Home ATTUALITÀ Comune di Roma, ecco la nuova Giunta

Comune di Roma, ecco la nuova Giunta

marcaurelio-campidoglio.jpgOggi alle 12 il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha presentato alla stampa la Giunta Comunale: dodici assessori, di cui due donne, tre tecnici e tre esterni. L’età media dell’intera Giunta è di 44 anni. Qui di seguito sono riassunti in ordine alfabetico i nomi e le deleghe assegnate:

Gianni Alemanno – Sindaco (ha trattenuto su di sè le deleghe sulla polizia municipale e sulla protezione civile)
Mauro Cutrufo – Vicesindaco, Assessore alle Riforme istituzionali di Roma Capitale e al Turismo

Alfredo Antoniozzi – Assessore al Patrimonio, alla Casa e ai Progetti speciali
Sveva Belviso – Assessore alle Politiche sociali
Davide Bordoni – Assessore alle Attività produttive, al Lavoro e al Litorale
Ezio Castiglione – Assessore al Bilancio e allo Sviluppo economico
Enrico Cavallari – Assessore al Personale e al Decentramento amministrativo
Marco Corsini – Assessore all’Urbanistica
Umberto Croppi – Assessore alla Cultura
Fabio De Lillo – Assessore all’Ambiente
Fabrizio Ghera – Assessore ai Lavori pubblici e alle Periferie
Sergio Marchi – Assessore alla Mobilità e ai Trasporti
Laura Marsilio – Assessore alla Scuola, alla Famiglia e all’infanzia

NdR: in serata è stata poi diffusa la notizia che il Sindaco Alemanno ha assegnato la delega alla sicurezza al Consigliere Simeone Piccolo. Non un assessore, ma un Consigliere delegato, com’è previsto dalla legge e dallo Statuto del Comune di Roma. In tale ruolo Piccolo avrà il compito di fungere da trait-d’union fra i Comandi territoriali delle Foze dell’Ordine, la Questura, il Prefetto ed il Campidoglio. Simeone Piccolo è stato il primo, in termini di prefererenze, fra gli eletti del PdL. Ma il primo – aggiungiamo noi – in termini di affissioni elettorali abusive sul territorio della città. Sono ancora sparsi ovunque i suoi manifesti 6×2 (pari a 12mq), non ultimo quello sulla parete dell’Istituto Tecnico Bernini di Largo Maresciallo Diaz a pochi passi da Ponte Milvio. Ci auguriamo, ora che ricopre un ruolo istituzionale, che abbia il buon senso di rimuoverli tutti, ovviamente a sue spese. Perchè sicurezza vuol dire anche questo: sicurezza e tutela non solo delle persone ma anche del patrimonio pubblico. Simeone Piccolo, a lei la prima mossa.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Il modo migliore per dare testimonianza e certezza di legalità il neo assesore Simeone Piccolo deve togliere i manifesti a sua spese, così potrà dimostrare al popolo romano la sua correttezza morale.

  2. Piccolo è un grande ! affiggendo abusivamente e sporcando tutta la città intanto si è conquistato la sua bella poltroncina alla faccia, anzi alla facciata, di tutti i palazzi sui quali resteranno attaccati per i prossimi anni i suoi manifesti larghi come un monolocale. Qualcuno pensa che avrà il coraggio e l’onesta morale di farli togliere a sue spese ? Giovanni mio non illudiamoci, a chi vuoi che interessi dimostrare la correttezza dopo essere stato eletto ….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome