Home AMBIENTE Campidoglio – un freno agli eccessi della movida notturna

Campidoglio – un freno agli eccessi della movida notturna

pontemilviodinotte.jpgI presidenti dei sei Municipi Roma, XX compreso, coinvolti dalla movida notturna chiamati a raccolta dal Campidoglio per studiare delle proposte a favore della vivibilità dei quartieri interessati. L’incontro si terra’ in settimana, l’obiettivo è porre un freno agli eccessi anche con misure drastiche stando alle dichiarazioni di Gianni Giacomini, presidente del XX Municipio.

Ad anticipare la notizia del mini summit è Il Messaggero che spiega che a partecipare all’incontro voluto dall’assessore capitolino al commercio, Davide Bordoni, saranno i presidenti di sei Municipi: Gianni Giacomini (XX), Orlando Corsetti (I), Dario Marcucci (III), Giammarco Palmieri (VI), Andrea Catarci (XI) e Giacomo Vizzani (XIII).

“Due i punti su quali tutti, o quasi, i minisindaci sono d’accordo: le ordinanze contro la vendita di bevande da asporto in contenitori di vetro e l’ampliamento degli orari e delle aree delle Ztl notturne” afferma Il Messaggero che riporta inoltre quanto detto da Gianni Giacomini a tal proposito: “A Ponte Milvio è necessario limitare il transito dei non residenti durante le ore notturne. Non è possibile che i residenti siano ostaggi del caos e della gente che parcheggia le auto ovunque, anche al centro della strada impedendo la normale circolazione stradale, in particolare tra le 21 e l’1 di notte».

Per leggere l’intero articolo è sufficiente cliccare qui (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. ZTL a ponte milvio? Pure follia.
    Magari aprendo quel parcheggio si eliminerebbero diversi problemi…
    Capisco i residenti, anche se chi davvero ha da lamentarsi sono i residenti della piazza in sè, visto che la movida è tutta lì.
    Però tagliare le gambe alla movida di Ponte Milvio con misure quali quelle citate nell’articolo…..sarebbe ancora peggio.

  2. Giacomini, non c’è bisogno di inventarsi nuovi stupidi divieti, basta far rispettare le regole che già esistono (conosce il Codice della strada?), mandando i Vigili urbani.
    E credo che i residenti siano ostaggio del caos più nelle ore diurne che in quelle notturne.
    Meno chiacchiere e sorrisi educati e più operatività e decisioni serie e concrete!

  3. chi non è residente è pregato di astenersi dal dare suggerimenti o dire stupidate, tipo che chi abita nei dintorni della piazza non è interessato dal caos.
    come se chi abita a via orti tornasse a casa volando…
    la zona pedonale è l’unica soluzione, parcheggeranno al nuovo parcheggio o sennò al foro italico e si faranno trecento metri a piedi e la movida non finirà per questo.

  4. Piero, quanto si ritarda la sera passando per ponte milvio?
    Io ci vado e ci passo e ritardo al massimo 10 minuti. Quindi l’enorme fastidio per i non residenti nella piazza sono quei 10 (diciamo anche 15!!!) minuti in più nei fine settimana?
    Perfavore!
    Il parcheggio prima di agosto non aprirà (visti ormai i tempi) ed al Foro Italico sono presenti altre manifestazioni, con conseguente utilizzo dei parcheggi.

  5. no, i fastidi per i residenti sono suv smart e minicar di traverso sui marciapiedi davanti ai portoni, i clacson di quelli che non possono uscire dal parcheggio, le macchine in tripla fila nel piazzale coi vigili che ti ridono in faccia se obietti qualcosa, l’impossibilità di attraversare tutte le vie intasate dalla doppia e tripla fila, e l’inciviltà dilagante di lucchetti scritte bottiglie e porcherie varie disseminate in giro. ma vedo che va tutto bene per lei, e soprattutto per chi partecipa agli utili dei locali.

  6. Che i residenti abbiano delle conseguenze negative, mi sembra un fatto assodato.
    Però la mia domanda è: allora dobbiamo chiudere i locali e far tornare Ponte Milvio a quello che era anni fa?
    E con Trastevere i residenti dovrebbero chiedere la stessa cosa?

    Cerchiamo un punto di incontro.
    L’orario di vendita di alcolici fissato per le 2 di notte è stato già un segnale per ridurre lo schiamazzo fino a tarda notte.
    Magari un incremento della pulizia per le bottiglie, bicchieri, ecc potrebbe essere un altro passo in avanti.
    E per finire l’apertura di quel famoso parcheggio, che però avverrà solo a luglio inoltrato.
    Già è qualcosa, non crede?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome