Home ATTUALITÀ La tragedia nel bosco di Manziana

    La tragedia nel bosco di Manziana

    tragedia-manziana
    Galvanica Bruni

    Si chiamava Paolo Pasqualini, 39 anni, residente a Manziana, l’uomo sbranato e ucciso da tre Rottweiler ieri mattina nei boschi mentre stava facendo jogging. E’ stato identificato solo diverse ore dato che presentava profonde lesioni su più parti del corpo con ferite sul viso e sugli arti superiori.

    Il suo corpo è stato trovato da alcuni passanti, che hanno dato l’allarme. In particolare, un allevatore, che era in zona col bestiame, è intervenuto dopo aver sentito le grida di Pasqualini. Ha cercato di allontanare i rottweiler prima urlando e poi con un bastone, rischiando a sua volta di essere aggredito. È riuscito a rifugiarsi a bordo di un veicolo da dove ha chiamato i soccorsi. Altri due testimoni hanno assistito alla scena da lontano. “Abbiamo sentito urlare e chiedere aiuto” avrebbero raccontato ai soccorritori.

    Continua a leggere sotto l‘annuncio

    I cani sono stati poi catturati dopo essere stati sedati dai carabinieri forestali e dai veterinari della Asl, quindi condotti in un canile della zona. Sono scappati da una casa che si trova non lontano dal punto in cui il 39enne è stato aggredito a morte.

    Sono in corso le indagini

    Il primo punto da chiarire è come i cani siano riusciti a uscire dall’abitazione, dove era presente solo la proprietaria, mentre il marito era fuori città. “Non sono mai stati aggressivi, prima d’ora”, ha detto la donna, sconvolta per l’accaduto.

    Al momento la Procura di Civitavecchia, titolare delle indagini, aspetta la prima informativa dai carabinieri. Dopo averla visionata deciderà se iscrivere le due persone sul registro degli indagati. Per i proprietari si potrebbe valutare l’ipotesi di reato di omicidio colposo e omessa custodia di animali.

    “Una profonda tragedia colpisce la nostra cittadina – ha scritto il sindaco di Manziana Alessio Telloni sul profilo Facebook del Comune – L’Amministrazione si unisce alla costernazione per l’accaduto, insieme alla cittadinanza tutta”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome