Home ATTUALITÀ Roma, all’Ospedale Sant’Andrea arrivano i vigili del fuoco

Roma, all’Ospedale Sant’Andrea arrivano i vigili del fuoco

sandrea-vigili-del-fuoco.jpg(di Manuela Micucci) Il pronto intervento dei vigili del fuoco da domani, 1°Agosto 2008, sarà attivo all’interno dell’ospedale Sant’Andrea, in via di Grottarossa, nel XX Municipio. Una postazione fissa antincendio sarà ospitata in un prefabbricato, mentre un’autopompa con serbatoio rimarrà parcheggiata tutti i giorno dalle 8 alle 20 nel parcheggio ovest dell’ospedale. Cinque gli uomini in servizio, in contatto con la centrale operativa del comando provinciale di Roma di via Genova. Inaugurata questa mattina, la postazione di pronto intervento è frutto di una convenzione tra la direzione dell’azienda ospedaliera e il comando provinciale dei pompieri ed è il risultato di un’intensa collaborazione tra il Sant’Andrea e il corpo nazionale dei vigili del fuoco.

La presenza fissa dei pompieri garantirà un innalzamento dei livelli di sicurezza e antincendio per dipendenti e pazienti dell’ospedale e promuoverà lo studio e la ricerca da parte della seconda facoltà di medicina e chirurgia dell’università La Sapienza sulle patologie proprie dei vigili.
Inoltre si intende progettare e  realizzare una superficie di eliosoccorso nell’area del Sant’Andrea, nosocomio situato in una posizione strategica lungo il grande raccordo anulare e ai confini con i paesi limitrofi a Roma. I vigili del fuoco, infine, collaboreranno alla stesura e alla messa in pratica del piano di emergenza per casi di contagio da sostanze nucleari, batteriologiche, chimiche e radiologiche (NBCR), per il quale esiste uno specifico nucleo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco appositamente addestrato. Si pensa immediatamente a possibili attacchi o attentati terroristici, ma il piano di emergenza NBCR riguarda anche incendi di tipo industriale o stradali quando l’impatto provoca la fuoriuscita di sostanze pericolose.

Importante anche il ruolo dei pompieri nella formazione del personale ospedaliero per le squadre di antincendio aziendali. “Perché i vigili del fuoco hanno anche compiti di sicurezza sui luoghi di lavoro, per prevenire il fenomeno delle morti bianche – ricorda Domenico Riccio, Direttore della Direzione Centrale per l’Emergenza e il Soccorso Tecnico – La legge (D.Lgs. 626/94 e Legge n. 609 del 28 novembre 1996 n.dr.) attribuisce proprio al Corpo nazionale dei vigili del fuoco compiti di formazione e addestramento nell’ambito della sicurezza antincendio nei contesti lavorativi”.
Ma il pronto intervento all’interno del Sant’Andrea opererà anche nel territorio cittadino, prevalentemente nella zona nordest (Gra, Cassa, Cassia Bis,ecc). Un presidio importante, quindi, per facilitare il soccorso in occasione di incendi, incontrollati rilasci di energia, improvvisi crolli strutturali di edifici, ma anche frane, alluvioni o altre calamità che possono verificarsi in città e nel territorio del XX Municipio. 
Emanuela Micucci

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome