Home ATTUALITÀ Torna la notte dei ricercatori e torna da maggiorenne

    Torna la notte dei ricercatori e torna da maggiorenne

    notte-dei-ricercatori
    ArsBiomedica

    Torna la notte dei ricercatori e torna da maggiorenne. Ha compiuto 19 anni e come accade da qualche anno si “allunga”. Non una notte ma più di una notte. L’ultimo venerdì del mese di settembre è il 29 ma le iniziative “sforano” sia prima che dopo il venerdì dedicato alla scienza.

    La manifestazione è occasione per illuminare il sapere scientifico, aprire le porte dei laboratori ai cittadini, mostrare l’impatto del lavoro dei ricercatori sulla vita di noi tutti, tutti i giorni.

    Continua a leggere sotto l‘annuncio

    L’iniziativa è promossa dalla commissione Europea e coinvolge enti, centri e strutture scientifiche di ogni ordine e grado. 26 i paesi coinvolti. Roma si presenta come ormai d’abitudine da qualche anno, come capitale della Notte; per l’occasione ha promosso un partenariato d’eccellenza, con università ed enti di ricerca a giocare un ruolo di primo piano.

    Teatro privilegiato della Notte, la Città dell’altra Economia, al Net Village con una infinità di eventi gratuiti per diffondere la cultura scientifica.  Il progetto Net – scieNcE Together – impegnerà per due giorni l’area dell’ex mattatoio per ospitare spettacoli, laboratori interattivi, attività per i più piccoli, incontri faccia a faccia con scienziati e ricercatori allo scopo di avvicinare il grande pubblico ai temi della scienza.

    Decine le istituzioni coinvolte, dal CNR all’Ispra, dall’ENEA all’INGV, tutte le università  anche  quelle telematiche, al Centro di Ricerche ” Enrico Fermi”. Ognuno di loro avrà degli spazi a disposizione per colloquiare con il pubblico.

    Si avrà modo di affrontare il grande tema  delle specie in vie d’estinzione e della loro utilità per la conservazione della biodiversità; in primo piano il cambiamento climatico: conseguenze e rimedi; spiagge e suolo saranno all’attenzione dei bambini perché si abituino a rispettare e tutelare.

    Dialogo aperto anche con i robot compagni di viaggio nella difesa del pianeta. Con loro sarà possibile esplorare le profondità marine. Occasione anche per conoscere da vicino l’economia circolare, i suoi marchi verdi e le sue opportunità di sviluppo.
    Tra gli appuntamenti, il collegamento con la base italo-francese  “Concordia” in Antartide e quello con il CERN per indagare l’universo. Tutti gli appuntamenti saranno rigorosamente gratuiti, compresi gli spazi dedicati ai giochi e ai fumetti.

    L’obiettivo di questa edizione è quello di presentare i temi della ricerca scientifica contemporanea, evidenziarne l’impatto sulla vita quotidiana ed evidenziare la visione multidisciplinare delle sfide globali che stiamo affrontando. I temi quelli al centro del programma ” Horizon Europe” e madrina d’onore la doppia nobel Marie Curie.

    Rossana Livolsi

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome