Home ATTUALITÀ A chi rivolgersi per vendere la propria casa

    A chi rivolgersi per vendere la propria casa

    Galvanica Bruni

    Chi decide di vendere casa non è obbligato a rivolgersi a dei professionisti, ma fare tutto da soli può essere non solo complicato, ma anche piuttosto rischioso.

    Se non si possiede la giusta esperienza nel settore immobiliare, si possono commettere errori di tipo valutativo o burocratico, causa spesso di ritardi nella vendita e di perdita di capitale. Per evitare tutto questo, è preferibile rivolgersi a esperti del settore, agenzie immobiliari, consulenti o altre realtà che mettano a disposizione tutti i servizi necessari per portare a termine la compravendita nel modo migliore possibile, a partire dall’analisi comparativa del mercato immobiliare fino alla gestione delle pratiche burocratiche.

    Continua a leggere sotto l‘annuncio

    Com’è facile intuire, le competenze necessarie sono numerose e, proprio per questo, possono entrare in gioco svariate professionalità. Vediamo insieme quali sono e di che cosa possono occuparsi.

    Il valutatore immobiliare

    Il primo soggetto con il quale si avrà a che fare nel momento in cui si deciderà di vendere un immobile è il valutatore immobiliare, un esperto che si occuperà di effettuare un sopralluogo della casa, valutare le caratteristiche della zona ed effettuare una comparazione immobiliare con altri immobili simili in vendita nella stessa zona, al fine di effettuare una stima e redigere un report completo e dettagliato.

    L’intervento del valutatore può oggi essere preceduto dall’uso delle piattaforme di valutazione online. Questi sofisticati programmi di Intelligenza Artificiale consentono di ottenere, tramite compilazione di un form, una valutazione in tempo reale.

    Gli esperti di marketing

    Affinché la vendita dell’immobile abbia successo, è necessario promuoverlo nel miglior modo possibile. In questa fase entrano dunque in gioco gli esperti di marketing, i quali si occuperanno della scelta dei canali attraverso i quali pubblicizzare l’immobile, nonché della realizzazione degli annunci.

    Questi ultimi dovranno essere in grado di attirare l’attenzione dei possibili acquirenti, mostrando i pregi dell’immobile, senza però nasconderne le criticità. Oltre ai testi, svolgono un ruolo molto importante le fotografie e i video.

    Gli home stager

    Gli annunci e le pubblicità sono certo fondamentali, ma se la casa non risulta, a livello estetico, interessante e accattivante, la vendita potrebbe risultare più complessa del previsto.

    Per rendere gli ambienti più interessanti, accoglienti e capaci di stimolare l’interesse dei potenziali acquirenti, è possibile ricorrere all’aiuto degli home stager, professionisti che si occupano dell’allestimento delle abitazioni – e non solo – messe in vendita, ma anche di quelle che si desidera dare in affitto.

    L’home staging può prevedere sia interventi in loco sia prettamente digitali. Nel primo caso, il professionista realizzerà un vero e proprio allestimento, quasi teatrale, mettendo in risalto i punti di forza degli ambienti della casa tramite l’uso sapiente dell’illuminazione e degli arredi, senza però sfociare nell’eccesso di personalizzazione. Nel secondo caso, interverrà invece unicamente su foto e video, sfruttando appositi software.

    L’agente immobiliare

    Sebbene l’agente immobiliare possa occuparsi anche di altre fasi della vendita, come quella valutativa e quella relativa al marketing, il suo ruolo principale consiste nel fissare e gestire gli appuntamenti con i possibili acquirenti.

    Senso organizzativo, capacità interpersonali e doti persuasive sono componenti fondamentali per chi svolge questo mestiere.

    Chi si occupa delle pratiche burocratiche

    Chi sceglie di rivolgersi ad agenzie immobiliari o di consulenza, può in genere contare anche su tutta l’assistenza di cui ha bisogno per svolgere al meglio l’iter burocratico di compravendita.

    Professionisti affidabili si occuperanno dunque, in primo luogo, di controllare la documentazione dell’immobile, accertandosi che sia tutto in regola e che non manchi nulla, nonché occupandosi di ottenere eventuali certificati o attestati mancanti. Successivamente, faranno da tramite tra venditore e acquirente, occupandosi dell’offerta e della controfferta, nonché del compromesso e del rogito.

    Naturalmente, in questa fase della compravendita entrerà in gioco anche un altro professionista, il notaio, il quale consentirà di dare valore legale alle pratiche e di portare a termine nel miglior modo possibile la vendita dell’immobile.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA