Home ATTUALITÀ Via i cordoli da Roma – lo ha deciso la giunta Comunale

Via i cordoli da Roma – lo ha deciso la giunta Comunale

cordoli.jpgE’ di ieri l’annuncio da parte dell’Assessore alla Mobilità, Sergio Marchi: via i cordoli da Roma. E l’operazione avrà inizio nei prossimi giorni in quanto i cordoli di gomma che delimitano le corsie preferenziali di autobus e tram si sono rivelati  vere e proprie trappole per ciclisti e motociclisti e causa di numerosi incidenti. Sporchi di grasso, scivolosi, poco visibili perché troppo bassi per esser visti quando la visibilità è limitata, si deteriorano facilmente e spesso si spezzano diventando ancora più pericolosi. Questa è la fotografia fatta dall’Assessore Marchi che ha dichiarato

« i cordoli, come sono oggi a Roma, sono pericolosi. E’ stato dimostrato, spesso fanno cadere i motociclisti. Per questo i tecnici del VII Dipartimento sono già al lavoro per completare il piano di sostituzione di tutti i cordoli di Roma. Sarà un’operazione graduale. Li sostituiremo con le piastre, meno insidiose, sul modello di quelle che già ci sono nella prima parte di via del Tritone, da Galleria Alberto Sordi».

Finalmente viene data ragione a chi per anni ed anni li ha osteggiati nell’indifferenza delle Autorità. Nati per delimitare ed impedire l’invasione delle corsie preferenziali, giorno dopo giorno, in virtù dei loro difetti e della mancata manutenzione,  si sono trasformati in trappole, a volte mortali, per le migliaia di cittadini che per muoversi per Roma utilizzano le due ruote. Ne sappiamo qualcosa anche noi: un odioso cordolo di gomma, reso scivoloso dal grasso degli autobus, ci è costato un intervento chirurgico e sei mesi di convalescenza. Come non gioire, unitamente alle migliaia di centauri romani, davanti a tale notizia ?  

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Non ho idea di cosa debba sostituire i cordoli… basterebbe fare le multe… comunque, da motociclista con vertebra fratturata, plaudo all’iniziativa!

  2. per scartare uno sportello di auto improvvisamente apertosi davanti al mio scooter sfioro, con la ruota anteriore, un cordolo sporco di grasso e spaccato a metà.
    vado a terra con lo scooter in mezzo alle gambe.
    risultato: femore fratturato in verticale (tecnicamente si chiama frattura pertrocanterica), intervento chirurgico, un mese di clinica, un mese di sedia a rotelle, due mesi di stampelle e due di riabilitazione.
    plaudo, plaudo, oh quanto plaudo anch’io !

  3. Cari amici,

    anch’io girando con lo scooter, e avendo rischiato un grave incidente per questi stupidi cordoli, approvo appieno la decisione del sindaco Alemanno e dell’assessore Marchi che li voglionio togliere. Però il merito non è solo del Comune ma anche del Moto Club Yesterbike di Roma di cui che da mesi ha condotto questa battaglia a favore della sicurezza dei motociclisti, quindi penso che il merito vada quantomeno suddiviso, visto che questa associazione di appassionati di moto d’epoca in tempi non sospetti ( andate sul sito http://www.yesterbike.it ) scrisse una lettera ai quando candidati a sindaco lanciando un appello contro questi stupidi e pericolosissimi cordoli. E Gianni Alemanno mostrò subito grande sensibilità al problema promettendo la loro rimozione. Quindi bravi tutti: Alemanno, Marchi e Moto Club Yesterbike.

    Antonella

  4. Sabato notte ho perso un amico per colpa dei cordoli. Ovviamente la rimozione va avanti a rilento, altrimenti sarebbe ancora vivo!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome