Home ATTUALITÀ Demolizione auto Roma: i passaggi fondamentali

    Demolizione auto Roma: i passaggi fondamentali

    Demolizione auto Roma

    Si sta per acquistare un’automobile nuova e non si sa come sbarazzarsi di quella vecchia? Le possibilità sono due: rivenderla, se è ancora funzionante e in buono stato, oppure rottamarla.

    La demolizione è un passaggio obbligato per chiunque si trovi nell’impossibilità di rivendere la propria vecchia autovettura. Questa situazione può verificarsi sia in seguito a un incidente, che può danneggiare un veicolo in modo irreparabile e renderlo inutilizzabile, sia a causa del trascorrere del tempo e dell’usura dovuta a un normale utilizzo.

    Qualunque sia il motivo, la legge parla chiaro e impone che lo smaltimento del veicolo venga effettuato seguendo un procedimento ben preciso e rivolgendosi direttamente a un centro di raccolta autorizzato, come quelli specializzati ad effettuare la demolizione dell’auto a Roma; in alternativa, è possibile effettuare la rottamazione tramite il concessionario presso il quale si intende acquistare la nuova macchina.

    In cosa consiste la rottamazione di un’automobile

    Quando si parla di rottamazione, si pensa subito a un processo che prevede la totale distruzione del veicolo non più utilizzabile. Ma nella realtà dei fatti, i centri di demolizione auto a Roma non si limitano a smontare il veicolo in ogni sua parte, eliminando i componenti pericolosi e recuperando quelli che possono essere riutilizzati come parti di ricambio usate. Tra i loro compiti rientra infatti anche la cancellazione dell’auto dal PRA, ossia dal Pubblico Registro Automobilistico.

    Come rottamare un’automobile a Roma

    Effettuare una demolizione dell’auto Roma non è certo difficile; chi decide di procedere in modo autonomo non deve fare altro che contattare uno dei numerosi centri autorizzati e prendere accordi per la consegna o il ritiro del veicolo.

    Insieme all’automobile dovranno essere consegnati:

    • la carta di circolazione;
    • le targhe, sia quella anteriore sia quella posteriore;
    • il certificato di proprietà.

    Ricevuto tutto il necessario per procedere, il responsabile dell’autodemolizione provvederà a consegnare al proprietario della vettura il certificato di rottamazione e, come anticipato, a cancellare il veicolo dal registro pubblico. La cancellazione deve avvenire entro 30 giorni.

    Rottamare la vecchia automobile tramite il concessionario

    La rottamazione della vecchia auto può essere effettuata tramite un concessionario solo a condizione che, al suo posto, ne venga acquistata una nuova.

    In questo caso, il proprietario non dovrà fare altro che lasciare il veicolo e i documenti presso il concessionario. Sarà compito di quest’ultimo contattare il centro demolizione auto a Roma e rilasciare il certificato di rottamazione.

    Demolizione auto: quali problemi potrebbero verificarsi

    Sebbene rottamare un veicolo sia davvero semplice, non sempre fila tutto liscio come si vorrebbe.

    Il primo problema è dato dalla presenza di un fermo amministrativo, il quale, come riportato nella circolare ACI del settembre 2009, rende impossibile procedere con la radiazione dal registro e, di conseguenza, con la demolizione della vettura. In questo caso, l’unica soluzione consiste nell’estinguere il debito per rimuovere il fermo.

    Un altro problema deriva dalla mancanza, in seguito a furto o smarrimento, dei documenti necessari per procedere con la demolizione del veicolo. In questo caso, si dovrà procedere con la denuncia presso un organo di pubblica sicurezza. Fatto questo, sarà sufficiente presentare al centro di demolizione la denuncia stessa al posto dei documenti mancanti.