Home ATTUALITÀ XX Municipio – Antonini (La Destra): la maggioranza del PdL dice no...

XX Municipio – Antonini (La Destra): la maggioranza del PdL dice no al Consiglio dei Giovani

comunicati-stampa.jpg“Senza tanti giri di parole, nella seduta odierna del Consiglio del XX Municipio, una maggioranza tanto imbarazzata quanto imbarazzante ha votato emendamenti tali da non garantire l’istituzione del Consiglio dei Giovani”. È quanto dichiara Andrea Antonini, capogruppo de La Destra al Municipio Roma XX e coordinatore regionale di Casa Pound. “Con un ultimo colpo di mano un impacciato capogruppo-ombra del PdL ha spiegato la necessità di prevedere un quorum del 25% affinchè il Consiglio dei giovani possa essere considerato validamente costituito”.

“Non contenti di aver trasformato il sistema elettorale di un organo meramente consultivo in un polpettone politicizzato con tanto di premi di maggioranza – continua Antonini – di aver escluso dal diritto di candidarsi chiunque abbia precedenti penali senza alcuna distinzione di genere (prescrizione ovviamente non prevista non solo per i parlamentari della Repubblica, ma neppure per i consiglieri municipali) hanno deciso bene di render vana la voce di migliaia di ragazzi inserendo regole sul numero di votanti inesistenti in qualsiasi organo elettivo che si rivelano essere truffaldine verso la Legge Regionale istitutiva del Consiglio dei Giovani”.

“Tanto è stato lo scempio politico che abbiamo anche dovuto assistere a consiglieri del PdL abbandonare l’aula per protesta. Ancora una volta questa maggioranza ha dimostrato quale scarso interesse nutra verso principi di partecipazione e trasparenza; ancora una volta la paura di subire un verdetto elettorale diverso da quello che ha decretato la vittoria di aspiranti professionisti della politica ha fatto naufragare una iniziativa seguita in un sempre crescente numero di istituzioni locali”.

“Sono oramai certo – conclude Antonini – che sarebbe stato meglio avere Previti in persona quale Presidente del XX Municipio, anziché il suo uomo a Prima Porta”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome