Home ARTE E CULTURA Alemanno: i miei auguri alla comunità islamica romana per il Ramadan

Alemanno: i miei auguri alla comunità islamica romana per il Ramadan

moschea-di-roma.jpg“Intendo fare i miei migliori auguri alla comunità islamica per il mese sacro di Ramadan: so che questo mese è per i musulmani dedicato a Dio attraverso la pratica del digiuno, ma è anche caratterizzato da uno spirito gioioso e di festa. Auguro sinceramente ai musulmani romani e alle loro famiglie che questo mese sacro trascorra all’insegna della pace e della gioia”. Così in una nota il sindaco di Roma Gianni Alemanno, in un messaggio inviato alla comunità islamica di Roma in occasione dell’inizio del Ramadan. “Spesso purtroppo – ricorda Alemanno – il Ramadan è stato a tradimento strumentalizzato per atti indegni di terrorismo, atti che non esito a definire sacrileghi, e che davvero mi auguro non si verifichino mai più”.

“Mi sento anche di chiedere ai musulmani che vivono nella nostra città, attraverso la loro autentica pratica religiosa di essere esempio per tutti i musulmani del mondo e per tutti i cittadini di Roma di come il dialogo e la conoscenza reciproca fra le tradizioni e le culture, nel rispetto delle identità, costituisca un valore e un arricchimento per tutta la società. E soprattutto una tappa fondamentale nel processo di distensione e pace”.Il Ramadan – continua il sindaco – sarà l’occasione per me e la giunta di incontrare la comunità islamica romana, che so numerosa e composta, oltre che da italiani, da cittadini provenienti dai più diversi paesi dell’Africa e dell’Asia. Lo scenario internazionale impone oggi più che mai a Roma il ruolo di città simbolo dell’incontro, della reciprocità, e del rsipetto delle tradizioni e delle identità, anche in virtù della sua plurimillenaria storia e del ruolo che riveste nel Mediterraneo”.
“I musulmani della Capitale – conclude Alemanno – hanno il compito importante di fornire un esempio a tutto il mondo di come la convivenza pacifica fra tradizioni religiose e culturali diverse, quando vissute autenticamente e nel rispetto delle identità, sia la sola strada percorribile – conclude Alemanno – verso una integrazione arricchita e una più matura civiltà”.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. […] “Intendo anche io fare gli auguri alla comunità islamica per il mese sacro di Ramadan, augurandomi anche che sia presto possibile aprire liberamente luoghi di culto nelle loro nazioni e celebrare così liberamente le ricorrenze cristiane nel rispetto della reciproca convivenza, consentendo usi e costumi anche non previsti dalla legge coranica ma comunemente accettati dall’etica umana […]Continua […]

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome