Home ATTUALITÀ XX Municipio – Mori: sinistra in confusione

XX Municipio – Mori: sinistra in confusione

comunicati-stampa.jpgConfusione a sinistra nel Consiglio del XX Municipio ? Giorgio Mori, vicecapogruppo PdL, dichiara infatti in una nota odierna che ” il gruppo consiliare del Partito Democratico in XX Municipio ha presentato oggi un ordine del giorno di condanna dell’occupazione dell’aula consiliare, avvenuta la scorsa settimana ad opera di alcuni giovani di Casapound. Ha votato favorevolmente a quasi tutti gli emendamenti e infine ha ritirato il tutto prima della votazione finale”.

“Durante la discussione però – prosegue Mori – gli esponenti di sinistra erano intervenuti per criticare pesantemente la legittimità delle attività istituzionali, definendo peraltro il presidente dell’aula  uomo di parte, contraddicendo lo spirito del proprio ordine del giorno e giustificando, implicitamente, il nesso causale che, a loro dire, avrebbe spiegato l’occupazione. Insomma l’occupazione era sbagliata, ma il PDL se la meritava”  deduce Mori. “Dispiace registrare una certa involuzione del processo di maturazione di un’opposizione che preferisce la linea dei manifesti e dei blog, come unico ed esclusivo piano di confronto per l’attività politica, ma latita poi in commissione e contesta la legittimità delle istituzioni municipali in Consiglio – conclude il consigliere – salvo poi ritirarsi con la coda tra le gambe, prima dell’assunzione finale di responsabilità.”

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Cari amici di Vigna Clara,

    scusate se approfitto dello spazio per rispondere al Consigliere Mori. Vi consiglio di non leggere quanto segue (è un pò noioso e troppo politichese…), ma per dovere di cronaca devo riportare i fatti di oggi nella loro serena verità.

    Saluti.
    Alessandro Sterpa.

    Caro Mori,

    credo sia il caso che Lei scriva attenendosi ai fatti e non dia spazio a ricostruzioni rocambolesche o a deduzioni da “Don Matteo della Via Cassia”.

    Quello che è successo oggi in aula è molto semplice.
    Il Nostro ODG chiedeva la condanna di tutta l’aula del gesto dell’occupazione di venerdi scorso ed esprimeva solidarietà al Presidente Giacomini: testo firmato da me e già trasmesso al Presidente Ariola.

    Inoltre, il PD non solo ha presentato l’ODG (che, forse, caro Mori, avreste dovuto presentare prima ancora Voi!!!!), ma oggi ha anche votato per l’allargamento della solidarietà anche al Presidente del Municipio XVIII (che, Le ricordo, è del PDL) anch’esso vittima di una occupazione da parte, tra gli altri, di alcuni esponenti, del PD.

    Insomma, siamo stati oggettivamente coerenti, senza pregiudizi di parte. Per noi vale una sola regola: stesso gesto sbagliato, stessa condanna, chiunque lo compia.

    Caro Mori, Lei omette di dire che oggi noi del PD avremmo voluto votare quel testo, esteso anche a condannare i colleghi del PD del Municipio XVIII, come dimostra il voto a favore al Vostro emendamento in questo senso.

    Tutto sarebbe andato per il verso giusto se non fosse che Lei ad un certo punto ha chiesto (a nome del PDL?) la cancellazione dall’ordine del giorno della richiesta al Presidente Ariola di compiere ogni gesto utile a difendere la nostra aula ed il nostro lavoro da questa e da future eventuali occupazioni.

    Ecco, dunque, che in Lei ha prevalso la vena “di parte”: difendere il compagno di partito Ariola (AN) da un ODG che gli chiedeva di prendere le distanze dal gesto de La Destra.

    A questo punto, certo, noi del PD abbiamo ritirato l’ODG.

    Non si chieda perchè… sarebbe un insulto alla ragione.
    Rifletta, mi permetta, su un punto: Lei ci ha costretto a ritirare un documento firmato dal PD che esprimeva solidarietà al Presidente Giacomini!!!!
    Credo si tratti di un colpo da maestro per sagacia politica.

    Concludo segnalandole che per questo Suo contributo in questo passaggio politico non mi permetto di esprimere giudizi, come invece Lei (in modo un pò spocchiosetto) fa, quando parla di “involuzione del processo di maturazione” dell’opposizione.

    Dinanzi a questi Suoi comunicati, caro Mori, non mi sento di scrivere che si tratta di una “involuzione” della Sua azione politica. Quantomeno perchè ‘involuzione presupporrebbe un precedente periodo di “evoluzione” che, ad oggi, non riscontro.

    Direi, quindi, che per quanto riguarda i Suoi comunicati ricchi di fantasia il quadro mi pare invece semplicemente “stazionario”.

    Il livello al quale rimane stazionario lo definisca pure Lei… con qualche nuovo comunicato magari.

    Con cordialità e per amore di verità, La saluto.

    P.S.: Lei scrive a nome del Gruppo del PDL???

    Alessandro Sterpa
    Capogruppo PD
    Municipio XX

  2. egr.avv.Mori, egr. avv.Sterpa, in tutta sincerità ditemi, ma siete così convinti che ai cittadini interessino questi minuetti ? un ordine del giorno presentato, emendato, rimbalzato, ritirato, usato come pala per buttarvi addosso accuse l’un l’altro… di un consiglio nel quale i rappresentanti di centinaia di famiglie di via Mastrigli vi hanno chiesto il conto della loro salute voi non fate parola altro che per illustrarci e suonarci le note di questo minuetto ?
    Già vi sento dire “ecco l’antipolitica che mina le basi della democrazia !” No, la mia non è antipolitica tout-court, la nostra, quella dei cittadini, è l’anti cattiva politica, quella narcisista che ama guardarsi allo specchio anzichè guardare alla società, quella che privilegia le sue liturgie anzichè i bisogni ed i problemi della comunità, quella che si nutre di se stessa anzichè del favore degli elettori….ma non vi accorgete che sia l’un che l’altro, sia destra che sinistra, state dimagrendo a vista d’occhio ?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome