Home AMBIENTE via Capoprati – le iniziative a favore della fruibilità del Parco Fluviale

via Capoprati – le iniziative a favore della fruibilità del Parco Fluviale

parco-fluviale-capoprati.jpgNei giorni scorsi si è tenuto un incontro di Legambiente Roma Nord, che ha sede nel Parco Fluviale di Via Capoprati, con l’Assessore Corsini ed il Presidente della Commissione Ambiente De Priamo, del Comune di Roma, a seguito del quale l’Assessore Corsini ha preso alcuni impegni a favore della fruibilità del Parco Fluviale durante i lavori di costruzione del Ponte della Musica. Alcuni di questi toccano da vicino anche l’area di Ponte Milvio.

Ce li ha comunicati Legambiente Roma Nord, vediamo di cosa si tratta:
1) Ampliamento dell’ingresso su Via Capoprati dal lato di Ponte Milvio per consentire l’accesso ai mezzi AMA.
2) Intervento sull’AMA per la modifica del servizio raccolta rifiuti e differenziata che avverrà non più dalla Zona XVII, ma dalla Zona XX.
3) Realizzazione di una piazzola di manovra per i mezzi AMA alla fine di Via Capoprati.
4) Posizionamento di cartellonistica stradale, a partire da Piazza Maresciallo Giardino sui lungotevere Cadorna e Diaz, per indicare il nuovo accesso da ponte Milvio al Parco. Ciò significa che via Capoprati sarà, anzi, è già aperta al traffico locale per chi è diretto al Parco Fluviale e ciò non può creare qualche perplessità pensando a cosa possa accadere in concomitanza con i ventilati prossimi mercatini che si insedieranno dal 13 al 23 Dicembre e poi, da Gennaio 2009, ogni 2°,3°e 4° domenica del mese (leggi qui). Ad esempio, già ieri i banchi del mercato di cosiddetto antiquariato bloccavano per intero l’accesso.

Con gli interventi di cui sopra, ci dice Legambiente, è garantita la sopravvivenza di parco Capoprati e delle attività ad esso connesse. Rimane però in sospeso l’accesso pedonale e ciclabile da Piazza Maresciallo Giardino. Come è noto, il by-pass del cantiere sarebbe garantito da una scala ed una rampa con pendenza massima 8%, ma ciò comporta un ostacolo complicatissimo, se non impossibile, da superare per anziani, diversamente abili, mamme con passeggini e ciclisti. Questi ultimi dovrebbero prendere la bicicletta in spalla e salire le scale. 
Tra quanto richiesto da Legambiente all’Assessore Corsini c’è quindi anche la garanzia dell’accesso per tutti e la proposta avanzata è di proseguire con la ciclabile da Viale Angelico sul marciapiede di lungotevere Cadorna, spostare di 300 metri la fermata dell’autobus e ridiscendere su Via Capoprati dalla già prevista rampa. In questo modo l’accesso da Prati sarebbe garantito a tutti. Su questa proposta è stato registrato il parere positivo del X Dipartimento (Ambiente) del Comune di Roma, responsabile delle piste ciclabili cittadine, mentre l’ostacolo sembra essere l’ATAC, restia a spostare le fermate consolidate. 

Legambiente Roma Nord da appuntamento a tutti gli interessati domenica 14 dicembre ore 11.00 a Parco Capoprati per decidere le ulteriori azioni e per ritirare una piantina di alloro la cui distribuzione prosegue in questi giorni.    

Per info: Legambiente Roma Nord, Parco Fluviale Capoprati – Via Capoprati 12/A tel. 06.372.5470, http://www.legambientecapoprati.org/

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome