Home ATTUALITÀ Scatti d’epoca. Piroette sul viadotto di Corso Francia nel 1963

    Scatti d’epoca. Piroette sul viadotto di Corso Francia nel 1963

    ArsBiomedica

    Progettato e realizzato dallo studio dell’ingegner Pier Luigi Nervi, costato 1,2 miliardi di lire, il viadotto di Corso Francia fu costruito a tempi di record a seguito di una trattativa privata con il Ministero dei Lavori Pubblici conclusasi nel maggio del 1959 con la realizzazione dell’opera prevista per l’Olimpiade dell’agosto del 1960. E così fu.

    Pur rappresentando oggi una delle principali soluzioni per il traffico veicolare di Roma nord congiungendo la Cassia e la Flaminia, tramite Ponte Flaminio, con il centro della città, negli anni ’60 – stante un traffico non certo ai livelli di oggi – il viadotto si prestava bene a essere usato come set per film e riprese televisive.

    Continua a leggere sotto l‘annuncio

    Come quella andata in onda nel programma Rai del 1963 “Studio Uno“, appuntamento del sabato sera, in cui un piroettante Don Lurio balla e vola sui pattini percorrendo tutto il viadotto. Ma venne multato. 3mila lire per intralcio al traffico, così dice alla fine del video.

    Come non ricordare la trascinante simpatia di Don Lurio, all’anagrafe Donald Benjamin Lurio, ballerino, coreografo, cantante statunitense che ha conosciuto un lungo successo in Italia.

    Negli anni ’60 e ’70 furoreggiò in Rai. Fu lui a portare in Italia le gemelle Kessler, fui lui a far conoscere al pubblico le doti di Minnie Minoprio attrice e showgirl inglese, fu lui a firmare le coreografie di tanti spettacoli televisivi andati per la maggiore, finanche quella del Festival di Sanremo del 1999. Morì nel 2003 a Roma lasciando come testamento l’istituzione di una borsa di studio per l’Accademia Nazionale di Danza.

    video tratto dalla pagina facebook ‘i ragazzi del Flaminio’

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome