Home AMBIENTE Il tuo quartiere non è una discarica: domenica 16 novembre nei Municipi...

Il tuo quartiere non è una discarica: domenica 16 novembre nei Municipi pari

il_tuo_quartiere_pari.jpgQuello in programma per domani, domenica 16 novembre, è il settimo appuntamento del 2008 de “Il tuo quartiere non è una discarica” e si svolge nei Municipi pari della Capitale. Nel XX i punti di raccolta sono in Viale Tor di Quinto (nel parcheggio del teatro) ed al Km 19,6 di Via Cassia (zona Olgiata). L’AMA, per l’occasione, partecipa alla Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile che quest’anno è dedicata al tema “Rifiuti: riduzione e riciclaggio”.

La campagna, organizzata dall’Azienda Municipale per l’Ambiente, in collaborazione con il TGR Lazio per promuovere la raccolta differenziata dei rifiuti e il decoro nella città di Roma, è stata inserita dalla Commissione Italiana UNESCO tra le oltre 400 iniziative in programma nel Paese proprio fino al 16 novembre e incentrate, come ha comunicato l’UNESCO stessa, “sulla consapevolezza che normative e sanzioni non sono efficaci se non supportate da un cambiamento di rilievo a livello di stili di vita, competenze e consapevolezze”.

Il ciclo di raccolte domenicali dei rifiuti ingombranti a Roma è giunto al nono anno di vita e da diversi mesi alla raccolta separata dei rifiuti ingombranti “normali” (sedie, letti, divani, scaffalature, ecc.) associa stabilmente quella dei rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (Raee: computer, tv, stampanti, telefonini, frigoriferi, lavatrici, ecc.).

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Per i cittadini del villaggio dei cronisti, la campagna di raccolta dei rifiuti promossa dall’AMA ha tutto il sapore di una bella presa per i fondelli. Non per colpa dell’AMA, sia ben chiaro.

    Come tutti i lettori di questo blog sanno, IL NOSTRO QUARTIERE E’ UNA DISCARICA.

    Lo sanno molto bene i nostri politicanti, presidenti a diverso titolo, consiglieri e dottori direttori del Municipio e del Comune di Roma.

    Ma tutti questi politicanti e amministratori pubblici, pagati con i nostri soldi, con le nostre tasse, sembra che dormano e facciano finta di non sapere, si rimpallano le responsabilità, sembra proprio che se ne freghino dei cittadini, che non vogliano risolvere lo scandalo igienico-sanitario del residence topaia di Via Mastrigli e del parcheggio-discarica.

    Sono passati 223 giorni da quando il Comune ha interrotto la bonifica di un terreno dove sono state occultate decine di tonnellate di rifiuti speciali, pericolosi e tossici. Questi nostri signori politici dimostrano di non essere in grado di gestire il PEGGIORE SCANDALO AMBIENTALE E SANITARIO DI ROMA, e allora si devono dimettere dai loro incarichi pubblici perchè palesemente incapaci. Non vogliamo osare di pensare che esistano collusioni e coperture “politiche” con personaggi “ignoti” che si arricchiscono attentando alla salute e alla vita dei cittadini; aspettiamo che ce lo dicano loro, i politici, che loro sono onesti e non hanno avuto favori e non ci hanno mangiato da questa situazione, …. e allora ammettano di essere inetti, E SE NE VADANO, perchè di loro non abbiamo bisogno, non ci rappresentano !!!!!

    Il 27 ottobre scorso il consiglio del Municipio XX approvava un emendamento nel quale si chiedeva l’apertura di un “tavolo straordinario congiunto” Municipio-Comune per la verifica dei presupposti di abitabilità, di sicurezza e igienico-sanitari, nonché sull’esistenza dei requisiti di standard edilizi di determinate aree abitative presenti nel Municipio quali il residence di Via Mastrigli.

    Sono passati 20 giorni dal giorno della delibera: il presidente del Municipio Gianni Giacomini e il presidente del Consiglio Simone Ariola ancora non hanno fatto nulla per dare esecuzione alla delibera. Questo Consiglio non è in grado di rispettare gli impegni presi e di risolvere lo scandalo abitativo e sanitario di Via Mastrigli.

    Il CCVC chiede che venga tenuta subito una riunione dei capi-gruppo del XX Municipio per denunciare l’inottemperanza del Presidente Giacomini e del Presidente Ariola alla convocazione del tavolo municipio-comune come il consiglio aveva stabilito il 27 ottobre e che chieda contestualmente le loro dimissioni.

    Il CCVC esige la rimozione del parcheggio-discarica del residence di Callarà, SUBITO !!!

    Il CCVC esige l’applicazione delle misure del Patto per Roma Sicura, SUBITO !!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome