Home AMBIENTE Via Cortina d’Ampezzo, una petizione con 1300 firme

Via Cortina d’Ampezzo, una petizione con 1300 firme

petizione.JPGE’ da Maggio 2007 che il Punto Verde Qualità ubicato in via Cortina D’ampezzo, nella zona via Madonna di Campiglio-Area-via dell’Acqua Traversa, è chiuso ai cittadini per lavori di manutenzione straordinaria effettuati a singhiozzo ed è da Maggio 2007 che i residenti protestano per aver perso un sito di aggregazione ed incontro. E l’ultimo atto della protesta è stata una raccomandata, sottoscritta da ben 1.300 persone (le cui firme sono state pazientemente raccolte da Giovanni Maria Tamponi e Gianni Genovesi Rivolta) inviata in questi giorni a all’Assessore all’Ambiente del Comune di Roma Dario Esposito, al Direttore del X Dipartimento  del Comune di Roma Stefano Mastrangelo, all’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio Filiberto Zaratti, all’Amministratore della Fineuropa SpA Maurizio Meda ed al Presidente del XX Municipio Massimiliano Fasoli.  Eccone il testo:

” I firmatari della petizione, oltre 1.300 firme raccolte che sarà inviata con plico a parte  all’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma, visto il perdurare della  sospensione dei lavori in corso per la manutenzione straordinaria del P.V.Q. Madonna di Campiglio-AREA-AcquaTraversa, chiedono l’immediata riapertura  del  Punto Verde Qualità interdetto all’utilizzo da parte dei residenti da maggio 2007, ed in particolare degli accessi di Via della Mendola e di Via Campo Catino, e più precisamente del camminamento denominato  “PERCORSO  VITA “, nonché dei servizi pubblici annessi (area ludica per bambini e quella riservata agli animali). I residenti, che avevano trovato finalmente  un punto di aggregazione sociale e culturale, non possono aspettare che  l’attuale Concessionario reperisca le dovute risorse  finanziarie necessarie per il ripristino dello stato dei luoghi (anche se  i problemi maggiori sono proprio legati agli intrecci del passato che il X Dipartimento da tempo non riesce a sbrogliare) e restano in attesa affinché, con  urgenza, l’ Arch. Stefano Mastrangelo – Direttore del  Dipartimento X – individui soluzioni adeguate ed articolate affinché l’apertura della suddetta AREA venga effettuata nel più breve tempo possibile. In caso contrario  procederanno ad una vera e propria lotta per la legalità e per la  trasparenza amministrativa presentando ricorsi, atti di diffida e quant’altro al fine di constatare se esistano abusi di potere perseguibili a norma di legge.  Per ultimo è da evidenziare il deludente silenzio da parte degli Amministratori del XX Municipio fatta eccezione del consigliere Ludovico Todini che si è dimostrato subito disponibile. A tal proposito colgono l’occasione per ringraziare insieme ai comitati di quartiere tutti i cittadini che recentemente sono stati loro vicini in tante battaglie. Perché una cosa è certa: i residenti non abbasseranno mai la guardia”.

Visita la nostra pagina di Facebook

27 COMMENTI

  1. Ho già preso contatto con gli enti preposti per intervenire e sollecitare una soluzione immediata a questo problema ……Ho anche chiesto ai promotori della petizione di fornirmi tutto il materiale per pubblicarlo nel prossimo numero de La Voce del Villaggio in uscita il prossimo 18 marzo in modo da poter dare il più ampio risalto alla iniziativa.

    Cordiali saluti.

    Giuseppe Molinari

  2. GRAZIE ALLA VISIBILITA’ DI VIGNACLARABLOG E ALLA COLLABORAZIONE DI TUTTI I FIRMATARI DELLA PETIZIONE SI SONO FATTI SENTIRE FORTUNATAMENTE DIVERSI CONSIGLIERI DEL XX MUNICIPIO E SOPRATTUTTO IL “NUOVO CONCESSIONARIO” DEL P.V.Q. IL SIG. MASSIMO DOLCE CON CUI ABBIAMO UN APPUNTAMENTO VENERDI P.V. PER CONCORDARE L’IMMINENTE APERTURA DEL PERCORSO VITA.
    PER ULTIMO UNA NOTA DOLENTE DA EVIDENZIARE : NESSUN CENNO DI RISCONTRO DA PARTE DEL DOTT. FASOLI, PRESIDENTE DEL MUNICIPIO A CUI E’ STATA INVIATA COPIA DELLA RACCOMANDATA.
    COMPLIMENTI PRESIDENTE … E NON SI LAMENTI SE NEL BLOG LE HANNO CUCITO PIU’ DI UNA VOLTA DEI DELIZIOSI CAPPOTTINI …
    ARCH. GIANNI GENOVESI RIVOLTA

  3. Il “dott” Fasoli non è dottore ma soprattutto non è uso rispondere a quei “scocciatori” di cittadini che gli scrivono lettere o email.
    Anna Maria

  4. Ci stiamo adoperando anche noi per tentare di riaprire il parco di AREA. Abbiamo chiesto all’Associazione CORTINA VERDE una collaborazione ma ancora non ci hanno risposto !
    Confidiamo nell’incontro dei promotori della petizione previsto per domani. Trovo assurdo che per mancanza di fondi per la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi del P.V.Q. venga chiusa un area verde “pubblica” concessa dal Comune di Roma. Complimenti ancora per l’iniziativa !
    Pamela

  5. Egregio Dott. Molinari,
    ho saputo dall’amico Gianni Tamponi che ha intenzione di pubblicare su La Voce del Villaggio solo la locandina utilazzata per la raccolta delle firme. Credo che sia più dignitoso da parte del Presidente della Commissione Grandi Parchi del XX° Municipio redigere di Suo pugno un bell’articolo sulla scandalosa vicenda !? A buon rendere …
    Pamela Marcantoni

  6. cara amica già da maggio 2006 mi occupai del “Caso P.V.Q. Area” con un bell’articolo su La Voce del Villaggio e con una serie di lettere e risoluzioni inviate al Dipartimento X° del Comune di Roma. Purtroppo da allora nulla è stato fatto dagli enti responsabili ……nonostante l’impegno del Municipio e di noi singoli consigliere ci si stato. Direi che la cosa migliore da fare è dare largo risalto alla petizione e organizzare un sit in di protesta dinanzi al P.V.Q. al quale particperò e farò partecipare …….Sono nato via Vipiteno, a pochi passi dal centro Area, e quindi si figuri quanto possa essere “arrabbiato” anche io!!!!

    Cordiali saluti.

    Giuseppe Molinari

  7. Caro amico Molinari
    … ma nel 2006 il percorso vita del P.V.Q. Area era aperto al pubblico … è da maggio 2007 che sussiste il problema principale ovvero l’arbitraria chiusura da parte del concessionario. Se è veramente arrrabbbiato … si adoperi e scriva un bell’articolo !
    Cari saluti
    Pamela

  8. vorrei sottolineare a Molinari e a Pamela che i problemi non si risolvono solo scrivendo “un bell’articolo” sulla Voce del Villaggio che obiettivamente non è la Repubblica o il Messaggero ….. poi vorrei vedere questa serie di lettere e risoluzioni, quante sono e cosa dicevano e soprattutto cosa è stato fatto dopo che sono state spedite perchè scrivere una lettera non è un grande sforzo, lo sforzo va fatto poi per ottenere quello che si chiede se ci si crede veramente.
    Mauro

  9. Salve a tutti,

    in seguito ad un incontro che ho avuto con alcuni residenti di via Cortina D’Ampezzo e che verteva proprio sul Punto verde qualità, vi invito a contattarmi affinchè immediatamente post-elezioni (adesso con chi ce la vogliamo prendere??) ci si organizzi con le buone o con le cattive per andare a far valere le nostre ragioni in Campidoglio, a prescindere su chi ci sarà.

    Se gentilmente potessi contattare qualcuno di voi, potremmo organizzare un fronte unito con i vari gruppi di persone della zona (io ne ho alcuni, voi siete altri e chissà quanti ce ne sono ancora) perchè a volte invece che lettere e/o articoli (che fanno sempre bene epr carità) è necessaria la sollevazione popolare!

    Attendo vostre notizie,

    Stefano Erbaggi
    Candidato PDL Municipio Roma XX
    3470345297 – stefanoerbaggi@hotmail.it

  10. Caro Mauro,
    quando organizzeremo un sit in di protesta davanti al Circolo AREA spero di incontrarLa. Noi del Movimento di difesa del verde ci crediamo veramente … non so Lei !
    Bando alle discussioni sterili entro lunedì dovremmo avere una risposta da parte del Concessionario. Cordiali saluti.
    Pamela
    p.s. Dimenticavo Le auguro una felice Pasqua !

  11. ………non penso di poter risolvere la questione della chiusura con una lettera o un articolo anzi ho anche io proposto il sit-in…….il mio vuole essere un ulteriore contributo a dare visibilità alla questione con i mezzi che ho a disposizione che non sono Repubblica ma un piccolo giornale di quartiere che però è sempre riuscito a far sentire la voce dei cittadini agli enti preposti sulle questioni dei nostri quartieri e la mia firma da consigliere e presidente della commissione Urbanistica e Parchi che in questi anni si è sempre occupato della questione Area. Ricordo alla Signora che, è vero che il centro è stato chiuso nel 2007 per problematiche societarie che nulla hanno a che fare con il Muncipio nè con il Comune di Roma, anche se forse quest’ultimo avrebbe dovuto fare più attenzione quando ha assegnato alla società executive il bando di gara sul P.V.Q. via della Mendola, ma è anche vero che il problema dei percorsi c.d. vita e quelli per i cani previsti da progetto, così come il pericolo che venisse realizzato un mega parcheggio multipiano sul lato opposto ai percorsi, cioè quello di via Roccaraso, ci sono sempre stati……Oggi comunque al di là delle polemiche si dovrebbe organizzare un fronte comune completare la raccolta di firme, già in essere, e andare in delegazione dal Commissario straordinario in Campidoglio….non aspetterei il dopo elezioni in quanto si sà come vanno queste cose…cambiano i governi cambiano le persone ma poi non cambia nulla…..forse meglio approfittare della gestione temporaneamente commissariata del Comune di Roma per ottenere quello che noi tutti vogliamo……..questo bellissmo centro APERTO!!!

    Giuseppe Molinari

  12. Cari amici … abbiamo raggiunto un piccolo traguardo:
    “Siamo riusciti finalmente a far partorire dopo vari sopralluoghi dal Sig. Massimo DOLCE concessionario del CIRCOLO AREA le date della prossima riapertura scaglionata del Punto Verde Qualità.”
    Cordiali saluti.
    Giovanni Maria Tamponi
    Vi rimetto di seguito il testo della mail inviatami da parte del nuovo concessionario:

    ——-Messaggio originale——-

    Da: centrosportivoarea

    Oggetto: riapertura centro sportivo.

    Come da accordi presi con il dott.Tamponi,
    vi comunichiamo le fasi di apertura del centro AREA:
    lunedì 14 aprile – apertura percorso vita ed area cani;
    giugno – apertura parziale del centro sportivo (comprensivo dalla piscina);
    settembre – apertura totale del centro.
    Si coglie l’occasione per inviarvi i più sentiti auguri di una serena pasqua.
    EXECUTIVE SPORT CENTER

  13. Caro Gianni, e cari amici.
    NON MI “SVEGLIO” SOLO IN CAMPAGNA ELETTORALE….E TUTTI ME NE POSSONO DARE ATTO
    Sono “appena” 6 anni che mi interesso (sono nato e abito da 49 anni in via della Mendola) delle problematiche e del “calvario”che tutti abbiamo dovuto sopportare con l’avvicendarsi di concessionari/gestori del PVQ “AREA”.
    Ritengo che adesso, dopo anni ed anni di “malagestione”, del Centro, (con molte responsabilità anche del X Dipartimento e del Comune di Roma) si sia finalmente arrivati ad una prospettiva certa sulle sorti di Area.
    Ho partecipato a molte riunioni ed incontri sul tema e mi sono recentemente interessato personalmente alla riapertura del percorso vita, e della istituzione di una area cani che sia quantomeno più accessibile di quella attuale.
    Ho fatto proposte e, sopratutto, ho cercato di spiegare ai nuovi concessionari quello che il quartiere si aspetta dalla nuova gestione e quello che NON DOVRA’ PIU’ ACCADERE!!
    Vi invito a scrivermi o contattarmi per poter proporre idee, critiche e soluzioni sul futuro del Centro che, sottolineo ancora una volta, ritengo debba mantenere i propositi per cui è nato: UN LUOGO DI INCONTRO E DI SPORT PER ADULTI E BAMBINI ED UN PARCO IN CUI PASSEGGIARE!!
    Marco Perina Vicepresidente e Assessore Sport e Cultura XX Municipio
    tel 335.6120700 – m.perina@libero.it

  14. Oh che bello ! L’assessore Perina è pienamente disponibile, per un’area verde a due passi da casa sua, ad ascoltare dai cittadini che vivono vicino a lui le loro idee, le loro critiche e le loro soluzioni invitandoli a scrivergli o a contattarlo.
    I cittadini invece che abitano a via del Podismo sono di serie B: per loro da parte dello stesso assessore solo un muro di gomma contro il quale è rimbalzata una petizione con 250 firme e un progetto alternativo a quello voluto dal sig. Perina.
    Amici di via Cortina d’Ampezzo, siete stati bravi a sollevare il vostro problema in campagna elettorale !

  15. Bravo Gianni !
    Obbiettivo raggiunto … desta un pochino di perplessità la data di riapertura del percorso vita : il 14 aprile ! Il giorno dopo le elezioni. Sembra quasi una presa per i fondelli ! Ho saputo che l’area ludica per animali verrà spostata ed aperta con accesso da Via della Camilluccia poichè potrebbe turbare la tranquillità si Sua eminenza “Gianni LETTA” che si ritrova attico e superattico che affacciano sul boschetto recentemente acquisito dal concessionario. Bella fregatura per chi abita a Via Cortina d’Ampezzo ! Ulteriore presa per i fondelli ! E’ un vero e proprio schifo che certi personaggi abbiano questo potere. Vergogna ! Un consiglio : continuiamo a lottare per ottenere quanto ci era stato promesso … Per ultimo, il Sig. Perina che a suo dire si è interessato personalmente a trasferire la suddetta area è al corrente di quanto dichiarato dal gestore del P.V.Q. oppure condivide la scelta democratica di LETTA !? Guarda caso entrambi sono candidati con il PDL. Reset.
    Pamela

  16. Sono proprietario di due cani ed ho firmato per ottenere un area ludica più dignitosa. Quella attuale di appena 500 mt è situata alla fine del percorso vita ed è considerata da tutti una lettiera per gatti. Pertanto mi appello al buon senso dei consiglieri del XX° Municipio, Erbaggi, Molinari, Perina, Todini e chi più ne ha più ne metta ad una immediata risposta chiarificatrice su quanto giustamente lamentato dalla Sig.ra Pamela. Resto in attesa quanto prima dei graditi interventi (possibilmente ante il 14 aprile) e colgo l’occasione per augurare a tutti una felice e serena Pasqua.
    Michelangelo

  17. Rispondo a Maurizio su Via Posismo: ho fatto pubblicamente una proposta in Consiglio, pertanto nessun “muro di gomma”, : riqualificazione del’area e apertura di un parco pubblico attrezzato (anche se non sta sotto “casa mia”…) e, una volta verificata la fattibilità dagli uffici, apertura nello spazio coperto, di una sede anagrafica del Municipio per il rilascio di Carte idedentità, cambi residenza ecc…che eviterebbe di andare a Prima Porta , La Storta o addirittura Cesano.

    Rispondo a Pamela: penso che la tranquillità del Dr.Letta venga turbata ancora di più se si dovesse aprire un passaggio (e personalmente non penso si potrà) anche su via Camilluccia (dove abita); non mi sono interessato solo al trasferimento dell’area animali, ma della riapertura e fruibilità del Centro Area in tempi brevi e, comunque Le garantisco che il passaggio principale sarà, come previsto, da via della Mendola. Quale sarebbe la fregatura ???
    Marco Perina

  18. Un ufficio angrafico da raggiungere solo in autobus o a piedi perchè c’è anche una scuola in via del Podismo e in mattinata parcheggiare diventerebbe impossibile! La fattibilità degli uffici è sotto gli occhi di tutti, non occorrono parole.

  19. Ho saputo tra l’altro che il concessionario del P.V.Q. è abusivo, di fatto non risulta l’avvenuta cessione (certificato REA) dell’ attività da parte del precedente (MEZZAROMA). Incredibile ma vero: Si sono avvicendati tre concessionari in pochi anni. L’affaire MEZZAROMA – GIOLITTI ovvero la cessione affrettata in pochi mesi …… puzza … quanto puzza … consiglieri vogliamo indagare sulla vicenda !?!
    Michelangelo

  20. Rispondo a Perina: l’accesso dell’area cani sarà accessibile solo esclusivamente da via della Camilluccia. Me lo ha confermato Gianni Tamponi. S’informi dal concessionario ABUSIVO ……. a meno che il Sig. DOLCE non dica delle emerite c******e. Per quanto riguarda la regolarità della voltura ha ragione Michelangelo …. indaghiamo. Ho uno zio generale della Finanza. Proverò a contattarlo.
    Pamela

  21. Mi permetto di confermare quanto dichiarato da Pamela Marcantoni. In base alle risultanze del recente certificato rilasciato dalla Camera di Commercio di Roma la denuncia della voltura a nome del Sig. Massimo Dolce ancora non risulta. L’ultima variazione è stata effettuata il 18 ottobre 2005 nella quale viene nominato il delegato di Mezzaroma. Arrivati a questo punto credo che sia doveroso da parte dei rappresentanti delle istituzioni comunali denunciare a chi di dovere le irregolarità da noi riscontrate e far luce sulla vicenda affinchè ancora prima delle elezioni il Municipio XX° diventi una vera e propria casa di vetro. Chiediamo troppo !? Buona Pasqua a tutti da Giovanni Maria Tamponi

    Iscritta con il numero Repertorio Economico Amministrativo N. 911170

    Denominazione: EXECUTIVE SPORT CENTER – S.R.L.

    Forma giuridica: SOCIETA’ A RESPONSABILITA’ LIMITATA CON UNICO SOCIO

    Sede: ROMA (RM) VIA DELLA MENDOLA 288 CAP 00135

    ADDETTI

    Numero addetti dell’impresa rilevati nell’anno 2006
    Dipendenti: 12 (informazione di sola natura statistica)

    TITOLARI DI CARICHE O QUALIFICHE

    7) L’impresa sottoindicata
    Numero REA: 720657 CCIAA: RM
    Denominazione: FINEUROPA S.P.A.
    Codice fiscale: 06113270158
    Sede: ROMA (RM) VIA NICOLO’ PORPORA 1 CAP 100
    SOCIO UNICO iscritto nel libro soci dal 04/10/2005

    8) MEDA MAURIZIO
    nato a ROMA (RM) il 01/10/1954
    codice fiscale: MDEMRZ54R01H501Q
    residente a: ROMA (RM) VIA EUGENIO BELTRAMI 11 CAP 00100
    – AMMINISTRATORE UNICO nominato con atto del 29/09/2005
    Durata in carica: FINO ALLA REVOCA
    Data presentazione carica 14/10/2005

    9) VINCENTI VINCENZO
    nato a ROMA (RM) il 15/07/1963
    codice fiscale: VNCVCN63L15H501T
    residente a: ROMA (RM) VIA G. SILVESTRI 44 CAP 00133
    – DELEGATO DI CUI ART. 2 LEGGE 25/8/91 N.287 nominato il 14/10/2005
    Durata in carica: FINO ALLA REVOCA

    Data denuncia (M) 18/10/2005
    18/10/2005 – NOMINA O AMMISSIONE DI VINCENTI VINCENZO, DELEGATO DI CUI ART. 2
    LEGGE 25/8/91 N.287
    *** fine documento ***

  22. ..aaahhhh…ma è proprio una bella scoperta questo blog!! allora è vero che tutti aspettano ansiosamente le sorti di AREA!!!!!Peccato però che nessuno si interessi dei poveri dipendenti ormai ridotti a 16 (a giugno 2007 erano in 21…) la cui sorte è ancora tutta da scoprire!! E’ praticamente un anno che queste persone (tra cui padri e madri di famiglia….) aspettano di sapere se nel prossimo futuro si ritroveranno in cassa integrazione o addirittura licenziati.. E’ vero che…”grazie ad accordi sindacali”….se così si può dire..nonostante la chiusura…sono riusciti a percepire comunque il loro stipendio di base, ma il sentore…è che la NUOVA GESTIONE (se così si può chiamare..visto che ufficialmente non c’è stato ancora alcun passaggio) non sia proprio propensa a continuare questo rapporto di lavoro! Naturalmente i dipendenti sono comunque costretti dalla società, percependo un regolare stipendio, a presentarsi sul posto di lavoro regolarmente tutti i giorni per otto ore al giorno, ma le condizioni sono veramente al limite del mobing!!! il freddo…e fra poco il caldo..la polvere…la sporcizia..e soprattutto i rischi di un cantiere aperto fanno da padrone…le minime norme di sicurezza che dovrebbero essere un diritto per il lavoratore e un dovere per la società sembrano magicamente scomparse!!..Insomma…le uniche persone che in tutti questi anni si sono prodigate fisicamente e moralmente.. impegnandosi sempre in prima linea nostante tutti i dubbiosi ed incerti cambi societari sembrano quasi essere gli unici colpevoli di questa incredibile odissea !! chissà se la ASL o qualsiasi altro ente o istituzione si facessero un giro per i locali dove sono parcheggiati questi dipendenti cosa succederebbe…..forse qualcosa…o forse niente se le SOLITE CONOSCENZE che da sempre portano avanti le magagne del circolo riescono anche in questo caso a chiudere uno…o forse tutti e due gli occhi!!! In bocca al lupo ragazzi..!!! Che qualcuno si impegni anche per voi??? Speriamo!!!

  23. Cari consiglieri,
    come volevasi dimostrare siamo quasi arrivati al giorno fatidico e nessuno di VOI si è interessato alla vergognosa vicenda. Complimenti !
    Un in bocca la lupo per i dipendenti di AREA !
    Pamela

  24. BRAVI … un in bocca al lupo a Voi, perchè riusciate ad ottenere quello che volete e soprattutto ai “16” dipendenti in pericolo di cassa integrazione, perchè possano mantenere il posto di lavoro … moralmente sono con tutti Voi !!!!!!!!!
    Daniela

  25. Allora sarò breve e diretto.
    Bisogna distinguere due argomenti:
    1 – l’area verde pubblica realizzata dal PVQ
    2 – il circolo privato realizzato con i fondi del credito sportivo.

    perchè distinguerlo? perchè nel primo caso bisogna parlare direttamente con gli assessorati competenti del Comune e pretendere un intervento affinchè siano riaperti al pubblico (è vero che il privato ne deve tenere la manutenzione ma nel frattempo si devono aprire) e questo lo farò appena ci sarà un’assessore al Comune!! a prescindere dalla parte politica che governerà la città.
    nel secondo caso la situazione è più ingarbugliata, c’è una causa in mezzo, c’è una denuncia alla procura della repubblica e ci sono gli estremi per richiedere la revoca della concessione, cosa che andremo a fare insieme, voi e io.
    Una cosa sola: Mezzaroma è tuttora il titolare….

    Ora è brutto dirlo ma finchè non ci sarà una nuova giunta al Comune la situazione è in fase di stallo… con chi dovremmo parlare? se vuole possiamo anche incontrarci per parlarne meglio, anche ora (ma la mattina perchè la campagna elettorale in questi giorni è asfissiante!).
    Mi faccia sapere, io sono disponibile a parlare con lei e, soprattutto, a fare una battaglia con lei.
    A presto,

    Stefano Erbaggi
    Candidato PDL Municipio Roma XX
    347-0345297 stefanoerbaggi@hotmail.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome