Home ATTUALITÀ Ferrovia Roma Nord, martedì 19 dicembre pendolari in piazza

Ferrovia Roma Nord, martedì 19 dicembre pendolari in piazza

manifestazione-pendolari
Roma Nord: I Quartieri Emergenti e Le Opportunità da Non Perdere

Sovente sul podio tra le peggiori linee ferroviarie d’Italia (stando a Pendolaria, la rilevazione annuale di Legambiente), la ferrovia Roma Nord, che collega la stazione di piazzale Flaminio con quella di Viterbo e che sulla tratta urbana funge, o dovrebbe fungere, da metropolitana di superficie congiungendo il centro della città con la periferia di Roma Nord, si caratterizza per vagoni sovraffollati, treni che partono in ritardo, disservizi quotidiani, stazioni non a norma, parcheggi inesistenti, e soprattutto per le corse soppresse, oltre 7mila nel 2023, mettendo in grossa difficoltà studenti e lavoratori.

Una situazione che si trascina da anni, puntualmente fotografata e denunciata dal Comitato Pendolari Roma Nord, denunciata non solo sui social ma a volte addirittura in Procura. Pendolari esausti, che ancora una volta tornano a protestare con una manifestazione che si terrà martedì 19 dicembre a piazzale Flaminio.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Il comitato li ha infatti mobilitati per accendere i riflettori sull’intero tragitto della Roma Nord, compresa quindi la tratta extraurbana “che praticamente sta scomparendo diventando di fatto una gommovia, con bus al posto dei treni”.

“Il diritto allo studio – si legge nel comunicato – è messo fortemente in discussione, tanti ragazzi e ragazze non possono infatti scegliere il loro indirizzo di studio superiore preferito perché hanno problemi con i mezzi pubblici per raggiungere gli istituti superiori. Inoltre, i lavoratori sono messi in crisi dai continui ritardi e disagi tanto che stanno rischiando anche il posto di lavoro: alcuni pendolari sono stati costretti a cambiare lavoro perché il collegamento ferroviario non garantisce la presenza continuativa nelle sedi”.

Ma il problemi esistono anche per i disabili con le innumerevoli barriere architettoniche che tardano ad essere rimosse, per non parlare del fatto che la Roma Nord è l’unica ferrovia del Lazio sulla quale non è possibile far salire le bici.

Questi i principali motivi per cui il Comitato  chiama i pendolari a raccolta martedì 19 dicembre alle 16 a piazzale Flaminio “per una grande manifestazione di massa” che porti all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni “il grosso problema della ferrovia e dei trasporti in generale perché non è possibile nel 2023 alle porte di Roma avere un servizio ferroviario così scadente, pagato a peso d’oro, e di fatto non utilizzabile in maniera continuativa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

  1. E ne vogliamo parlare delle stazioni, dei parcheggi, quando ci sono, SENZA illuminazione, estremamente pericolosi per chi rientra tardi!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome