Home ARTE E CULTURA Teatro Cassia – Il Fantasma Blu, di Amanda Sandrelli e Blas Roca...

Teatro Cassia – Il Fantasma Blu, di Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey

sipario.jpgIl 14 e il 15 Febbraio al Teatro Cassia di Via Santa Giovanna Elisabetta 69  Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey saranno in scena con “Il Fantasma blu“, uno spettacolo nel quale un uomo ed una donna raccontano l’amore per la vita con l’aiuto dei versi di Dante, le poesie di Eugenio Montale e con le testimonianze dirette di Lella Costa e Gino Strada. Un appuntamento da non perdere nell’appena rinnovato Teatro Cassia. Abbiamo raggiunto i protagonisti dello spettacolo impegnati nelle ultime prove in teatro.

Un debutto al Teatro Cassia per voi rappresenta qualcosa di più dato che ne siete anche soci insieme ad altri artisti. Come è nata l’idea di partecipare alla sua rinascita? Tomaso Thellung, direttore artistico del Teatro Cassia, è una delle persone di cui ci fidiamo davvero, così quando ci ha proposto questa occasione non abbiamo potuto dire di no!  Questo teatro è in un quartiere che ha pochi spazi teatrali, all’interno di una scuola, con un grande parcheggio e, anche se era messo male era facile intuire che sarebbe potuto diventare bello, in realtà è diventato bellissimo! Un teatro non è solo un posto dove fare spettacoli, serve per prepararli, per progetti anche a lungo termine, per ospitare altre espressioni artistiche e culturali, per lavorare con i ragazzi… un teatro è prima di tutto un centro di aggregazione in un quartiere, e un posto dove divertirsi, giocare!

Blas, di cosa parla lo spettacolo che portate in scena? Lo spettacolo racconta le nostre vite da quando eravamo figli ad oggi che siamo diventati genitori, è un pretesto per recitare, ridere e cantare le cose più belle che ci sono capitate per le mani in questi anni, aiutati da tre fantastici musicisti che ci accompagnano dal vivo: Pino Cangialosi, Fabio Battistelli e Marzuk Mejri. La regia è di Lorenzo Gioelli. 

Amanda, cosa ne pensa del futuro culturale, risente secondo lei della situazione generale? Non riesco ad essere molto ottimista sul futuro di questo paese, lo sono di carattere e per questo cerco di guardare un po’ più lontano, di pensare all’Europa, al resto del mondo. Mi sembra che l’Italia abbia dei problemi profondamente radicati e quindi difficilissimi da estirpare, la giustizia, la politica e la burocrazia non funzionano, o meglio funzionano male, e questo si ripercuote sulla vita quotidiana di ognuno di noi… o comunque non mi arrendo!

Leggiamo nella presentazione che nel vostro spettacolo ci saranno le dirette testimonianze di Lella Costa e Gino Strada, cosa significa esattamente? Sono due stralci, quello di Lella Costa fa parte del suo spettacolo “Stanca di guerra “, ed è una delle cose più belle che io abbia letto sulla maternità, mentre il racconto di Gino Strada è nel libro “Pappagalli verdi” ed è difficile da sopportare, come la guerra, ma importante e necessario, come il lavoro che Emergency fa da tanti anni.

Avete scelto tra i tanti versi anche quelli di Dante nel Canto V dell’Inferno dedicato all’amore di Paolo e Francesca, è uno dei vostri preferiti? E’ sull’ amore, e di questo vogliamo parlare. La Divina Commedia è meravigliosa tutta, sarebbe difficile scegliere!

Sono molti anni che lavorate insieme, possiamo definirvi una coppia felicemente collaudata non solo nella vita privata ma anche in quella professionale? blas-amanda.jpgPossiamo definirci sicuramente una coppia che ama lavorare insieme anche a prescindere dal nostro privato, un rapporto ed una intesa fondati su grandissima stima, sensibilità e vedute comuni sul senso profondo del nostro mestiere. Quasi sempre questo aiuta ma cerchiamo di alternare il lavoro in comune a quello indipendente per non annoiare il pubblico e per salvaguardare il nostro matrimonio!

Amanda, Lei ha vissuto per molti anni sulla Cassia e qui ha frequentato il liceo. Che ricordi ha di quel periodo? Il quartiere è cambiato da allora? È un quartiere simpatico, eterogeneo e multietnico, è cambiato molto, non c’era quasi nulla , mentre ora c’è anche uno splendido teatro!!

Il fatto che debuttiate proprio il 14 Febbraio, Festa di San Valentino, è una felice coincidenza o la scelta non è stata casuale? La scelta di San Valentino è abbastanza casuale anche se certo questo spettacolo è una dichiarazione d’amore reciproca e verso il teatro. Io personalmente detesto questo tipo di celebrazioni inventate e sostenute, sospetto, dai venditori di cioccolatini. Venirci a vedere in quest’occasione sarà sicuramente un modo di festeggiare un innamoramento e un amore in maniera meno melensa…

Blas, c’è in ciascuno di noi un “fantasma blu”? Sarebbe bene che in ognuno di noi rimanesse per sempre un fantasmino blu, che ci facesse vedere il mondo con gli occhi della poesia, con l’innocenza allegra smisurata ed intelligente che tutti noi avevamo da bambini. Gli attori, che giocano tutta la vita ad essere quello che non sono, sicuramente hanno più facilità a tenerselo stretto.

Alessandra Stoppini

La Cooperativa Kinesis presenta “Il Fantasma blu” uno spettacolo di e con Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey
Musiche originali di Pino Cangialosi eseguite dal vivo con Fabio Battistelli
Regia di Lorenzo Gioielli
Orario Spettacoli: 14 Febbraio ore 21, 15 Febbraio ore 17,30
Teatro Cassia – Via Santa Giovanna Elisabetta, 69 – Tel.06/ 96627967

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome