Home AMBIENTE Con Daje De Alberi via dei Giochi Istmici più green

Con Daje De Alberi via dei Giochi Istmici più green

daje-de-alberi
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Dopo il riconoscimento ricevuto a Milano con il “Premio La Città per il Verde” Daje De Alberil’Associazione No Profit di tutela ambientale per la città metropolitana di Roma – estende la sua azione nella capitale e organizza un altro evento di riforestazione partecipata, questa volta nel XV Municipio, a Vigna Clara.

Sabato 18 marzo alle 9.30 in via dei Giuochi Istmici (appuntamento davanti al numero 15), l’Associazione metterà a dimora undici nuovi alberi (sette ligustrum variegata e quattro lagerstroemia).

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Daje de Alberi, attiva in diversi Municipi, ha piantato finora 150 nuovi alberi di cui 94 su 150 complessivi del progetto Condivide et Albera. Sono ormai centinaia invece gli alberi curati del patrimonio pubblico esistente e oltre mille quelli salvati dalle griglie in ghisa, numeri destinati ad aumentare grazie alla rete social e sociale delle volontarie e dei volontari che offrono il loro contributo per rendere Roma sempre più verde.

Grazie a queste attività, l’Associazione è risultata vincitrice della ventitreesima edizione del Premio “La Città per il Verde” nella sezione “Migliore iniziativa di volontariato per la gestione degli spazi verdi urbani”. La Giuria ha definito encomiabile l’azione di volontariato ed esemplare la collaborazione con le altre associazioni in un dialogo efficace con le Istituzioni.

Il Premio è organizzato da “Il Verde Editoriale” che da 38 anni pubblica ACER, la rivista tecnico-scientifica dedicata ai professionisti del verde e del paesaggio. La cerimonia si è svolta presso l’importante fiera professionale dell’orto-florovivaismo, del garden e del paesaggio Myplant & Garden di Milano.

Un riconoscimento straordinario per tutti i volontari impegnati nel progetto di riforestazione e rigenerazione Condivide Et Albera, in linea con gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030 e sostenuto dalla Fondazione Capellino con la consulenza scientifica del professor Francesco Ferrini, docente di Arboricoltura all’Università di Firenze.

Hanno concesso il patrocinio gratuito sia la Regione Lazio sia l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma, mentre fondamentale risulta la cooperazione del Dipartimento capitolino Tutela Ambientale.

Daje de Alberi vuole vincere la sua scommessa, come già fatto al Nomentano, a Pietralata e al Nuovo Salario: curare il verde urbano contando sulla collaborazione dei residenti che adotteranno i nuovi alberi per difendere e diffondere bellezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome