Home adnkronos ultim'ora Ricky Tognazzi: “A ‘Ballando con le Stelle’ ho perso… 10 chili”

Ricky Tognazzi: “A ‘Ballando con le Stelle’ ho perso… 10 chili”

ArsBiomedica

(Adnkronos) – ”Sabato sera non ho ballato bene. Il giorno prima, alle prove generali, avevo fatto molto meglio. Mi dispiace perché credo che, nella somma delle esibizioni, avevo fatto una discreta figura”. Così l’attore e regista Ricky Tognazzi in una intervista in esclusiva all’Adnkronos parla della sua esperienza a ‘Ballando con le Stelle’ di Milly Carlucci e della sua eliminazione di sabato scorso, dopo lo spareggio con Lorenzo Tano e la maestra di ballo Lucrezia Lando, che, grazie al supporto sui social, sono usciti trionfanti dal ballottaggio.  

Continua a leggere sotto l‘annuncio

”Forse è stata l’emozione – ammette l’attore – se durante la prova fai un errore questo crea effetto domino che ti distrae” . Consapevole di non saper ballare, spiega Ricky, ”mi sono voluto comunque mettere in gioco – spiega – non sono mai andato a ballare, negli anni ’70 ricordo che andavo al ‘Piper’ a Roma perché era il locale dove facevano il rock ma nessuno mi ha mai visto sulla pista da ballo”. A spingerlo ad accettare la proposta della Carlucci, spiega ancora Tognazzi, ”è stato anche il fatto di non aver mai ballato e questa mi sembrava una buona occasione per imparare a farlo. Inoltre sapevo quanto bene fa questa attività perché è una attività psicomotoria che fa bene sia al corpo che all’anima. Ero in sovrappeso, ad oggi ho perso quasi 10 chili. Ricordo che il 15 agosto sono entrato in una farmacia e sono salito su quelle bilance parlanti che a voce alta ha detto 108 chili e mi è preso un colpo – racconta ancora Tognazzi – così dopo le vacanze sono riuscito finalmente a mettermi a dieta e ho iniziato a volermi più bene. Poi è arrivata questa proposta e ho colto subito questa occasione”. 

”So fare regista e so fare decentemente l’autore – continua ironico Tognazzi – così mi sono detto: ‘Fammi fare anche il ballerino’ e devo dire che mi sono divertito molto ma è stata una fatica improba – ammette scoppiando in una risata – speravo di cavarmela provando una volta a settimana e invece mi sono dovuto allenare tutti i giorni. Al mattino presto facevo degli esercizi con il mio personal trainer e poi una lezione che come minimo durava una oretta e mezzo ma il tempo non bastava mai perché, non sapendo fare niente, per imparare a fare una coreografia mi ci voleva molto di più”. Dopo ‘Ballando’ continuerai ad allenarti? ”Ora che sono dimagrito continuerò ad allenarmi e a volermi bene”. Ma l’avventura a ‘Ballando con le Stelle’ non è finita. Ricky infatti dovrà continuare ad allenarsi per il ballo di spareggio che gli darà la possibilità di essere ripescato. Il programma infatti, come ogni anno, dedicherà una puntata al ‘ripescaggio’. Tutte le coppie di concorrenti eliminati avranno la possibilità di essere ripescati, ma solo una coppia potrà rientrare in gioco. ”Sabato sera per me il premio di consolazione era la fine di questa tortura ma poi ho capito che stava per iniziare la fase più faticosa del programma – aggiunge l’attore – non avevo capito questa cosa, ora dovrò preparare almeno cinque balli e portarne uno come ai esami a scuola perciò penso che già dalla prossima settimana dovrò ricominciare ad allenarmi”, conclude. 

Sui numerosi battibecchi che sono avvenuti in studio tra lui, la giurata Selvaggia Lucarelli e la moglie Simona Izzo, Tognazzi taglia corto

: ”Selvaggia è lì a provocare, è il suo ruolo, sta lì apposta. Sabato scorso Simona le ha risposto per le rime, non le manca certo la battuta. Lei continuava a parlare di mia moglie allora Simona le ha detto che lei non è una signora neanche all’anagrafe – ricorda divertito – vorrei ricordare a tutti che ‘Ballando’ non è una gara di ballo, Carolyn Smith, è l’unica regina della giuria ma probabilmente se in giuria ci fossero cinque Carolyn il programma diventerebbe noioso. Selvaggia ha il ruolo di essere quella pungente, piccante, ma a volte sfiora l’offesa”. Tornando alle schermaglie con la Lucarelli che, durante la seconda puntata di ‘Ballando’ aveva affermato che ”il problema è che se ha troppa luce la coppia fuori da questa pista non ha sufficiente luce la coppia su questa pista” e che ”poi, succede, che tu balli bene, mi piaci come balli ma sparisci perché sei completamente oscurato da questi siparietti che sono degli orpelli totalmente inutili”, l’attore commenta: ”Io oscurato da mia moglie? Semmai il contrario. Sono sposato con lei da 38 anni, è stata sempre Simona ad essere oscurata da me perché lei fa un lavoro che è quello dello sceneggiatore che a differenza del regista e dell’attore non si deve vedere mai”. 

”Ricordo – prosegue Ricky – che quando mi chiamarono a Berlino perché avevo vinto l’Orso d’Argento per ‘Ultrà’ come miglior regista mi arrivò una telefonata, rispose Simone e chiese: ‘Ma viene invitato anche lo sceneggiatore?’ e loro le dissero: ‘No solo il regista e naturalmente la moglie’. A quel punto – conclude scherzando Tognazzi – Simana disse: ‘va bene, allora verrò da moglie”. Anche la Izzo vuole intervenire in merito al post pubblicato da Selvaggia su Instagram che, dopo la puntata di ‘Ballando con le Stelle’ sulle sue storie ha commentato: ”Adesso Simona Izzo mi aspetta al parcheggio…”. ”Io aspetterei Selvaggia al parcheggio? – dice all’Adnkronos – Io non aspetto nessuno al parcheggio, non ho tempo da perdere. Le ho già risposto dicendole che non è una signora neanche all’anagrafe, forse
sperava di
incontrarmi per avere
un po’ di notorietà

. Mi spiace per lei, ma dopo la trasmissione sono andata al ristorante, temo che mi aspetterà per la tutta la vita. Selvaggia cerca visibilità in tutti i modi – continua – io invece ho un lavoro e non ho tempo di rispondere alle sue provocazioni continue. Quella che ha scritto su Instagram non è neanche una battuta – dice seccata la Izzo – ma questo è il suo lavoro: provocare e cercare la rissa”, conclude la moglie di Tognazzi. 

(di Alisa Toaff) 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte ADN Kronos

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome