Home ATTUALITÀ Cassia – via Pareto riaperta al traffico, ristabilita la viabilità

Cassia – via Pareto riaperta al traffico, ristabilita la viabilità

determinante la provvisoria riapertura di via Cassia Antica che ha consentito di alleggerire gli ingorghi

via-pareto.JPGDopo la chiusura di ieri, avvenuta a seguito della rottura di una conduttura d’acqua, nella giornata di oggi via Pareto è stata riaperta al traffico. Cumuli di fango ancora la costeggiano ma quantomeno la viabilità è stata prontamente   ripristinata dopo gli ingorghi di ieri sera che hanno bloccato l’intera area circostante creando lunghe file di auto in Piazza dei Giochi Delfici, via Cassia, Corso Francia e zone adiacenti.
Durante la chiusura di Via Pareto i pesanti disagi subiti dagli automobilisti incolonnati sono stati alleviati dall’intelligente per quanto provvisoria riapertura del doppio senso di marcia di Via Cassia Antica. Centinaia di auto provenienti da Via Cassia Nuova hanno così potuto, fra ieri ed oggi, raggiungere via Cortina d’Ampezzo, Vigna Clara e la Camilluccia con estrema facilità. Non è stato registrato alcun ingorgo conseguente a tale decisione che invece ha dimostrato la bontà della tesi di chi si batte per la riapertura di Cassia Antica in modo definitivo.
Se il doppio senso di marcia, da ieri a tutt’oggi, ha consentito un flusso di traffico veloce e snello pur in una critica situazione di viabilità ridotta, perché mai non dovrebbe funzionare nei periodi di normalità ?

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. D’accordo per la riapertura a doppio senso di quel tratto della Cassia vecchia, tanto più che con il Passaggio il traffico si è ridotto e non ci sono più gli ingorghi all’altezza di via Cortina D’Ampezzo di qualche anno fa.
    Inoltre, a proposito dell’emergenza verificatasi in via Pareto, colgo l’occasione per rispolverare una vecchia proposta del Comitato cittadino XX Municipio: una squadra di vigili che previene l’afflusso delle macchine dove si è creato il problema suggerendo i percorsi alternativi con appositi cartelli mobili . L’altro giorno un cartello del genere prima del al semaforo di Ponte Milvio avrebbe fatto preferire il percorso da Corso Francia per accedere a Vigna Clara, con vantaggio per tutti.

  2. Io ho visto una colonna spaventosa in tutta la cassia Antica e vigili scatenati, all’incrocio con V. Pareto, che fermavano microcar che violavano il Codice, portando due persone a bordo.

    Il problema del traffico a scendere in V.le Cortina D’Ampezzo è sempre stato la mattina, non la sera.
    Chi ne ha risentito da tutto ciò è il 446: mia sorella ha impiegato da Labaro fino casa mia 90 min. abbondanti.
    Mica pochi…

  3. Mattia, le chiediamo gentilmente un briciolo di obiettività.
    Noi abbiamo presidiato la zona sia la sera dell’allagamento che il giorno dopo, proprio per vedere quanto la viabilità locale avrebbe risentito dell’apertura di via Cassia Antica.
    Fermo restando che le microcar con due passeggeri a bordo è un fenomeno irrilevante ai fini di questa questione in quanto si verifica ovunque, una colonna non “spaventosa” si è formata solo di sera in virtù dell’improvvisa chiusura di via Pareto che ha bloccato l’intera zona a macchia d’olio, come descritto nei nostri articoli.
    il 446, come le altre linee, ha subito notevoli ritardi in virtù del traffico impazzito, non certo per le auto che scendevano su via Cassia Antica.
    Il mattino dopo, proprio perchè anche noi convinti come lei che il problema si ponga dalle 7.30 alle 9.30, eravamo lì.
    Nessuna colonna spaventosa, nessun imbottigliamento, nessun ingorgo all’incrocio con via Cortina d’Ampezzo ma solo un veloce fluire di auto e di automobilisti ben felici, per un giorno, di guadagnare mezz’ora della loro vita.
    Siamo certi che decine e decine di lettori potranno testimoniarlo.
    Cordiali saluti.
    VignaClaraBlog

  4. E difatti mi riferisco alla sera.
    Quanto al discorso della mattina, senza dubbio il traffico si è dimezzato nel suddetto punto (mai negato, mi sembra), però è relativo valutare l’apertura quando solo una minoranza era a conoscenza del tratto riaperto.
    Lì andrebbe fatto, come detto da voi in passato, un’apertura di prova di almeno un mese (manco una settimana) e vedere gli effetti in tutto e per tutto.
    Così solo una piccola parte ha approfittato, tant’è che non si sarebbe spiegato l’eccessivo ingorgo a piazza giuochi delfici.

    Cordiali saluti,
    Mattia

    p.s.
    Domenica all’incrocio con Via Pareto sono intervenuti i vigili del fuoco per la potatura di alcuni alberi ed i militari dirigevano il traffico.
    Una settimana senza pace in quel punto!

  5. “solo una minoranza era a conoscenza” ??? Mattia si documenti: quella mattina all’incrocio fra via Cassia Nuova e via Cassia Antica c’era una pattuglia di Vigili che invitava gli automobilisti a scendere per quest’ultima ! A centinaia siamo scesi per via Cassia Antica, io pure, lei no, neanche c’è passato per caso.
    Perchè mistificare la realtà quando non si conosco i fatti ?
    Clara

  6. Se vuole le porto tre persone che hanno residenza lì, più precisamente a S.Godenzo e dintorni, ed andavano verso Ponte Milvio (vado a confermare la tesi di Eretico).

    Non mi stupisco che lei si sia subito interessata nel rispondermi,comunque. 🙂

    buona giornata!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome