Home ATTUALITÀ Cassia-Flaminia: un tour nelle scuole d’inglese

Cassia-Flaminia: un tour nelle scuole d’inglese

ispeakenglish.jpgAbiti a Roma Nord e vuoi perfezionare la conoscenza della lingua inglese? Facciamo insieme un giro nelle principali scuole di lingua che proprio in queste settimane hanno dato il via ai loro corsi.

Il nostro giro ha inizio alla International House di Via San Godenzo 100 (zona Cassia, Poggio delle Rose) dove incontriamo la signora Susanna,  una delle interhouse.jpgdue segretarie, che ci accoglie con simpatia. “La nostra scuola, aperta nel 1976, fa parte dell’Aisli (Associazione italiana scuole di lingue) ed è centro autorizzato per gli esami Ucles Cambridge K.E.T. e P.E.T. Inoltre – prosegue Susanna – i certificati rilasciati dalla nostra scuola sono riconosciuti dal British Council e automaticamente convalidati per essere presentati ai consigli di classe, per ottenere i  crediti formativi. Abbiamo inoltre un moderno centro studi completo di cabine di ascolto e dotato di computer con collegamento Internet. I nostri insegnanti sono in pianta stabile, di madrelingua e muniti di diplomi di specializzazione nell’insegnamento della lingua inglese”. Le chiediamo notizie sui corsi e lei ci dice “sono cominciati questa settimana e sono divisi in quattro tipologie: bambini, ragazzi, giovani e adulti, e vengono frequentati da  circa 200 studenti. Ma la novità divertente e simpatica al tempo stesso – conclude Susanna – è che da circa due anni stanno arrivando i nostri primi studenti della fine degli anni settanta  per iscrivere da noi i loro figli di 9/12 anni.”

In Via Cassia 536 troviamo la British School S.r.l. All’ingresso veniamo accolti dalla titolare, la Signora Scott, alla quale chiediamo informazioni. Molto cortesemente ci risponde così: “L’Istituto è  aperto dal 1992 e i corsi stanno per iniziare. Per garantire l’inserimento dello studente nel corso a lui più idoneo, bs-srl.jpgè fondamentale verificare il grado di conoscenza della lingua inglese mediante un test. Siamo la più grossa catena di scuole di lingua inglese in Italia da oltre 50 anni” dice mostrandoci un  depliant, per poi proseguire “i nostri insegnanti sono tutti laureati ed abilitati all’insegnamento della lingua inglese. Facciamo, inoltre, corsi nelle scuole e nelle aziende.” Sfogliando la cartellina informativa ci incuriosisce il Certificato di Garanzia, chiediamo spiegazioni e ci viene subito chiarito: “Se l’iscritto non supera l’esame finale del corso pur avendo frequentato assiduamente, ha il diritto di frequentare gratuitamente le lezioni necessarie per raggiungere il livello stabilito”.

bs-fleming.jpgIl nostro giro ha fine alla British School Fleming S.r.l. in Via Flaminia 668 nella quale apprendiamo che la loro scuola “non è sede di esame, ma prepariamo i nostri allievi agli esami Ucles Cambridge K.E.T e  P.E.T. che si possono sostenere presso la sede del British Council (Ente Culturale britannico) in Via delle Quattro Fontane, incaricato dall’Università di Cambridge di esaminare gli studenti. In ogni caso la nostra scuola rilascia comunque un certificato  di frequenza alla fine del corso.”

E i costi ? Mentre negli altri quartieri di Roma un corso di lingua inglese costa mediamente fra i 900 ed i 1000 euro più l’iscrizione pari a 100 euro, a Roma nord  il costo è superiore, per esempio 90 ore con due lezioni a settimana, di un’ora e mezzo ciascuna, varia da 1.170 a 1.250 euro per l’intero anno di studi mentre l’iscrizione arriva fino a 115 euro. Costi elevati dunque, non solo a Roma Nord ma nell’intera città, costi che di questi tempi incidono non poco sul bilancio familiare: sarà per questo che secondo l’ultima ricerca del Censis un terzo della popolazione italiana non parla alcuna lingua straniera e meno del 20% è bilingue ?
Alessandra Stoppini

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome