Home ATTUALITÀ Ponte Milvio – Accendi l’Azzurro 2008

Ponte Milvio – Accendi l’Azzurro 2008

22 e 23 Novembre: contribuiamo tutti ad accendere d’azzurro Ponte Milvio e Vigna Clara.

accendi0.jpg“Accendi l’azzurro” è lo slogan dell’iniziativa. Sabato 22  sulla Piazza di Ponte Milvio e Domenica 23 in Piazza dei Giochi Delfici i volontari di Telefono Azzurro ci aspettano per donare una luce di speranza ai bambini che non ce l’hanno, una luce che sarà simbolicamente rappresentata dalle candele che saranno vendute ai passanti, un regalo da fare ai nostri cari per le prossime festività natalizie contribuendo ad aiutare l’infanzia disagiata.

Telefono Azzurro è una onlus nata nel 1987 a Bologna per iniziativa del Prof. Ernesto Caffo, all’epoca Docente di Neuropsichiatria Infantile all’Università degli studi di Modena, con lo scopo di difendere i diritti dell’infanzia. Nel 1990 Telefono Azzurro, per decreto dell’allora Presidente della Repubblica Cossiga, diventa Ente Morale e sempre nello stesso anno viene attivata la linea gratuita 19696 a disposizione di tutti i minori di 14 anni.

il Dottor Romano Petruzzi, uno dei volontari che oggi saranno sulla Piazza di Ponte Milvio a vendere le candele azzurre, ci dice “sabato 22 il nostro banco di vendita sarà a Ponte Milvio tra il negozio Gianfornaio e l’edicola ed opererà dalle 9 alle 20 grazie a sei volontari più un gruppo di scout che andrà in giro ad accendi1.jpgoffrire le candele mentre domenica 23 il banco sarà invece davanti la Chiesa di Santa Chiara a Piazza Giochi Delfici. Sabato, Il mio turno sarà dalle 9 alle 14. Siamo tutti orgogliosi di partecipare a questa iniziativa perché l’anno scorso la Piazza di Ponte Milvio è stata quella che ha raccolto più denaro di tutte le piazze d’Italia nei due eventi annuali: ad Aprile, a “Fiori d’azzurro” quando vengono vendute piante di ortensia azzurre ed a Novembre, quando offriamo le candele, simbolo di speranza per tutti i bambini” Ed il ricavato? “Il ricavato servirà a finanziare le attività dell’Associazione, perché Telefono Azzurro si regge unicamente sul volontariato e sulla raccolta fondi, una scelta del Prof. Caffo che preferisce non avere finanziamenti statali”.
Chiediamo poi al dr Petruzzi come si diventa volontari.  “E’ un anno che sono un volontario di questa Associazione, dopo aver partecipato ad un corso specifico. Al termine ogni partecipante sceglie dove indirizzare la propria attività di volontario a seconda della propria attitudine e del tempo a disposizione che ha. La scelta è ampia: nelle carceri, nelle scuole, nelle varie sedi per fare un lavoro di ufficio ecc…. Desidero precisare che a Telefono Azzurro lavorano anche operatori professionisti come psicologi, medici, assistenti sociali e assistenti all’infanzia che interagiscono con i bambini in difficoltà.. Faccio un esempio. Sulla base della lunga esperienza nella gestione e nella prevenzione del disagio sono stati attivati dei Centri Territoriali chiamati Tetto Azzurro, centri per l’accoglienza, la diagnosi e la cura di bambini ed adolescenti italiani e stranieri vittime di abuso e maltrattamento, strutture che garantiscono ed ascoltano il minore. Questi centri si trovano a Roma e a Treviso”.

Ricordando che ieri, 20 Novembre, è stata la Giornata Mondiale per i diritti dell’infanzia, quale modo migliore per celebrare questa giornata se non quello di donare una luce di speranza ai bambini meno fortunati ad un mese dal Natale? Oggi a Ponte Milvio, dalle 9 alle 20 e domani a Piazza Giochi Delfici Telefono Azzurro ed i suoi volontari ci attendono per acquistare una candela azzurra e dire No alla violenza sui minori.
Alessandra Stoppini 

Per tutte le informazioni: www.telefonoazzurro.it

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome