Home ARTE E CULTURA Roma festeggia il centenario dell’8 Marzo

Roma festeggia il centenario dell’8 Marzo

essere-donna-1.JPGSono felice di essere donna perché….  Questo è il pensiero che le ragazze romane fra i 14 ed i 18 anni sono state invitate a completare – in occasione del centenario dell’8 marzo – nell’ambito della campagna di comunicazione del Comune di Roma “Un secolo di donne, 1908-2008, il tuo pensiero sui muri di Roma”.  Oltre mille sono le risposte pervenute tramite le scuole e delle migliori dieci  da oggi  ne vedremo affissi i manifesti per le strade e nella metropolitana per salutare i cento anni della festa dell’8 marzo.

essere-donna-2.JPG

Tutti e mille i pensieri saranno poi esposti a fine maggio. A Cura del Campidoglio sarà infatti allestita una mostra dedicata ai lavori eseguiti dalle scuole superiori nell’ambito del progetto “un secolo di donne”, un progetto  finalizzato a promuovere tra i giovani la conoscenza dello sviluppo dell’emancipazione femminile nella società moderna partendo dall’episodio dal quale trae origine la festività: la morte di 129 operaie, avvenuta l’8 Marzo 1908, bruciate nel rogo della loro fabbrica di Chicago.  Le migliori dieci risposte dunque, tutte basate sul sorriso e sulla positività femminile, ci faranno riflettere nei prossimi giorni lungo le nostre strade. Ne abbiamo scelte e pubblicate due a nostra discrezione, se volete leggere le altre otto cliccate qui

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Grazie alla nostra forza il mondo va avanti. E’ un altro dei 10 pensieri ed a me piace molto, perchè è vero, se non ci fossimo noi donne a dare una spinta al mondo nei momenti critici, tutto si fermerebbe. Come in questo blog in questi giorni… cosa vi succede cari Aragorn, Maurizio, Granpasso, Pierluigi, Anna Maria, Roberto, Aurora e tantri altri che non intervenite piu’ ? Incontrarvi tutti i giorni era diventata una piacevole abitudine…
    Buona giornata a tutti da Clara

  2. Eccomi, ci sono ! Ciao Clara, ciao a tutti, non potevo non presentarmi all’appello di questo articolo perchè noi donne lettrici siamo “l’altra metà di vignaclarablog”, giusto ? Cari saluti.
    Anna Maria

  3. per proclamarvi l’altra metà del blog aspettate almeno che arrivi l’8 marzo !
    Si, in effetti i dibattiti languono, chissa’ come mai, anche io mi sono un po’ assentato, chiedo scusa. A presto.
    Maurizio

  4. Preceduta da una marcia di 15.000 donne nel 1908 per il miglioramento delle condizioni di lavoro e l’ottenimento del diritto al voto, la prima festa della donna si è svolta il 28 febbraio 1909 negli Stati Uniti d’America. Oggi, dopo 99 anni la donna viene ancora vessata, e questo è primitivo.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome