Home ARTE E CULTURA Corso Francia, torna l’antiquariato

Corso Francia, torna l’antiquariato

Al via questo sabato e domenica la nuova edizione del mercatino nei giardini ai piedi di Vigna Clara (di Emanuela Micucci)
mercatino-antiquariato.jpgInaugurazione bagnata, inaugurazione fortunata. Lo avranno sperato gli espositori del mercato dell’antiquariato che riapre i battenti oggi e domani nei giardini di Corso Francia. La mostra torna dopo la pausa estiva, e dopo il temporaneo spostamento della sede nella limitrofa piazza Diodati, nella consueta collocazione tra Corso Francia, via Flaminia Nuova e via Cassia. A farla da padrona, come sempre, i mobili: pezzi da antiquariato o riproduzioni moderne e per chi vuole risparmiare quelli più economici che attendono di essere restaurati. Non mancano divani e poltrone, argenteria e un nutrito numero di quadri.

E poi lampadari di Murano e porcellane primo Novecento. Ancora, sopramobili e oggettistica.. Gli appassionati della lettura, invece, possono trovare libri ormai fuori edizione, copie di giornali degli anni Cinquanta, ma anche fumetti da Topolino a Diabolik passando per Tex. In un banco è esposta la serie completa in plastica di Biancaneve e i Sette Nani: pupazzi impolverati per bambini, penserà qualcuno, provate a chiedere il prezzo e capirete che si tratta di veri pezzi da collezione. Mentre timidi raggi di sole fanno capolino sugli espositori che allestiscono gli ultimi oggetti, un vigile urbano verifica la regolarità delle autorizzazioni. Ma gli occhi degli antiquari sono rivolti al cielo, perché “quando veniamo a Corso Francia piove sempre”, ricorda qualcuno. Anche la meteorologia ci mette lo zampino nel rendere difficile il decollo di questo mercato dell’antiquariato che, nonostante si ripeta con una certa regolarità, stenta ancora a decollare.
Emanuela Micucci

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome