Home ATTUALITÀ Aggressione a Vigna Clara

Aggressione a Vigna Clara

Nella serata del 12/11/2007 un professionista romano è stato aggredito, derubato e malmenato sotto la sua abitazione in via della Farnesina. Sembra che l’aggressione sia stata portata a termine da tre persone con forte accento dell’Est e che i delinquenti abbiano infierito sull’aggredito sebbene quest’ultimo avesse dichiarato di non aver più nulla da consegnargli.

L’episodio si aggiunge ai crescenti casi di delinquenza avvenuti negli ultimi tempi nel nostro quartiere. Tra i tanti vogliamo segnalare i furti negli appartamenti ed i parcheggiatori abusivi a ponte Milvio.

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. potresti essere tarchiato di razzismo per le tue parole…
    come vedete la situazione è agli occhi di tutti.. anche se molti parlano ancora di integrazione.. basta con l’immigrazione

  2. io dico basta, non siamo padroni neanche nelle nostre case, per la strada ti derubano, ti malmenano per pochi spiccioli, ti violentano. Sembra di essere in un paese del 3 mondo. Siamo tornati indietro di mille anni.
    Le leggi, la politica, la pena certa, il non sconto della pena, togliere l’indulto, insomma è ora di fare qualcosa per il nostro paese per la nostra sicurezza.
    Io credo bisognerebbe scendere tutti in piazza pacificatamente dandoci la mano dalle alpi alla punta della calabria giù fino in sicilia ed in sardegna. Tutta Italia e far capire a questi nostri politici che non ne possiamo più di chiacchiere che vogliamo fatti, che vogliamo ritrovare la nostra serenità, essere padroni di uscire di casa, ma anche di rimanerci senza paura.
    Vorrei dire a questi politici che si riempiono la bocca di parole di fare qualcosa per queste persone che vengono qui a delinquere, tanto non ci sono leggi che ci tutelano.
    ABOLIRE GLI ARRESTI DOMICILIARI sono il lasciapassare per fare il proprio comodo.
    Grazie Patrizia

  3. Caro blablabla..
    tralasciando il fatto che mi sento piuttosto ridicola a rivolgermi a qualcuno che si firma cosi, trovo ancor piu ridicola la sua affermazione..
    Che l’immigrazione non controllata sia un problema non è una novità, ma da qui a dire che l’integrazione non sia possibile ce ne vuole! Lei davvero pensa che se si chiudessero le frontiere agli immigrati non avverrebbero piu stupri,rapine e aggressioni?? Non è la razza a determinare la delinquenza di una persona, bensi la sua educazione,la sua cultura,le sue condizioni di vita.. basterebbe togliere queste persone (extracomunitarie o italiane che siano!!) dalla disgrazia nella quale vivono e aiutarle ad integrarsi..

  4. hai presente la donna uccisa poco tempo fa… lo sai che andava a dare aiuti alimentari e economici ai rom… però non ha fatto una bella fine.. viva l’integrazione.. é inutile fare buonismo gratuito, perchè un paese come l’italia non può accollarsi il peso di una cosi alta immigrazione..

  5. blabla, se vuoi partecipare seriamente a questo dibattito, sii corretto e firmati col tuo vero nome. qui non siamo su una chat di ragazzini e per favore quando fai affermazioni documentati e documentale anche a noi che ti leggiamo: chi sei e che cognizione hai per affermare dire “un paese come l’italia non puo’ accollarsi il peso di una cosi’ alta immigrazione” ? sarà pur vero ma ti dispiace dirci sulla base di quale analisi socio-economica poggiano le tue considerazioni ?

  6. Blablabla carissimo,
    le assicuro che il mio non è buonismo gratuito..cerco solo di analizzare i fatti per non fare l’errore di giudicare in modo superficiale. E invito anche lei a farlo..
    Vorrei poi farle notare che:
    1)L’omicidio della donna (suppongo si stia riferendo a Giovanna Reggiani) NON è la ricompensa che le è spettata per aver cercato di aiutare degli immigrati
    2)Non confondiamo la cittadinanza rumena con l’appartenenza ai gruppi rom. Sono due culture dai valori diversi
    3)Ricordiamo che a incastrare l’assassino di Giovanna Reggiani è stata una coraggiosissima donna RUMENA,che a differenza di molti italiani non si è rifugiata in una comoda omertà, ma a creduto nel nostro sistema giudiziario
    4)Ripeto:la criminalità non è un problema strettamente correlato all’immigrazione!!! I delinquenti purtroppo esisteranno sempre, e la mia rabbia è rivolta sicuramente alla bestia che ha ucciso quella donna,ma anche a chi non riesce a garantire la sicurezza di noi “civili”
    5)Lo sa che con un piano legislativo adeguato si potrebbe trasformare l’alto numero di immigrati in risorsa preziosa per il nostro paese??? Cerchi di allargare le sue vedute..provi a guardarsi intorno prendendo magari spunto da come hanno affrontato il problema altri paesi. Un esempio? Londra:li il numero di abitanti non bianchi è piu alto che in qualsiasi altra città europea,la popolazione cresce del 1,4% all’anno e l’eta media sta diminuendo. Basterebbe CONTROLLARE le frontiere,senza chiuderle!
    6)Sottolineo che NON giustifico nessun atteggiamento criminale,e sono la prima ad infastidirsi davanti a lavavetri,zingari che chiedono l’elemosina,parcheggiatori abusivi,senzatetto accampati in baracche sporche e fatiscenti. Ma credo seriamente che la soluzione a questo “degrado” sia da cercare nell’istituzione e nel RISPETTO di leggi valide.
    7)Concludo invitando tutti a stare attenti a non esagerare,perchè spesso il passo dall’intolleranza al razzismo è breve.

    Come vede la mia posizione è abbastanza equilibrata: No a un’invasione criminale ma anche No alla caccia allo straniero. Spero inoltre di averle esposto bene le mie motivazioni.. mi piacerebbe che lei si impegnasse a fare lo stesso,perchè qui la sentiamo tutti parlare di inciviltà degli immigrati, ma non credo che una persona che si nasconde dietro ad uno pseudonimo ridicolo,una persona che si prende la confidenza di rivolgersi agli altri dando del “tu”,una persona che non è capace ad affrontare uno scambio di opinioni e non sa argomentare le sue idee possa essere considerata una persona “civile ed educata” .

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome