Via Fosso degli Arcacci con Via di Baccanello. Tale via è stata aperta di recente e per questo ancora non figura sulle mappe (vedi googlemaps, la freccia verde indica approssimativamente il punto in cui le due cooperative hanno costruito).

Le abitazioni sono state consegnate ai proprietari a luglio 2008 – nonostante mancassero gli allacciamenti agli acquedotti – e contestualmente alla consegna sono partite le rate del mutuo. Ciò ha comportato che chi era in grado di sostenere economicamente sia la rata del mutuo che un affitto ha scelto di non entrare nella nuova casa e chi, al contrario, non poteva permetterselo è andato a viverci arraggiandosi con mezzi di fortuna. Alcuni, grazie alla preziosa solidarietà dei vicini, ricevono l’acqua grazie a dei tubi, fissi o volanti, allacciati alle condutture delle abitazioni di fronte (le quali o sono collegate alle condutture ACEA o hanno un loro pozzo); altri invece, tramite tubi fissi, prendono l’acqua da un pozzo artesiano rimasto aperto dopo la chiusura del cantiere. Inutile dire che tali tubature di fortuna sono state realizzate interamente dagli sfortunati protagonisti della vicenda.

 [GALLERY=489]

Vista la situazione, immediatamente partì la richiesta di allacciamento alle condutture, ma l’ACEA rispose che bisognava prima produrre il certificato dell’allaccio fognario. Subito esibito, l’ACEA ha inviato i propri tecnici per poter stilare i preventivi per l’allacciamento alle condutture (Azalea 87 – domanda di preventivo n° 2008/11370; Azzurra 87 – domanda di preventivo n° 2008/11368). Questi hanno però constatato che su Via Gracceva non erano state mai realizzate le condutture che sarebbero dovute partire da quella principale (posta sotto Via Fosso degli Arcacci) a servizio di tutta la via; fatto curioso è che la stessa ACEA che ha realizzato e fornisce il servizio dell’illuminazione pubblica alla strada dimenticando però di provvedere alla realizzazione delle condutture idriche.

 [GALLERY=490]

Delle case di nuova costruzione, solo quelle che affacciano direttamente su Via Fosso degli Arcacci hanno l’acqua in quanto collegate direttamente alla conduttura principale così come quelle situate all’angolo tra Via Gracceva e Via di Baccanello, costruite precedentemente. Praticamente sono rimaste escluse dal servizio solo le case costruite non nelle immediate vicinanze delle due vie principali.

[GALLERY=491]

Ovviamente le 22 famiglie vittime di questo pesante disservizio si sono attivate, sia singolarmente sia tramite uno studio legale, nei confronti dell’ACEA e delle istituzioni (interessando nel gennaio scorso anche il Presidente del XX Municipio Gianni Giacomini il quale ha segnalato il caso sia all’ACEA che al Dipartimento IX del Comune di Roma). L’ultimo atto di questa vicenda è rappresentato dalla “diffida e messa in mora per mancanza di condotta principale”  inviata all’ACEA ATO2  in data 22 giugno u.s. dallo stesso IX Dipartimento (clicca qui). Diffida che fa seguito alle precedenti  lettere di Dicembre 2008 e Marzo 2009 rimaste a quanto pare inevase. Basterà per mettere la parola fine al travaglio di questi cittadini?

↓seppe Guernica Reitano

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. A Cesano va tutto bene:
    la immondizia per terra, i cassonetti sempre pieni, i marciapiedi e strade sporchi, le aiuole della piazza una schifezza.
    Via Orrea che non si sa quello che faranno, la messa in sicurezza viaria della scuola e 118, basta una macchina posteggiata male e tutta la zona è bloccata, come è successo giorni fa, le varie strade laterali che vanno su via della stazione chiuse con le sbarre,l’ultimo tratto dopo la curva che porta in via della stazione al buio. Ma quando faranno un’altra uscita, prima che altri costruttori costruiscono altre villette come è già successo.
    Le macchine sempre sopra i marciapiedi specie davanti alla banca, al supermercato, al forno, in via di Baccanello. Sui marciapiedi in via della stazione lato meccanici e benzinai.
    Tutte le varie scritte sui muri amorose e ………..
    In via di Baccanello da diversi giorni c’è un buca al centro della corsia di marcia per chi viene da Roma mal segnalata.
    Dicono che va tutto bene.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome