Home ATTUALITÀ Off limits i motorini euro zero

Off limits i motorini euro zero

motorino_euro_0.jpgDal 1° Novembre i  motorini euro zero non potranno più circolare all’interno dell’Anello Ferroviario.

Con la delibera 615/2006 la giunta capitolina aveva infatti disposto il divieto di circolazione per i motorini euro zero (veicoli non conformi alla direttiva 97/24/CE) con gradualità: dal 1° gennaio 2007 era già scattato il divieto con esclusione dei residenti all’interno dell’Anello Ferroviario ed ora, dal 1° novembre, la zona diventa off limits anche per i vecchi due ruote dei residenti. Lo stop agli “euro 0” riguarderà a Roma circa 120 mila ciclomotori più moto e motocicli a due tempi, restando invece esentate le moto storiche iscritte nei registri ufficiali. Il perché del provvedimento lo si comprende facilmente: un vecchio ‘cinquantino’, alimentato a miscela di olio e combustibile, scarica nell’atmosfera le stesse particelle inquinanti di 63 auto non catalitiche a benzina.
Dal provvedimento, dunque, ci si attendono effetti positivi sulla qualità dell’aria: in un anno, circa 70 tonnellate in meno di particolato, 6.500 di monossido di carbonio, 13 di ossidi di azoto.  Attenzione dunque, perchè per i trasgressori è prevista una multa di 71 euro ai quali si sommano altri 70 se il motorino non ha neanche il bollino blu. 

Ricordiamo infine che sempre dal 1° Novembre termina la campagna in base alla quale la Regione Lazio, per incentivare l’acquisto di motocicli non inquinanti, ha messo a disposizione 300 euro per la rottamazione di un vecchio motorino contestuale all’acquisto di uno nuovo a due o quattro tempi ‘euro 2’, con consumi inferiori a 2,3 litri per 100 chilometri; 300 euro per un motociclo a quattro tempi ‘euro 2’ fino a 255 cc; 350 euro per un motociclo “euro 3”; 300 euro per l’acquisto di una bicicletta elettrica e, infine, 800 euro per ciclomotori elettrici (per informazioni e conferma degli incentivi è meglio chiamare il numero verde della Regione 800264525). 

Ma quali sono i confini dell’Anello Ferroviario ? clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome