Home ATTUALITÀ Parco degli atleti azzurri di via della maratona, al via i lavori...

Parco degli atleti azzurri di via della maratona, al via i lavori di riqualificazione

Vigna Clara Comunicati StampaRiceviamo da Marco Tolli e Giovanna Tomassini il seguente Comunicato stampa che pubblichiamo volentieri:

Tolli, Tomassini (DS – L’Ulivo): “Parco degli atleti azzurri di via della maratona, al via i lavori di riqualificazione”

“Nel pomeriggio alla presenza di cittadini e dei tecnici del dipartimento X del Comune di Roma abbiamo svolto un ultimo sopralluogo teso a raccogliere indicazioni e contributi per la riqualificazione del parco di via della maratona” – E’ quanto affermano in una nota il Consigliere Marco Tolli, vice presidente della commissione lavori pubblici e ambiente del XX Municipio e il Consigliere Giovanna Tomassini, Presidente della commissione pari opportunità del XX Municipio.

I lavori- continuano i consiglieri – per un importo complessivo di 107.000,00 euro saranno finalizzati al ripristino dei percorsi ciclabili e pedonali, al recupero dell’impianto di collettamento delle acque meteoriche, alla messa in sicurezza delle aree giochi per bambini. Il X dipartimento, nella figura del direttore che ha partecipato all’incontro, ha inoltre garantito la fornitura di nuovi giochi e panchine, il tutto mentre arrivano a conclusione i lavori del parco di Via Tassoni.”

Visita la nostra pagina di Facebook

23 COMMENTI

  1. a Tolli e Tomassini vorrei precisare che il Parco di via Tassoni non esiste. Caso mai parliamo del parco Tassoni di via della Farnesina. Lapsus o non conoscenza del territorio ? Vorrei inoltre chieder loro se i lavori di riqualificazione delparco Atleti Azzurri comprendono anche l’area cosiddetta della ex-bocciofila e quale destinazione ad essa sia stata riservata.
    Grazie.

  2. L’area della ex bocciofila non sarà interessata dall’intervento, in quanto è previsto un altro progetto rivolto ai portatori di handicap.

    marco tolli

  3. caro Tolli, però ci stanno lavorando, proprio stamani una squadra era intenta a ripulire l’area , un camion era dentro il giardino, una scavatrice era parcheggiata nei dintorni ed è già stato affisso anche il cassico cartello di inizio lavori (peraltro molto nascosto, spero in buona fede, e quindi dal marciapiede illeggibile) . Se l’area non è interessata dall’intervento preannunciato, allora chi e cosa ci stanno facendo ?? Ci faccia sapere, grazie mille.

  4. Gentile Carlo Alberto,

    nell’area della ex bocciofila (i lavori dovrebbero partire tra oggi e domani) è previsto un progetto del dipartimento XII di educazione ambientale, di fatto una piccola area verde gestita da un’associazione, per attività rivolte ai disabili. L’intervento non ha nulla a che vedere con il progetto del dipartimento X di riqualificazione del parco di via della Maratona.

    Rimanendo a disposizione

    Marco Tolli

  5. La ringrazio per la tempestività dell’informazione ed apprezzo la destinazione d’uso dell’area che è stata abbandonata per anni. Le chiedo una cortesia, intervenga nella sua qualità di consigliere e faccia in modo che il cartello sia esposto in modo regolare e che contenga tutte le informazioni dovute per legge, altrimenti il sospettare è immediato…

  6. Consigliere Tolli, in questo periodo si parla tanto di sicurezza sul lavoro. La invito quindi a verificare di persona cosa accade nel cantiere della ex bocciofila. Gli operai lavorano senza casco, senza guanti e con scarpe normali ai piedi.
    Nel cantiere non c’è alcun sistema di sicurezza. Ho visto fili elettrici volanti. Sul cartello non è indicato il nominativo del responsabile della sicurezza del cantiere (oltre a tanti altri dati mancanti pur essendo obbligatori per legge: il direttore dei lavori, il responsabile del cantiere, l’importo dell’appalto, la concessione edilizia e quant’altro). Possibile che un’opera pubblica venga condotta senza il rispetto delle regole ? E meno male che è un’opera dalle modeste dimensioni…
    Grazie per l’attenzione.

  7. Gentile Claudio,

    ho segnalato al direttore lavori e al dip. XII le questioni da lei sollevate. Il dipartimento interverrà presso l’impresa, anche se – così mi dicono-i requisiti di protezione per gli operai dipendono dal tipo di lavoro.

    marco tolli

  8. egregio consigliere Tolli, in relazione alla sua risposta del 4 giugno nella quale lei ci informa che nell’area ex-bocciofila di via della Farnesina “… è previsto un progetto del dipartimento XII di educazione ambientale, di fatto una piccola area verde gestita da un’associazione per attività rivolte ai disabili…” , sarebbe così gentile da indicarmi la delibera del Comune o del Municipio con la quale tale area viene destinata all’uso da lei indicato ? E sarebbe in grado di indicarmi gli estremi della gara pubblica con la quale l’area in argomento è stata assegnata alla non menzionata associazione per attività rivolte a disabili ? ed infine saprebbe indicarmi gli estremi della gara con la quale i lavori sono stati aggiudicati alla ditta che li sta eseguendo ? Sa perchè glieli chiedo ? Perchè nè nel sito del Municipio nè in quello del Comune ho trovato le risposte alle domande di cui sopra. Vuole aiutarmi lei ? Grazie mille, resto in attesa.
    Carlo Alberto

  9. Gentili Consiglieri, i bambini del quartiere stanno per tornare dalle vacanze e troveranno il loro Parco in condizioni peggiori di come lo hanno lasciato. Giochi, panchine e cestini rotti. Erbacce, rifiuti e rami ovunque. Non dovevano arrivare panchine e giochi nuovi? Perchè il box per la sabbia per i bambini non è stato ancora sistemato? La base della statua è piena di scritte.
    Non esiste un servizio giardini per sistemare l’erba e potare i rami dei cespugli?
    Spero che i frettolosi e approssimativi di questa estate vengano al più presto integrati con altri interventi.
    Grazie comunque per l’attenzione

  10. gentili lettori di vignaclarablog (ora vignaclara.it) forse non tutti sapranno che è dal lontano 2001, anno che coincide con la mia prima legislatura da presidente di commissione urbanistica e parchi del municipio xx, che furono deliberati dal Comune di Roma i lavori di manutenzione straordinaria del Parco atleti Azzurri di Italia (vedi delibera G.C. n. 243 del 27 gennaio 2001).
    Tale intervento rientra in un programma di riqualificazione + generale comprendente i parchi di via del podismo, via dell’alpinismo, parco atleti azzurri di italia (comrpesa l’area della ex bocciofila) che il municipio xx aveva chiesto al comune di attuare fin dal lontanissimo anno 1999. Sono innumerevoli le risoluzioni di consiglio, oltre delibere di giunta e missive, che il municipio ha votato per sollecitare uno stanziamento di fondi per la riqualificazione. Tuttavia oltre al danno dovuto al ritardo relativo agli interventi richiesti c’è anche la beffa di vedere questi parchi, unica risorsa verde di tutto il quartiere di vigna clara, oggetto di interventi che il quartiere e il municipio non hanno mai voluto. infatti, fatta eccezione per la recinzione del parco tassoni, intervento che ho seguito personalmente passo passo dal 2003 (4 anni per una recinzione dal costo totale di euro 38.000,00!!), con le nostre risoluzioni avevamo chiesto riqualificazione e manutenzione del verde e non CANTIERI ABBANDONATI, GIOSTRAI, STRUTTURE AFFIDATE A TERZI SENZA UNA REGOLARE TRASPARENZA AMMINISTRATIVA…..

  11. cari “frequentatori” di vigna clara blog devo intervenire sulla vicenda dei parchi di vigna clara, ancora una volta, nonostante in questi anni lo abbia già fatto molte volte e così tutto il municipio xx, per dirvi che, dopo il mio ultimo commento in merito all’annuncio sull’inizio dei lavori presso il parco atleti azzurri di italia fatto da alcuni colleghi consiglieri municipali, ho fatto un salto di persona presso il parco ed ho visto che i lavori eseguiti sino ad oggi sono stati quelli relativi alla asfaltatura della pista ciclabile. E’ stato lasciato tutto il resto come era prima, anzi peggio in quanto in una parte del parco l’asfalto è stato rimosso e non ricoperto generando grave pericolo per i frequenattori del parco medesimo che sono in maggioranza bambini. Da anni avevamo segnalato lo stato di pericolo della statua dell’atleta presente al centro del parco che era stata infatti recintata, da anni avevamo chiesto l’irrigazione e la illuminazione di tutto il parco. Scriverò ai responsabili degli uffici del dipartimento giardini per correre al più presto ai ripari e dare riscontri immediati. Stessa cosa per il parco tassoni che finalmente dopo 3 anni è stato oggetto di recupero con la recinzione ma insiema ad essa il comune doveva posizionare nuove panchine, nuovi raccoglitori di rifiuti e nuova fontanella …….ed infine viene da chiedersi ma l’area della bocciofila del Parco atleti azzurri di italia a chi è stata affidata ??il municipio avrebbe voluto che si realizzasse un servizio per i bambini essendo il parco destinato a punto verde infanzia e invece troviamo una casetta in legno realizzata in tempi rapidissimi per quale destinazione ?????

  12. I lavori di manutenzione straordinaria del parco non sono conclusi. L’intervento prevede in particolar modo l’adeguamento del sistema di collettamento e captazione delle acque meteoriche, il rifacimento di tutti i percorsi pedonali e ciclabili, la riverniciatura delle ringhiere e bonifica di tutta l’area. Conclusi gli interventi strutturali sarà possibile pensare ai giochi, alle panchine e ai cestini.

    Considerato che ho concordato con il direttore del dip. comunale competente e con lo staff dell’assessore all’ambiente un sopralluogo da svolgere verso la fine dei lavori teso ad individuare tutte le cose ancora da sistemare, vi chiedo di inviarmi proposte e suggerimenti (la mia mail è marco_tolli@libero.it).

    buone cose

    marco tolli
    consigliere municipio roma xx
    Partito Democratico – L’Ulivo

  13. Nel ringraziare Marco Tolli per l’informazione lo invito a mantenere proposte e suggerimenti su questo blog in modo da condividerle con tutti i lettori.

    Invito inoltre Marco Tolli ad informarci delle risultanze del sopralluogo che andrà ad effettuare.

    Nel corso del suo sopralluogo potrebbe sollecitare la sistemazione del parco dei cani di Via dell’Alpinismo dove manca acqua ed illuminazione e la sistemazione della staccionata in legno dell’Area Verde di Via del Podismo che in alcuni punti si sta rompendo?
    Grazie

  14. mi scusi sig.Tolli, non voglio fare polemica, ma che i lavori di manutenzione straordinaria del parco non sono ancora conclusi dopo sette mesi dal loro inizio ce ne accorgiamo da soli tutti i giorni. Potrebe dirci invece quando finiranno, può prendere un impegno anche a nome dell’ufficio che dovrebbe controllare i lavori e far rispettare le scadenze ? a proposito, sul capitolato d’appalto qual’è la data fine lavori prescritta ?
    Ripeto non è polemica con lei, ma nel nostro quartiere i lavori cominciati e mai finiti sono la norma. Grazie per l’interessamento.
    Carlo Alberto

  15. Con molta sincerità non ricordo la data della fine dell’intervento che comunque dovrebbe essere riportata nel cartello riepilogativo dei lavori. Assumo l’impegno di ribadire l’importanza del rispetto dei termini di appalto, cosa che in un paese normale non dovrebbe essere necessaria. Per le altre questioni relative alle aree verdi del quartiere ricordo che sono di competenza della commissione lavori pubblici e ambiente del Municipio e del Presidente del Municipio (competenza non delegata a nessun assessore). Lo dico perchè gli interventi di manutenzione, di arredo e bonifica sono di stretta competenza dei Municipi. Non volendo polemizzare con il collega Molinari vorrei segnalare un tema importante legato alla capacità di un ente di esprimere una buona amministrazione: il Municipio (governo di prossimità che gestisce risorse e programma interventi) non deve solo chiedere, ma fare. Il nostro Municipio in questi anni ha messo in campo interventi importanti (rifacimento di piazza carli, una nuova piazza a cesano, due asili, la riqualificazione del borgo di isola farnese e l’arredo di alcune aree verdi). Sono scelte anche condivisibili però la dove non si interviene non si può raccontare ai cittadini che spetta al Comune di Roma. Credo che il primo dovere della nostra amministrazione sia quello di garantire una adeguata manutenzione del patrimonio comunale (scuole, piazze, strade, aree verdi) per poi definire nuovi programmi di valorizzazione dei quartieri.

    rimanendo a disposizione colgo l’occasione per augurare a tutti gli utenti del forum un 2008 ricco di soddisfazioni.

    marco tolli

  16. Le chiedo di inoltrare il documento alla commissione llpp del municipio. Una volta ricevuto, la commissione (spero) convocherà una riunione con i dipartimenti legati ai lavori del passante, il decimo, gli uffici del municipio e i cittadini interessati.

    Alcune cose la maggioranza potrebbe farle subito: un intervento mirato (pagando fattura all’AMA) per la bonifica di tutta l’area e piccoli interventi di arredo attraverso l’appalto di manutenzione ordinaria. Se l’intervento rientra (casa che non so ma che va verificata) in un programma dipartimentale sarà necessario anticipare i tempi. In caso contrario in assestamento di bilancio (prima dell’estate) il Municipio si deve assumere l’onere di spostare sull’area le risorse adeguate. Farò la proposta a nome dell’opposizione.

    tanti auguri

    marco tolli

  17. Sig.Tolli, ho seguito il suo consiglio e sono andato a controllare la data fine lavori sul cartello dell’impresa. Non c’è, in quanto il numero di giorni necessari per l’esecuzione dei lavori è stato cancellato, è rimasta solo la prima cifra, un 2. Saranno stati 20,200, oppure 2000 giorni ?
    le segnalo anche che come al solito manca sul cartello l’importo dell’appalto, a noi cittadini è vietato sapere come e quanti soldi nostri vengono spesi.
    Ci faccia sapere qualcosa lei. Auguri di buon anno a tutti.
    Carlo Alberto

  18. tra 20,200,2000 credo che il numero esatto sia 200. verificherò con gli uffici. l’importo invece è di circa 107.000 euro.

    marco tolli

  19. sul cartello la data inizio lavori è 24.5.2007
    200 giorni sono circa 7 mesi, quindi il 24.12.2007 i lavori dovevano essere terminati ma da come sono messi si direbbe che ne servano invece altrettanti.
    saluti.
    Carlo Alberto

  20. Credo che nell’ambito dello svolgimento del proprio mandato ogni consigliere municipale conosca molto bene quali sono le competenze degli enti locali e credo, altresì, che sia giusto porre a conoscenza dei cittadini gli ambiti di apllicazione diretta di tali competenze. Nel caso in questione la manutenzione delle aree verdi è una competenza decentrata ai municipi che non avendo però autonomia di bilancio, così come previsto dalla normativa sul decentramento amministrativo, si trovano ogni anno a doversi confrontare con bilanci di previsione sulle opere pubbliche che devono essere approvati dalla Amministrazione Centrale. Il Comune di Roma ogni anno opera tagli di bilancio sui municipi che non consentono a questi ultimi di garantire nei territori di competenza una pianificazione degli interventi urbani da realizzare all’altezza della situazione. Se a ciò aggiungiamo una totale assenza di una vera e propria politica di attuazione del decentramento amminisitrativo da parte del Comune di Roma ci ritroviamo facilmente a dover combattere con problemi come quelli del Parco Atleti Azzurri di Italia. Forse non è un caso se la delibera sulla previsone di bilancio comunale 2008 è stata consegnata al Municipio xx a dicembre e precisamente 2 giorni prima della sua scadenza….come ormai di consuetudine accade ogni anno. Forse non è un caso se in qualità di Presidente della Commissione Urbanistica e Parchi del Municipio xx ho anche io una grande passione per il “verde”. Tale passione mi ha portato a far votare nel corso della legislatura 2001 – 2006 diverse risoluzioni municipali votate alla unanimità sulle problematiche dei parchi di Vigna Clara (Parco Tassoni di via della Farnesina, Parco Atleti Azzurri di Italia, Parco dell’Alpinismo, Parco di via del Podismo ed infine anche il Parco di Via Volpi che oggi avrebbe dovuto essere riqualificato in quanto rientrante tra le opere di urbanizzazione del Passante a Nord Ovest). Forse qualcuno non ricorda queste risoluzioni, che provvederò a menzionare nel dettaglio riportando numero e data di votazione successivamente. Nel caso del Parco Atleti Azzurri di Italia la competenza per la manutenzione ordinaria è si del Municipio xx ma il parco in questione è oggetto di una delibera comunale la n. 231 del 2001 che impegna ben € 130.000,00 per la riqualificazione straordinaria. Parliamo, quindi, di una delibera di impegno di fondi votata dal Comune di Roma nel 2001 e di un intervento di riqualificazione, sollecitato anche dal sottoscritto con lettere e con risoluzioni municipali, che è stato attuato dopo 6 anni!!Per questo motivo sottopongo ai lettori del blog un elenco che potrà essere utile per valutare quali sono i fatti e quali sono le chiacchere sull’operato dle Municipio xx prescindendo dall’innamoramento di qualche visitatore di questo blog nei confronti di chi in qualità di consigliere interviene con considerazioni, a mio giudizio, molto superficiali e assolutamente fuori luogo ….:
    Parco Volpi oggetto di opere di riqualificazione finanziate dai lavori di costruzione del Passante a Nord Ovest anni 2002-2003 – ad oggi è stata realizzata una scalinata di accesso pedonale da via della Farnesina – è presente nell’area verde una area di cantiere relativa al Passante con gabbiotti e materiali edili di scarto – tutto il Parco è in totale stato di degrado e abbandono
    Parco Tassoni di via della Farnesina oggetto di stanziamento di fondi nel bilancio comunale per l’anno 2003 – i fondi pari a € 35.000,00 prevedevano la progettazione di una opera di riqualificazione – il Municipio xx è intervenuto presso il Dipartimento x° del Comune di Roma con una lettera a mia firma per spostare tale stanziamento su una voce di costo del bilancio comunale e poi municipale che prevedesse non la progettazione ma bensì un intervento di riqualificazione per garantire la recinzione dell’area verde e il posizionamento di panchine e raccoglitori di rifiuti. La lettera che risale all’anno 2004 ha trovato seguito nel 2006 con la realizzazione dell’intervento in questione.
    Parco Atleti Azzurri di Italia – delibera comunale 231 dell’anno 2001 impegno fondi per interventi di riqualificazione del Parco – realizzazione dell’intervento solo parziale avvenuta nell’anno 2007 – proposta del sottoscritto di emendamento al bilancio comunale 2005 che prevedeva la demolizione del capannone della ex bocciofila e la realizzazione di una area verde attrezzata per i bambini – proposta approvata per un importo di € 35.000,00 – nell’estate del 2007 in pochi giorni con uno stanziamento di fondi pari a € 100.000,00 il Comune di Roma – Dipartimento XII -realizza un manufatto in legno che ancora oggi non sappiamo a chi verrà affidato e quali attività a servizio della collettività saranno ivi ospitate – con i € 35.000,00 ho proposto personalmente ai nostri uffici tecnici di realizzare strutture per bambini e allestire nuove panchine nel Parco in attesa del completamento delle opere previste dall delibera 231
    Parco Alpinismo – stanziamento fondi per la manutenzione ordinaria richiesto dal Municipio nel 1999 – fondi approvati nel 2005 e lavori di riqualificazione attuati parzialmente nello stesso anno.
    Parco di via del Podismo – stanziamento fondi per la manutenzione oridnaria richiesto dal Municipio nel 1999 – approvazione fondi nel 2007 – lavori in corso.
    Da questa breve panoramica spero di aver dato il mio contributo informativo ai lettori del blog appassionati del verde e fruitori di questi parchi che sono da sempre oggetto di grande attenzione da parte del Municipio xx che con i mezzi a sua disposizione oggi è riuscito a garantire almeno in parte gli interventi sopra citati. La speranza è quella di vedere i piccoli e vetusti trattori del nostro servizio giardini municipale finalmente in grado di muoversi per garantire la manutenzione ordinaria di aree verdi finalmente riqualificate e dotate di servizi per la cittadinanza……………. perchè vorrà dire che sono arrivati i soldi per la benzina!!!
    Cons. Giuseppe Molinari
    Presidente Commissione Urbanistica e Parchi
    Municicpio xx

  21. gentile consigliere Molinari, non mi è chiaro il senso del suo commento. forse vuole mettere in luce che l’unico municipio di centrodestra viene vessato dal comune di centrosinistra ? se posso dire la mia a noi cittadini poco importa, a noi importa che il giardino di via del Podismo diventi un vero giardino, che in quello di via dell’Alpinismo venga messa la luce e la fontanella che aspettiamo da due anni, che il parco Atleti Azzurri dopo 200 giorni venga completato senza dovere aspettare altri 200 giorni, che nel parco Tassoni oltre la recinzione siano messe panchine nuove e rifatta la pavimentazione e che il parco della Farnesina torni ad essere un luogo verde degno di questo nome e non il letamaio che è oggi. ai cittadini interessano i fatti e non le carte, le risoluzioni, gli emendamenti, le lettere, tutta burocrazia. Però devo farle notare una cosa, se è vero che il Municipio non ha i soldi per fare tutto quanto sopra, dove li ha trovati quelli per rifare i giardini del parco Belloni e di piazza Carli che non avevano alcuno bisogno di essere rimessi a nuovo rispetto a quelli di cui sopra ? grazie per la risposta.
    Carlo Alberto

  22. credo che ogni tanto servirebbe anteporre un pò di serietà alla propaganda per evitare un dibattito che tende a depistare i cittadini che invece vogliono capire.

    Caro Molinari, è vero che abbiamo avuto poco tempo per dare parere al bilancio e in particolare che gli interventi a carico dei Municipi (non solo il ventesimo) non vengono definiti in totale autonomia. Cosa vuol dire? Vuol dire che l’elenco di opere che individua il Municipio vengono poi votate dal consiglio comunale. Ogni anno il Municipio sceglie alcuni interventi da realizzare in proprio (autonomia progettuale e direzione lavori). Quest’anno il nostro Municipio ha scelto di dare priorità ad alcuni interventi per importi totali superiori ai 3 milioni di euro (manutenzione di via della camilluccia, alcune rotatorie ecc). Opere scelte dalla maggioranza e che nessuno in consiglio comunale si permette di cambiare. Cosa fa in più il Municipio? per ogni centro di costo (es. viabilità) fa l’elenco della spesa pur sapendo che quell’elenco ha un ordine gerarchico e che solo le prime voci vengono finanziate. Lo so bene che negli ultimi anni il XX Municipio ha chiesto al comune di risolvere (finanziando) tutti i problemi del territorio anche attraverso risoluzioni specifiche.

    Dalle parti mie si dice che una risoluzione non si nega a nessuno!!!

    Il punto è questo: non dobbiamo misurare il nostro impegno attraverso la richiesta, soprattutto se già conosciamo la risposta. Il governo del municipio dovrebbe fare una cosa semplice: dire ogni anno che con i 3 milioni di euro si è scelto di fare alcune cose. Quelle che rimangono fuori o non sono delle priorità, oppure sono sostenute da consiglieri di maggioranza con poco peso politico.

    Non si offenda per la provocazione ma credo che si debba dire basta a questa vostra pratica che tende a dire: “il Municipio non conta nulla, abbiamo chiesto al Comune che malgovernato dice sempre di no”.

    Le aree verdi a Labaro le ha sistemate in questi anni il XX Municipio. Datevi da fare perchè, caro Molinari, Lei è maggioranza e noi siamo opposizione…non confonda i ruoli.

    Marco Tolli
    Partito Democratico – L’Ulivo

  23. x il cons.Molinari: dopo un mese sono ancora in attesa di sapere dove sono stati trovati i soldi per rifare i giardini del parco di via Belloni e di quello di piazza Carli che non avevano alcuno bisogno di essere rimessi a nuovo rispetto al parco cani di via dell’Alpinismo o quell’altro di via della Farnesina o allo scempio del parco della Farnesina per i quali, come lei ha detto, non ci sono soldi. grazie.
    Carlo Alberto

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome