Home AMBIENTE Via Mastrigli 455 giorni dopo

Via Mastrigli 455 giorni dopo

clessidra2.pngSono passati un anno e tre mesi, 455 giorni da quando, il 2.11.2006, il Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti inviò la sua prima denuncia al XX Municipio sullo stato di degrado di via Mastrigli. A che punto è la vicenda dopo 455 giorni ? Ce lo dice questo comunicato stampa del Comitato  che pubblichiamo molto volentieri. 

” Il nostro impegno a concludere la rimozione della discarica abusiva di Via Mastrigli è continuata nel corso delle ultime settimane con dei risultati concreti, anche se non siamo ancora in grado di dire quando riprenderanno i lavori di bonifica. Grazie al coordinamento con il Comitato Cittadini per il XX Municipio e al supporto dei nostri amici consiglieri municipali Stefano Ariola, Alessandro Sterpa e Ludovico Todini, e soprattutto grazie alla pressione esercitata da tutti i cittadini del Villaggio dei Cronisti, abbiamo ottenuto una importante delibera da parte del consiglio del Municipio XX.

La riunione del Consiglio del Municipio si è tenuta il 17 dicembre 2007 nei locali di Via Sabotino ed il Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti, rappresentato da una trentina di cittadini, ha letto durante la “question time” un proprio messaggio nel quale si esprimeva la profonda delusione per la sospensione dei lavori di rimozione della discarica. Nel messaggio si richiedeva l’immediata continuazione dei lavori di bonifica, l’intervento dell’ASL per analizzare la natura delle immondizie e verificare la presenza di componenti tossici, l’attivazione di un presidio di polizia a difesa della incolumità dei cittadini aderenti al C.C.V.C.  che avevano ricevuto nelle settimane passate minacce di morte.

I Consiglieri Sterpa, Todini e Ariola presentavano al Consiglio la richiesta di inserire nell’ordine del giorno della discussione l’argomento “discarica abusiva Via Mastrigli”, originariamente non previsto nei temi da affrontare nella riunione. Il Consiglio approvava all’unanimità la richiesta; è da rilevare che la opposizione anche di un solo consigliere all’inserimento dell’argomento discarica nella lista dei temi da affrontare in consiglio avrebbe impedito la discussione della questione discarica.

I Consiglieri Ariola, Sterpa e Todini presentavano quindi una proposta di delibera, di cui riportiamo di seguito il testo integrale, e nella quale il Consiglio del Municipio XX faceva proprie le richieste del Comitato.

Oggetto: Discarica abusiva Via Mastrigli 

Premesso che

  • in data 3 dicembre 2007 l’AMA ha iniziato la bonifica della discarica di Via Federico Mastrigli che insiste nella Riserva Naturale dell’Insugherata (area naturale protetta)
  • il sito da bonificare è un fondo privato;

Considerato che

  • in data 4 dicembre 2007 la Polizia Municipale presso il Gabinetto del Sindaco ha posto sotto sequestro l’area perché, durante l’esecuzione dei lavori di bonifica, si è constatato che i rifiuti erano, al contrario di come evidenziato in sede di precedenti sopralluoghi, di un quantitativo nettamente superiore perché interrati e coperti da strati di cemento, nonché da edificazioni abusive destinate a parcheggio ed area sosta;
  • l’Autorità Giudiziaria ha posto sotto sequestro l’area al fine di acquisire elementi probatori comprovanti le fattispecie incriminatici nella conduzione delle indagini tuttora in corso;

Sottolineato che

  • cittadini ivi residenti sono sottoposti ad una serie di pericoli relativi all’insalubrità dell’ambiente, agli asfissianti e nocivi miasmi, alle epidemie, alla presenza di animali portatori di malattie;
  • si è costituito un comitato di quartiere del quale alcuni membri hanno subito minacce telefoniche di morte, prontamente denunciate ai Carabinieri della Stazione di Tomba di Nerone;

Evidenziato che l’area in oggetto è, dopo oltre un mese dall’inizio dei lavori di bonifica, ancora sottoposta a sequestro IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA XX 

  • ESPRIME la necessità di dover procedere celermente ai lavori di bonifica della discarica abusiva di Via F. Mastrigli;
  • AUSPICA il dissequestro dell’area in tempi rapidi, onde procedere alla bonifica dell’area stessa;
  • CONDANNA l’episodio minatorio ai danni dei membri del comitato di quartiere;
  • ESPRIME solidarietà e vicinanza al comitato di quartiere;
  • CHIEDE al Presidente del Municipio Roma XX di voler avanzare formale richiesta alla Polizia di Stato – Commissariato “Flaminio Nuovo” – perché istituisca una vigilanza in Via F. Mastrigli, al fine di dare un segnale forte di presenza dello Stato al fianco di cittadini minacciati;
  • CHIEDE di voler inviare il presente Ordine del Giorno all’Autorità Giudiziaria inquirente per competenza, al fine di manifestare alla stessa tutto l’apprezzamento ed il riguardo del Municipio Roma XX per il lavoro che sta svolgendo.

Il Consiglio del Municipio XX approvava all’unanimità il testo della delibera. Nelle settimane successive, in assenza di qualsiasi informazione sulla data di ripresa dei lavori di bonifica della discarica, il Comitato si attivava per richiedere con insistenza la continuazione dei lavori.

La azione di pressione sulle Istituzioni perchè venga data soluzione definitiva alla emergenza rifiuti continuerà le settimane prossime fino a quando riceveremo segni tangibili che il Comune, la ASL, la magistratura prendono seriamente in considerazione la emergenza Mastrigli. Sembra che venerdì 1 febbraio tecnici dell’AMA, polizia municipale, dirigenti del Comune e il magistrato abbiano fatto un sopralluogo presso la discarica abusiva. Al momento non siamo a conoscenza delle finalità e dell’esito del sopralluogo ma Vi terremo informati quando sapremo qualcosa di preciso.

Con l’occasione ringraziamo i due amici curatori di VignaClaraBlog che danno voce ai cittadini. Un  ringraziamento sentito ai nostri amici consiglieri Todini, Sterpa e Ariola per rappresentare difendere in Municipio gli interessi e i diritti di tutti i cittadini. Cordialmente,

Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti, Tomba di Nerone – Roma (email ccvcronisti@live.it)

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Mi riservo di commentare la problematica in seguito.
    Anche perchè dopo tre commenti di seguito in cui si chiedevano eventuali info e nuovi lumi , ero quasi sfiduciato.
    Poi vedremo.

    Volevo però cogliere l’occasione – anche se è solo marginalmente coinvolto l’argomento e va ben oltre la XX° – per mandare un plauso al giovane Ing. Marco Trevisan di Padova.
    Ha issato il tricolore sul terrazzo del suo appartamento che è l’unico rimasto in possesso ma soprattutto abitato da un italiano nel quartiere.
    Rimasto assediato tra spacciatori e clandestini, tra passaggi di droga ed “orinatoi” sottocasa, tra prostitute ed ubriachi.

    Non vorrei essere a breve costretto a “riesumare” il mio.

  2. Aragorn, se sei in zona, ti invito a fare un bel giro verso la fine di via mastrigli, magari in prossimità dei palazzi con affaccio sul parcheggio.
    In quel caso potrai facilmente assistere a spettacoli simili a quelli descritti.

    Non rare le persone che urinano tra una macchina e l’altra, senza aver neanche cura di farlo al riparo da occhi indiscreti.

    Poi, se sei davvero fortunato (pochi ed allibiti astanti lo sono stati…) avrai
    anche l’occasione per assistere a “bestie” che defecano all’aria aperta, nel modo piu’ tranquillo possibile come se fossero nel bagno di casa.
    Vedessi che naturalezza!

    Poi ci sono quelli nati stanchi, che poverini non riescono ad affrontare la terribile salita che porta fino a piazza celoni, perdipiu’ appesantiti dal fardello rifiuti.
    Cosi’, stremati dalla terribile prova e allo stremo delle forze, abbandonano le loro buste colme di ogni *ben di dio* sulla strada.
    Chi ha piu’ resistenza arriva sino alle scalette, altri meno dotati si fermano al 15/B, altri ancora desistono quasi subito e lasciano la loro testimonianza al 15/A.

    Chiosa finale, ultimamente c’e’ anche la filippina cane-dotata, una specie di ectoplasma che appare alle primissime ore dell’alba (avvistata da pochissimi testimoni già svegli a quell’ora), che grazie
    all’incolpevole compiacenza dell’animale sta lentamente ma inesorabilmente coprendo di deiezioni il tratto di strada davanti al 15/B.

    A chi le ha fatto notare che in teoria la pupu’ del suo cane avrevve dovuto raccoglierla, la filippina ha dispensato un largo sorriso
    Beata lei.

  3. Simone , sono in zona.
    Ho fatto proprio una settimana fa un sopralluogo , sai com’è tanto per verificare.
    Con molta ma molta attenzione sono sceso fino alla discarica , di fronte all’affaccio dei relativi appartamenti.
    E come avevo detto nell’ultimo commento in merito , tutto procede quindi nessuno lavora.

    Come detto , sempre nell’ultimo commento , praticamente ritornato “sù” è come se avessi già pranzato tale era la pienezza avuta dagli “odori” che si sprigionavano.
    Ho visto le solite decine di motorini accatastati , qui e là nuovi sacchetti gettati nel “dirupo”, gente in canottiera che bighellonava tra polvere e spazzatura.

    Teoricamente mi avrebbero dovuto far pena e avrebbero dovuto instillarmi un senso di “sano sentimento di integrazione e solidarietà”.
    Ma ho paura che il tempo per questi “sentimenti” è bello che passato.

    E sì, perchè tra le altre cose mi sono ricordato ( come te ) dei sacchetti della spazzatura abbandonati lungo la strada come la scia di pollicino, mi sono ricordato delle bottiglie di birra che trovo a decine nella piazzetta, lungo la strada, sotto le macchine , nelle aiole.
    Mi sono ricordato degli olezzi da latrina vespasiana lungo i muri.

    Tutte cose che prescindono dalle condizioni economiche ed ambientali , anzi dovrebbero sollecitarti a tenere il tutto meno sporco possibile.

    E debbo però aggiungere , ad onor del vero , che anche parecchie persone di chiara identità europea passeggiano con i loro animali incuranti dei “ricordi” che lasciano sui marciapiedi.

    Attendiamo fiduciosi (?) che qualcuno dei rappresentanti si faccia sentire e -ripeto – possa magari fornirci i riferimenti del pretore-magistrato incaricato, in modo da poter fare le giuste pressioni.
    Saluti

  4. Da informazioni ricevute, il magistrato Gianfranco Amendola, titolare dell’inchiesta, è in attesa della perizia sulla discarica per poter provvedere all’atto di dissequestro dell’area; dopo il dissequestro, la palla tornerà al Comune che dovrà provvedere alla prosecuzione dei lavori.

    I tempi saranno sicuramente ancora lunghi.

    Invitiamo i cittadini a fare pressione sulle Istituzioni (Magistratura, Comune, Municipio) con fax, telefonate, lettere, contatti personali per accelerare la rimozione della discarica.

    Cordialmente,

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti
    (ccvcronisti@live.it)

  5. Salve , non vorrei che si stesse preparando un bel “paccotto”.
    O magari è un caso di omonimia.
    Ma risulta che Gianfranco Amendola verrà “dismesso” dal 14 febbraio 2008
    Vedi sito :
    http://www.margheritaonline.it/wai/stampa/print.php?id_stampa=29900
    ( che me tocca guarda’ ! )

    Il chè significa che la pratica passerà di mano.
    Immagino la lentezza , gli intoppi eccetera.
    Gli date un’occhiata pure voi ?
    Quattro occhi so’ meglio due e come cervelli pure.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome