Home ATTUALITÀ XX Municipio – Pubblico Registro degli Interessi, un passo verso la trasparenza

XX Municipio – Pubblico Registro degli Interessi, un passo verso la trasparenza

logo xxUn nuovo passo sulla via della trasparenza. Nella seduta odierna di Consiglio del XX Municipio e’ stata deliberata l’istituzione del Pubblico Registro degli Interessi e del relativo regolamento attuativo. A circa due anni dall’approvazione della prima Risoluzione in merito, dopo un lungo, troppo lungo iter, fra alterne vicende di stop&go di tipo politico, oggi ha visto la luce uno strumento di vera trasparenza.

A ripercorrerne in aula il lungo iter è stato il Consigliere Andrea Antonini, presidente della Commissione Trasparenza,  che ha ricordato come il tutto prenda le mosse dalla Risoluzione 48 di Maggio 2007 nella quale si istituisce il Pubblico Registro degli Interessi dando mandato alla Commissione Trasparenza di redigere il relativo regolamento attuativo da approvare poi in Consiglio.

Per giungere a tale regolamento, compreso l’intervallo delle elezioni amministrative della scorsa primavera ed i tempi necessari all’insediamento del nuovo consiglio e delle nuove commissioni, si rendono necessari circa 14 mesi finche’ a Luglio 2008 il regolamento definitivo prende forma. Ad Agosto avviene pero’ un cambio al vertice del Municipio ed il  nuovo Direttore solleva un dubbio sulla legittimita’ del prosieguo: il regolamento deve essere approvato in Consiglio sotto forma di Risoluzione o di Deliberazione?

Altri 5 mesi per sciogliere il dubbio e per giungere finalmente alla seduta odierna nella quale “il Consiglio ha approvato all’unanimita’ l’istituzione del Pubblico Registro degli Interessi, atto politico che, assieme alle dirette web, pone il nostro municipio all’avanguardia nel livello di trasparenza“.
Cosi’ ci dichiara infatti Andrea Antonini spiegando che “da oggi ciascun consigliere, assessore, o direttore sara’ tenuto a segnalare se suoi parenti, sino al secondo grado, detengano partecipazioni in societa’ che abbiano rapporti contrattuali con il Municipio o con il Comune di Roma. Non si tratta di cercare il marcio dove non esiste – afferma il presidente della Commissione Trasparenza – ma di fornire al corpo elettorale elementi di valutazione politica sull’operato di chi e’ chiamato a rappresentarlo. Da oggi esiste uno strumento di trasparenza in piu’ nel XX Municipio“.

Ma come si traduce in pratica ? In tale registro il Presidente, gli Assessori, i Consiglieri, il Direttore ed i Dirigenti del Municipio su base assolutamente volontaria dovranno dichiarare se essi o loro parenti siano soci, dipendenti o collaboratori a qualunque titolo di societa’ fornitrici di beni o servizi al Municipio ovvero di qualunque altra organizzazione che abbia in essere un rapporto contrattuale di natura economica con il Municipio stesso. Sempre gli stessi soggetti e sempre su base volontaria dovranno inoltre dichiarare se loro parenti siano dipendenti del Comune di Roma in servizio presso il XX Municipio. L’adesione su base volontaria – ha spiegato in aula Andrea Antonini, e’ una-tantum: chi aderisce si impegna non solo a fornire le informazioni di cui sopra all’atto dell’istituzione fisica del Registro, ma anche a tenerle aggiornate fornendo le eventuali variazioni o novita’ nei 30 giorni successivi all’insorgere delle stesse.
In aula non e’ stato pero’ chiarito come lo stesso sara’ reso pubblico, auspichiamo quindi che trovi un adeguato spazio sul sito web del XX Municipio che rappresenta per i cittadini una finestra sempre aperta.

Oggi e’ stato compiuto quindi un altro passo sulla via della trasparenza degli atti e dei comportamenti dei nostri amministratori locali perche’, ne siamo certi, trasparenza1.jpgpochi o auspicabilmente nessuno rifiutera’ di iscriversi al registro, senza nulla togliere ovviamente alla legittimita’ di tale scelta.  Registriamo dunque questo evento con soddisfazione, il new deal della trasparenza sembra essere alle porte dopo il buio completo degli anni passati.  Ma la via della trasparenza e’ ancora lunga, di passi importanti e di Risoluzioni dormienti da anni ce ne sono ancora tante: come non ricordare  la pietra miliare, la Risoluzione 11.2004 inattuata da ben 5 anni, che prevede la pubblicazione sul sito del Municipio delle Ordinanze del Presidente, delle delibere di Giunta e di Consiglio, delle Determinazioni Dirigenziali con impatto significativo sulla viabilità e vivibilità del territorio, degli atti di affidamento e/o di appalto a terzi di forniture di beni e servizi,  del Bilancio preventivo e consuntivo del Municipio ?
Questa e’ la vera sfida, a patto che ci sia ancora qualcuno disposto a raccoglierla. (Red.)

.

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Insomma, gli assenti sarano sempre giustificati, i presenti, solo per questo, avranno 10 in condotta, mi spiegate cui prodest questo registro ? Vincenzo

  2. Come gli amici di vignaclarablog sanno, il regolamento e la risoluzione relativi al pubblico registro degli interessi sono stati redatti dal Gruppo del PD nella scorsa consiliatura e fatti approvare dall’allra Commissione trasparenza.

    Il lungo silenzio nella preparazione della delibera è stato interrotto grazie alla richiesta del PD in Conferenza dei capigruppo di accellerare l’iter.

    Si tratta di un passaggio importante, su quale la classe e lo stile politico avrebbe voluto che Antonini ricordasse il ruolo del Presidente Sterpa che ha guidato la Commissione nel 2006-2008.

    In ogni caso, salutiamo felici questo voto dell’Aula e ringraziamo Antonini per aver portato a termine il lavoro del PD.

    Gruppo PD Municipio XX

  3. consigliere Sterpa lasciamo stare la ricerca dei meriti, due anni per varare una cosa di questo genere mi sembrano veramente tanti, anzi troppi.
    Lasci a noi cittadini la soddisfazione di vedere il registro sul sito del municipio quando e se verra’ pubblicato sperando che l’alibi della volontarieta’ non ne faccia un registro con tante pagine bianche. Saluti. Clara

  4. Troppi. Davvero troppi questi anni. Allora, Sig.ra Clara, visto che è brava, si faccia una domanda e si risponda da sola: chi ha permesso che pessassero due anni?

    Saluti cari.

  5. @ Vincenzo
    La veda in modo differente.Zero in condotta agli assenti che non potranno mai essere giustificati. Anzi. Su di loro peserà sempre un dubbio.

  6. Consigliere Sterpa, si faccia lei una domanda e si risponda da solo: è vero o no che lei, in qualità di presidente della commissionetrasparenza, ha prodtto la bozza di regolamento sette o otto mesi dopo la risoluzione, quasi a fine precedente consiliatura, troppo tardi per essere approvata prima delle elezioni ?
    Sterpa non avventuriamoci su questo campo, io non volevo accusare nè lei nè Antonini. Diciamo solo che i lunghi tempi ai quali ci ha abituati il nostro municipio sono stati una volta di più confermati. Spero che non servano ora altri due anni per vedere questo registro compilato. Buona notte. Clara.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome