Home ATTUALITÀ Ponte Milvio – finale nazionale del Red Bull Street Style

Ponte Milvio – finale nazionale del Red Bull Street Style

freestyle1.JPGVenerdì 6 Giugno alle 21 il viaggio italiano verso la finalissima mondiale, che si svolgerà in Brasile, parte proprio da Ponte Milvio che ospiterà la finale nazionale del Red Bull Street Style nella quale sarà deciso il migliore giocatore di calcio freestyle in Italia. Alla finale parteciperanno 32 atleti, selezionati nelle prequalifiche, che metteranno alla prova la loro abilità per conquistare il pass per il Brasile. Le regole sono semplici: 3 minuti, 2 giocatori, 1 palla. In ogni “battaglia”, due giocatori si sfidano uno contro l’altro, e hanno a disposizione 20 secondi a testa con la palla, per un totale di tre minuti complessivi, che dovranno usare per mostrare le loro mosse più artistiche a ritmo di musica breakdance e hip hop.

I criteri di valutazione dei tre giudici saranno: controllo, creatività e stile. Il vincitore di ogni sfida knock out passerà al round successivo. Non ci sono limiti, se non il divieto di usare le mani e la regola di rimanere all’interno del campo di gara durante la performance (area circolare di sette metri di diametro). Il premio per il vincitore del Red Bull Street Style di Roma sarà appunto un biglietto aereo per la finalissima di San Paolo, dove avrà la possibilità di mettersi alla prova con i migliori al mondo.

La scheda (da Wikipedia.org) : Il Freestyle è una disciplina acrobatica, visivamente spettacolare e molto tecnica, che nasce dal gioco del calcio da strada. Il “giocatore” è chiamato Freestyler. Questo sport è nato negli anni novanta e si è sviluppato sempre di più, un po’ ovunque nel mondo, tanto da costituire una freestyle2.JPGpratica assai diffusa tra i giovani: recentemente si sono affidate al calcio Freestyle molte aziende che esercitano il loro dominio nel commercio di abbigliamento e attrezzature sportive creando delle mini serie in cui i protagonisti sono famosi calciatori (Ronaldinho, Cristiano Ronaldo, Ibrahimovic ecc.) che si cimentano in gesti tecnici chiamati tricks o combo ovvero sequenze di tricks, nelle quali il Freestyler utilizza praticamente tutte le parti del corpo: testa, gambe, petto, collo, schiena. Per eseguire i tricks, che hanno vari livelli di difficoltà, ci vuole tecnica, applicazione, pazienza (non ci si riesce da subito) ed anche un po’ di fortuna. Ogni Freestyler ha un suo repertorio personalizzato, per mezzo del quale con la pratica e l’assiduo allenamento può creare delle sequenze originali e coreografiche. Il bello del freestyle è che si può praticare dovunque e quando si vuole, in più si possono creare sequenze sempre più difficili e affascinanti, in coppia come in gruppo. La dote più importante del Freestyler è però la fantasia, che distingue ogni praticante di questo sport capace di divertire e stupire: basti osservare i passanti che spesso si accalcano attorno al freestyler, durante le performance in mezzo alla strada, in centro o in piazza.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome