Home ATTUALITÀ 51 nuovi varchi alla Fascia Verde, 7 a Roma Nord

51 nuovi varchi alla Fascia Verde, 7 a Roma Nord

NUOVA-FASCIA-VERDE
Galvanica Bruni

Il Campidoglio ha dato il via all’installazione di 51 nuovi varchi posti lungo il perimetro della nuova “Fascia Verde“, quella andata in onda lo scorso 15 novembre e che, rispetto alla precedente, a Roma Nord ora arriva fino ai confini di Labaro, il che ha suscitato non poche polemiche in quanto sono stati compresi nell’area off limits parcheggi di scambio e stazioni ferroviarie lungo la via Flaminia.

Secondo il Campidoglio con questi nuovi varchi viene data concretezza “al provvedimento approvato lo scorso novembre, che ha l’obiettivo di tutelare la salute e migliorare la qualità della vita dei cittadini, perché riduce l’inquinamento e le emissioni nel rispetto delle normative europee”.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Più in dettaglio, le auto Euro 0, 1 e 2 benzina ed Euro 1, 2 e 3 diesel non potranno più entrare né essere parcheggiate all’interno del perimetro della nuova Ztl Fascia Verde.
Poi da novembre 2023 nella fascia oraria 7.30-20.40 non potranno circolare neppure i mezzi a gasolio Euro 4 e i veicoli commerciali N1, N2, N3 (sempre alimentati a gasolio Euro 4) nella fascia oraria 7.30-10.30 e poi 16.30-20.30.
È previsto anche uno stop per i ciclomotori e i motoveicoli alimentati Diesel Euro 3. Dall’anno successivo la stessa limitazione sarà applicata anche ai mezzi  Euro 5.
La stima è che da novembre 2023 a non poter più entrare nella Fascia Verde (o esservi semplicemente parcheggiate su suolo pubblico) saranno oltre 30mila auto.

L’installazione dei 51 nuovi varchi (con telecamere che rilevano il passaggio dei veicoli memorizzando la targa e facendo scattare le multe in caso di violazione dei divieti di circolazione) è stata avviata in questi giorni e si concluderà entro ottobre 2023

I varchi a Roma Nord

Ecco quelli che interessano l’area di Roma Nord:

Via Salaria, altezza inizio via del Foro Italico

Via Flaminia altezza svincolo Via Flaminia

Via Flaminia Nuova, altezza via Tuscania

Via Cassia Nuova, altezza via Pareto

Via Pareto, altezza civico 19

Via di Vigna Stelluti, altezza civico 8

Via Zandonai, altezza piazza Giuochi Delfici

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 COMMENTI

  1. Mi domando: ma il Sindaco di Roma, il Governo e l'”Europa” come pensano di risolvere i problemi di chi NON HA I SOLDI per comprarsi una macchina nuova (ma ne ha assoluto bisogno per lavorare e guadagnare per campare)?!!!! E poi sono sempre più convinto che i poteri dei municipi (almeno quelli del XV) siano nulli di fronte al Comune: non se ne è accorto nessuno che parcheggi di scambio e stazioni ferroviarie sono inclusi nella “fascia verde”? Come pensano che ci si possa arrivare: parcheggiando a random e facendosela a piedi sino alle stazioni??? Mi sa che ha ragione Stefano g.!

  2. Provvedimento assurdo e vessatorio ! Tutto per obbligarci ad acquistare auto nuove anche se la nostra va benissimo e non abbiamo né i soldi né il desiderio di farlo! Non si rendono conto che per molte persone,specialmente anziane , la macchina è indispensabile e non può certo essere sostituita da mezzi pubblici o monopattini!

  3. Tutte le persone che criticano i provvedimenti del nuovo sindaco hanno ragione ,la gente come fa a recarsi al posto di lavoro?

    • In monopattino! Ma non è solo il Sindaco ad avere torto: anche il governo e l’Europa: chi ce li da i soldi per il nuovo veicolo, i ridicoli bonus?

  4. Assurdo. Una povera famiglia che vive di stipendio e non può permettersi una nuova macchina cosa dovrebbe fare? Loro non hanno questi problemi!

  5. e vi stupirà sapere che anche io che da anni “rompo le scatole” per sostenere il Treno coem mezzo di trasporto sono scandalizzato (e a tratti spaventato) da questa sospetat dimostrazione di iper-ecologismo da parte della giunta: ma veramente vogliono farci credere che limitando la libertò di psostamento tramite auotomobile ai cittadini il clima ne possa giovare cosi tanto quando poi “loro” sono i primi ad andare in giro con file di macchinoni faraonici PER NULLA ecologici? ricordate: oggi ci tolgono l amacchina,domani tccherà al treno! o reagiamo ora o siamo finiti

  6. Continuo a credere che non si debba prendersela solo con il comune, ma alzare l’asticella al governo e, soprattutto, all’Europa che con la messa al bando dei motori a combustione interna causerà la perdita di migliaia di posti di lavoro.

  7. il varco “Via Flaminia altezza svincolo via Flaminia” risulta incomprensibile, non si capisce dove dovrebbe essere istallato, se in entrata o in uscita dal centro. Nel secondo caso, mi auguro non includa lo svincolo per raggiungere Labaro.

  8. La cosa più vergognosa è che la norma che mette al bando le auto euro 3 e 4 prevede che, anche se ferma ed inutilizzata nelle fasce orarie 7.30am 20.40, l’auto non può rimanere in sosta all’interno della fascia verde!!! Cioè verrebbe limitata la mia libertà personale senza alcuna motivazione… anzi si… La motivazione sarebbe quella di dover “cambiare il concetto di mobilità all’Interno della città”…. Cosi
    caro ” fenomeno” glielo spieghi tu ad un anziano come funziona noleggiare un’auto utilizzando una carta di credito che probabilmente non ha neanche?? O quando dovro correre di notte a casa di mia madre anziana vengo a chiamare te?? La verità è che ci stanno spingendo a rinunciare alla proprietà privata per favorire il concetto di servizio a pagamento…. Se hai bisogno di un’auto potrai solo noleggiare…e così il concetto di indipendenza piano piano va aafriggersi… Con buona pace dei pseudoecologisti…

    • Il Suo concetto “che ci stanno spingendo a rinunciare alla proprietà privata” mi sembra decisamente plausibile! Anche tutte le case automobilistiche si stanno orientando verso forme che non prevedono più “l’acquisto” ma invece una sorta di noleggio a lungo termine. Alcuni, molti, sostengono che una rata mensile di 150 – 200 euro (cifre assolutamente e casaccio) sia meno gravosa di un unico esborso di 15.000 – 20.000 euro (idem); ma per molte famiglie 150 – 200 incidono assai negativamente sul bilancio mensile per cui è decisamente più conveniente tenersi la vecchia auto che magari va benissimo.

  9. Entro la fine del 2024 molti automobilisti si troveranno davanti a due scelte;
    a) acquistare una auto nuova;
    b) servirsi dei mezzi pubblici per i propri spostamenti, spesso per motivi di lavoro.
    La scelta (a) dipenderà dalle possibilità economiche di ognuno, e non credo che tutti vogliano o possano permettersi quella spesa.
    Incuriosisce la scelta (b). A Roma notoriamente il servizio di trasporto pubblico presenta quelle che, con linguaggio salottiero, possono essere definite come delle marcate carenze, basti pensare alla vicenda della frequenza dei treni che fanno capo alla stazione di Vigna Clara o alle decine di minuti di attesa alle fermate degli autobus. Entro poco più di un anno e mezzo il numero di persone che utilizzerà, o che sarà costretto a utilizzare i mezzi pubblici rischia di aumentare considerevolmente, e poi inizierà, come ciliegina sulla torta, il Giubileo, con grande afflusso di fedeli e turisti.
    Credo che solo un umorista può essere in grado di descrivere cosa potrà essere il girare per Roma fra due anni: traffico automobilistico certamente più scorrevole e mezzi pubblici molto più che strapieni, magari con gente arrampicata sulle tettoie Si spera che nel frattempo il Comune possa avere dei ripensamenti su certe iniziative adottate e da adottare.

    • Condivido in toto le Sue opinioni, ma mi permetta solo di aggiungere due osservazioni.
      1) Più che “non volere” credo che la stragrande maggioranza delle famiglie “non possa” permettersi una nuova autovettura (per nuova intendo anche l’acquisto di un’auto usata).
      2) Poiché ritengo che la situazione economica della popolazione romana non sia molto diversa da quella di tutti gli altri cittadini Italiani ne da quella del resto d’Europa non darei tutto il demerito alla giunta Gualtieri.
      Buona giornata

  10. Con questo provvedimento il sindaco Gualtieri ha deciso di suicidarsi politicamente alle prossime elezioni. Ho 38 anni e sono temporaneamente invalido al 100% con accompagno (e grazie a Dio senza gravità della deambulazione) perchè ancora in chemioterapia per un tumore maligno e al contempo sono anche lavoratore notturno e abito nella fascia verde. Sono proprietario di un auto diesel euro 4 del 2008 con 194000 km. ma tenuta in ottimo stato di manutenzione. Ammesso che i giorni che mi sento bene posso anche sacrificarmi e andare a lavoro con autobus + treno + dieci minuti a piedi per la felicità del sindaco radical chic, ma quando stacco alle 3 di notte cosa dovrei fare secondo il “Signor Sindaco”??? Mi dovrei mettere a prendere due autobus notturni con cambio alla Stazione Termini??? Purtroppo non sono nella condizione fisica di poter scappare in caso venga aggredito, quindi tale ipotesi passando per la ben pericolosa Termini è impraticabile. Mi vedrò costretto a ricorrere al car sharing con aggravio di spese e quasi totale impossibilità a trovare parcheggio alle 3 di notte nel mio quartiere (ho il posto auto privato, ma chiaramente non è utilizzabile per il car sharing). Ovviamente non ho votato Gualtieri a queste elezioni e non lo voterò nemmeno alle prossime!!!

  11. A parte la pesante situazione del Sig. Andrea, al quale va tutta la mia comprensione, sono moltissime le situazioni simili alla sua. In casa mia, per esempio, c’è una persona che usa moltissimo l’auto per lavoro, senza orario, di giorno e di notte. Abitiamo fuori dalla fascia verde ma spesso deve recarsi in centro od attraversarlo per raggiungere la destinazione. L’auto in questione è del 2008 ma di chilometri ne ha percorsi 264.000 e proprio per questo è sempre tenuta in perfetta efficienza. Ovviamente non possiamo permetterci l’acquisto di un nuovo mezzo o di un buon usato. Ne la pesante rata delle nuove commercializzazioni. Ne è agibile il car sharing a motivo dei contenuti “fissi” in auto e della scarsissima reperibilità di tali mezzi ove abitiamo. Nella stesa situazione conosciamo almeno una ventina di colleghi nella stessa condizione. Ci sarebbero tante altre possibilità di interventi per diminuire l’inquinamento a Roma. E poi, perché non veniamo mai aggiornati sui risultati di questi provvedimenti?

  12. Dai , magari è solo una simpatica “stecca” elargita alla fazione della petulante ed improduttiva Elly che essendo contraria ( ma non può dirlo , perlomeno fino a questo momento ) al termovalorizzatore ha chiesto qualcosa in cambio di simil-ecologista per quietare le sue truppe

  13. x andrea
    Sono un invalido anche io e ti voglio dire che per fortuna non hanno ancora modificato la regola che esenta questa categoria dalle restrizioni . Dovresti chiedere un tagliando da esporre sull’auto (quelli azzurri per intenderci) e registrare al Comune la targa dell’auto, così se il vigile non ti fermasse, ma prendesse solo al volo la targa, il procedimento della multa non andrebbe avanti. Sbrigati però perchè , come potrai immaginare, il processo burocratico non è certo veloce, anzi…
    Spero di esserti stato utile
    Sono comunque daccordo che queste restrizioni sono solo mirate a creare business ad un settore che sta da tempo in crisi e che si sta salvando solo con gli “obblighi di legge” e con le giornate pseudo ecologiche . Come può giovare all’ambiente una sola giornata ogni tanto senza auto con euro bassi, o il divieto di entrare nelle città per le stesse ?

    • Ecco esatto: almeno dopo le “giornate ecologiche” e, di più, all’entrata in vigore delle nuove norme, ce ne comunicassero gli effetti, i risultati ottenuti!

    • Grazie mille del suggerimento Dido. Nel mio caso non è attuabile perchè non ho la “gravità della deambulazione”, che da appunto diritto al tagliando disabili.

  14. Situazione surreale io ho la macchina a gpl che inquina meno di una euro 6 uscita oggi dal concessionario, ho un lavoro per cui devo portare bustoni di spesa tutti i giorni non posso comprare la macchina sto ancora pagando i finanziamenti covid per rimanere vivo commercialmente bollette triplicate e sti 2 fenomeni me vogliono mettere in ginocchio con acquisto auto, ma so del mestiere questi? Poi sarò curioso se eliminate tutte queste auto che sono il male di Roma faranno ancora i blocchi del traffico….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome