Home ATTUALITÀ Pericolo costante a Via Pareto

Pericolo costante a Via Pareto

Riceviamo da Giovanni Maria Tamponi una segnalazione in merito ad una situazione di estrema pericolosità per i pedoni e la circolazione stradale che si riscontra in Via Vilfredo Pareto nel luogo antistante il Ristorante IL GALLETTO .
Via Vilfredo Pareto

Vengono segnalate macchine parcheggiate selvaggiamente sopra i marciapiedi su entrambi i lati in barba al rispetto delle regole più elementari di educazione e di codice della strada. Ne deriva che… le vetture che transitano su via Pareto sono costrette a manovre improvvise per evitare di investire anche i clienti del locale tant’è che sono già avvenuti numerosi incidenti. A detta del Sig. Tamponi le numerose… segnalazioni inviate alla municipale sono rimaste lettera morta.

Invitiamo il sig. Tamponi a

  • inviarci data e riassunto delle comunicazioni inviate alla polizia Municipale
  • Inviare una mail a riguardo all’URP del XX Municipio sollecitando una risposta. circos20@comune.roma.it

Chiediamo alla Polizia Municipale di Via Caprilli quali siano gli accorgimenti che sono stati adottati o che intende adottare per mettere fine a tale situazione.

Invitiamo tutti i cittadini a proporre soluzioni per ovviare allo stato di pericolosità.

Grazie

Fabrizio Azzali

Visita la nostra pagina di Facebook

11 COMMENTI

  1. La soluzione sarebbe molto semplice ed ovvia. Si dovrebbero installare dei dissuasori di parcheggio sui marciapiedi di Via Pareto in modo da impedire il parcheggio ai “maleducati”.
    Per dissuasori di parcheggio intendo quelle transenne fisse che impediscono l’accesso al marciapede alle vetture. Bisognerebbe poi pensare a dove far parcheggiare le vetture dei clienti del ristorante. Ritengo che un’area di parcheggio serale potrebbe essere “Via di Villa Lauchli” istituendo poi un passaggio pedonale illuminato davanti al ristorante. Una situazione che salverebbe sia i clienti del ristorante che i pedoni.

  2. la vera pericolosità (già segnalata in un altro post), a mio avviso, è il fatto che le macchine provenienti da via cassia nuova tramite via pareto a volte tendono a girare a sinistra verso piazza giochi (infrazione) oppure le macchine che vengono da via di villa lauchli e girano a sinistra verso piazza giochi (infrazione anche questa).
    Queste sono le vere azioni pericolose della zona.
    Poi riguardo alla faccenda delle macchine sui marciapiedi, non credo siano così ingombranti, anche se ad onor del vero costringono poi i clienti a camminare sulla strada e questo è un problema.
    L’idea di susanna non è male e si potrebbe addirittura fare senza parapedoni (siamo sicuri poi che si possono mettere viste le ridotte dimensioni del marciapiede , basterebbe che la municipale punisse i trasgressori (almeno per un periodo di tempo) che, capita la lezione, si andrebbero a parcheggiare altrove (sarebbe anche opportuno segnalarlo ai clienti ovviamente!)

  3. Caro Pierluigi
    sono d’accordo con te. C’è però un piccolo problema. La Polizia Municipale durante la sera e la notte ha una sola vettura/pattuglia a disposizione per tutto il territorio del XX Municipio. E con questa pattuglia deve far fronte a tante di quelle emergenze che sarebbe impossibile per lei controllare anche via Pareto. Ritengo quella dei parapedoni sia un ottima idea. Il problema è proprio quello delle macchine sui marciapiedi visto anche che il parcheggio di fronte al ristorante è stato chiuso.

  4. via alfredo paresto : un pericolo costante.
    Condivido pienamente la segnalazione del Sig. Tamponi.
    Sarebbe ora che qualcuno della municipale intervenisse. L’altra sera sono rimaste coinvolte in un bruttissimo incidente ben tre autovetture. I vigili che periodicamente regolano il traffico con i loro birillini … perchè non intervengono multando i trasgressori !?
    Qualcosa non mi quadra !?
    Grazie dell’attenzione !

  5. Sarebbe importante ripristinare il parcheggio di fronte al Galletto, mentre la soluzione Via di Villa Lauchii non è praticabile, in quanto inserita nell’area del parco pubblico sulla quale sono già in corso lavori.
    L’ex parcheggio fu inglobato nell’area Seccaroni, attualmente sotto sequestro per lavori abusivi. Forse, dato che si tratta di eliminare una grave situazione di pericolo, con l’intervento dei Vigili, il Municipio, o meglio il Comune. potrebbero ottenere il ripristino del parcheggio pubblico. E’ solo un’ipotesi, non ho idea se realizzabile, ma visto che rappresenterebbe la soluzione ideale, vale la pena di tentarla.

  6. Gent.mo Fabrizio Azzali,
    Volevo informarLa che l’URP del XX° Municipio ha risposto alla mail di protesta …. ma la situazione a tutt’oggi è rimasta invariata !
    Cordiali saluti
    Giovanni Maria Tamponi

  7. Caro Giovanni
    dalle informazioni in mia possesso il compito dell’URP è quello di raccogliere le indicazioni dei cittadini, individuare l’ufficio di competenza ed inviare la segnalazione. Che io sappia altro non può fare se non risollecitare, sempre su indicazione del cittadino, che non è stato effettuato alcun intervento.
    Nel tuo caso posso ipotizzare che la comunicazione sia stata inviata alla Polizia Municipale, che come sappiamo è sotto organico.
    Mi chiedo a questo punto cosa resti da fare al povero cittadino se non petizioni, sit-in o altre manifestazioni di piazza. Ma non mi sembra che debba funzionare così? Cari consiglieri chi se e può occupare?
    Fabrizio Azzali

  8. Caro Azzali,
    Trovo giusta l’idea del sit-in con il blocco della strada per almeno mezz’oretta abbondante o altre manifestazioni similari. Le veementi proteste dei residenti che lamentano il lassismo prolungato da parte degli amministratori (XX° Municipio) potrebbero smuovere e risvegliare anche il bell’addormentato a cui avete dedicato recentemente la lettera aperta. Che ne pensa ? Svegliaaaaa !!!! Al Presidente … naturalmente .

  9. Cerchiamo di non arrivare al blocco del traffico ed aspettiamo che i consiglieri volentiersi si occupino della questione.
    Solo dopo passerei alle soluzioni FORTI.
    Fabrizio Azzali

  10. Io credo che il problema non sia solo riguardante il tratto del ristorante “Galletto”, ma su tutta Via Pareto.
    E’ assurdo che non ci sia un passaggio pedonale in tutta la via e non sarebbe giusto parlare di un problema legato solo alla circolazione delle autovetture.
    Ricordo che spesso alcune persone sostano all’altezza della scalinata che porta a P.zza Stefano Jacini: una scelta azzardata di alcuni che non trovano parcheggio nei pressi del Cinema Odeon.
    Ebbene, dalla scalinata non c’è un passaggio pedonale per attraversare la strada (gravissimo)!
    Le curve della Via in questione, in particolare la prima dopo il rettilineo per chi proviene dalla Cassia Antica, non prevede un minimo spazio per il povero pedone che, percorrendola, rischia la sua vita!
    La Via è insufficientemente illuminata ed è capitato che, di notte, qualche pedone “coraggioso” la percorreva.
    Tre giorni fa’ ho visto due ragazzini camminare quel tratto.. non credo di dover aggiungere altro.

    Pensiamo anche al fatto che su quelle scalinate sorge l’uscita di un cinema e che un bambino, inconsciamente, può scendere e ritrovarsi in mezzo a Via Pareto, che non ha nessun segnale stradale che preavvisi gli ignari automobilisti di quest’uscita pedonale.

    E se ci pensate, il problema pedonale si riflette anche su entrambe le corsie del primo tratto di Via Cassia e parliamo di un’arteria di Roma.
    Assurdo, ma vero.

    Cordiali saluti,
    Mattia

  11. Se non ricordo male, la zona dove una volta parcheggiavano le macchine, di fronte all’ingresso del Galletto, che sembra ricadere nel Parco Naturale, è stata a suo tempo utilizzata da una Concessionaria, senza avere le carte in regola. Dopo non si è più saputo come è finito questo ulteriore edificante capitolo della storia della Zona. Non conosco i proprietari del Galletto nè frequento il locale ma mi sembra che essendo il Ristorante preesistente a tutto ciò, e svolgendo un servizio utile a chi vuole andare a trascorrere una serata fuori casa, avergli tolto la possibilità ai clienti di parcheggiare la macchina in modo corretto, è una vera cattiveria ed ha portato alla situazione di pericolo attuale.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome