Home ATTUALITÀ Farnesina, l’AMA non c’entra: alla ricerca del cassonetto vuoto

Farnesina, l’AMA non c’entra: alla ricerca del cassonetto vuoto

monnezza.jpgQuartiere Farnesina, 8.30 di un qualunque mattino. In Via Nemea un furgone bianco carico di sacchi  neri e verdi pieni di immondizia si accosta ai cassonetti vuoti, due ragazzi li riempiono, poi il furgone riparte, percorre qualche centinaio di metri, si accosta ad un altro gruppo di cassonetti e la scena si ripete: giù altri sacchi fino a riempirli.

Le macchine e le moto passano velocemente senza che gli autisti paiano curarsi dello strano movimento mentre ben diversa è la reazione dei residenti che fin dal primo mattino trovano i cassonetti ricolmi e non sanno dove gettare i loro rifiuti. La reazione, scontata,  è di prendersela con l’AMA, qualcuno si chiede se sia in corso uno sciopero, altri dubitano che la sera prima la raccolta sia stata effettuata, altri ancora che il quartiere non sia servito come dovrebbe e che i cassonetti non siano sufficienti. Nulla di tutto questo, l’Ama effettua la raccolta tutte le sere verso le 22.30 ed i contenitori risultano essere adeguati come numero.

E allora? Chi è che obbliga i residenti ad effettuare tutte le mattine un pellegrinaggio alla ricerca di un cassonetto vuoto? Eccoli all’opera:

[GALLERY=375]

 Chi sono? Da dove vengono? Probabilmente si tratta di una società che ha in appalto lo smaltimento dei rifiuti di grossi comprensori della zona e visto che l’AMA non accede all’interno degli stessi per problemi di viabilità questa società si fa carico del ritiro e dello smaltimento della cosidetta “monnezza”. Ma perchè farlo di mattino, non potrebbe riempire i contenitori di sera poco prima che i camion dell’AMA passino per la raccolta? Non potrebbe chiedere all’AMA di mettere più cassonetti in prossimità dell’entrata dei comprensori?
Banali interrogativi certo, ma per una volta tanto evitiamo che si pensi ad un disservizio, questa volta non sembra esserci nessuna inefficienza, solo cattiva organizzazione o mancanza di comunicazione. Ed a quest’ultima abbiamo sopperito noi.

Enrico Scandurra di Epiro

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. La stessa scena si è ripetuta questa mattina presso i cassonetti di Via dei Giuochi Istmici verso le 9:00. Sembrerebbe anche lo stesso camioncino.

  2. Confermo la situazione di Via Giuochi Istmici delle 9 di questa mattinata segnalata dal Sig. Fabrizio. E’ opportuno continuare a segnalare i disagi che i residenti subiscono a causa di un errato sistema di raccolta rifiuti.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome