Home ATTUALITÀ Gli esperti sono inesperti, da rifare la gara rimozione veicoli

Gli esperti sono inesperti, da rifare la gara rimozione veicoli

rimozione auto roma
ArsBiomedica

Accolto dal TAR Lazio il ricorso di alcuni partecipanti alla gara indetta dal Campidoglio nel 2023 per appaltare il servizio di rimozione veicoli in divieto di sosta per tre anni in quanto la commissione di esperti deputata a valutare le offerte era composta da tre inesperti.

Ad essere inesperti furono proprio i tre commissari ad ammetterlo e a verbalizzarlo. I tre erano stati estratti a sorte fra i funzionari e i dirigenti capitolini. A giudicare le caratteristiche delle singole offerte si ritrovarono così un dirigente della Soprintendenza capitolina dei beni culturali, un funzionario della Polizia Locale che però non aveva mai svolto compiti attinenti alla rimozione auto e, infine, un funzionario dell’area Cultura.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

I tre, appena insediata la commissione, verbalizzarono che “…i componenti estratti non sono esperti e competenti in materia per la gara in oggetto”. Ma l’iter andò avanti lo stesso, la commissione non venne rimossa e sostituita arrivando così all’aggiudicazione della gara a un raggruppamento di due società napoletane con un’offerta al ribasso rilevante.

Preso atto della graduatoria e degli atti, le società componenti il raggruppamento secondo arrivato fanno ricorso ai giudici del TAR che passano in rassegna il curriculum vitae dei tre commissari arrivando alla conclusione che “la commissione non possedeva i requisiti di competenza/esperienza necessari all’assolvimento dell’incarico, come dagli stessi membri (del resto) esplicitamente ammesso”.

Per questo motivo l’aggiudicazione è stata sospesa dai giudici che hanno chiesto al Campidoglio di nominare una nuova commissione di esperti veramente esperti per valutare ex novo tutte le offerte pervenute e procedere a nuova aggiudicazione.

Ma non esultino troppo gli automobilisti indisciplinati perché, nelle more della gara, il servizio di rimozione è comunque operativo essendo stato prolungato fino a ottobre l’affidamento alla società Italsoccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome