Home ATTUALITÀ Investito Marìn, l’infaticabile Forrest Gump della Cassia

Investito Marìn, l’infaticabile Forrest Gump della Cassia

Marìn
ArsBiomedica

AGGIORNAMENTO di domenica 16 giugno, ore 19
Marìn reagisce, in lieve miglioramento la situazione: clicca qui
______________________________________________

Marìn, l’infaticabile Forrest Gump della Cassia, è rimasto vittima di un incidente stradale avvenuto intorno alle 11 di oggi, sabato 15 giugno, all’altezza di via Moretti. Investito da un’auto alla cui guida c’era un 76enne, Marin è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea. Anche l’investitore è stato ricoverato in ospedale.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

A quanto apprendiamo, Marin è attualmente ricoverato in rianimazione, cosciente e non in pericolo di vita. A seguito di una commozione cerebrale e di una frattura ad un braccio sarà sottoposto a tac e tenuto sotto osservazione.

L’intera comunità della Cassia è in trepidazione per il suo beniamino, il silenzioso Marìn – di circa settant’anni – che ogni giorno, qualunque sia il clima, all’alba esce dal suo piccolo alloggio e si dedica, armato di carriola e pochi attrezzi per il giardinaggio, a togliere erbacce e rifiuti dai marciapiedi e a curare il verde del tratto della Cassia che va da La Storta a La Giustiniana. Proprio per questo è stato affettuosamente soprannominato il Forrest Gump della Cassia.

Marìn è schivo, non dà confidenza e soprattutto non accetta denaro, si accontenta di qualche abito o attrezzi da lavoro. Proprio per questo è ancora più amato dai residenti ed è forte in queste ore la preoccupazione per la sua sorte. Nel frattempo, a indagare sulla dinamica dell’incidente sono gli agenti del XV Gruppo della Polizia Locale.

 

Marìn, l’infaticabile inarrestabile Forrest Gump della Cassia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 COMMENTI

  1. Senza di lui il quartiere precipiterà nel degrado.
    Che Dio gli renda merito di tutto quello che ha fatto.
    È stato un Angelo Custode, amante della NATURA.

  2. Lo vedo, intento al suo lavoro di beneficenza, da tantissimi anni e ogni volta provo un sentimento di riconoscenza vera. Auguri di pronta guarigione

  3. Dovremmo prendere esempio da lui e ciascuno pulire il proprio piccolo pezzo di strada conservando pulita la nostra città

  4. Spero di rivedere il più presto Marin con i suoi attrezzi dal mattino alla sera per dare una dignità senza nulla in cambio. Tanti auguri di una pronta guarigione.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome