Home ARTE E CULTURA Sebastiano Somma interpreta Neruda, mix di emozioni al Ghione

Sebastiano Somma interpreta Neruda, mix di emozioni al Ghione

sebastiano-somma-morgana-forcella
Claudio Galli

Uno spettacolo da vibrazioni quello che Sebastiano Somma, protagonista e regista, ha regalato alla sala del Teatro Ghione al completo nella sera di sabato 14 gennaio. Brividi di poesia, di musica, di voci, di danza, di luci. Un mix inusuale per un palco teatrale. Un mix che ha suscitato più volte applausi a scena aperta.

Lo spettacolo “Vi presento Matilde Neruda”, scritto da Liberato Santarpino, racconta attraverso la voce di Pablo Neruda, interpretato da Sebastiano Somma, e Matilde Urrutia, interpretata da Morgana Forcella, la grande storia d’amore carica di emozioni e passioni che la coppia visse per molti anni in giro per il mondo con una sosta anche a Roma, evento sottolineato nello spettacolo con una magnifica rielaborazione di “Vacanze Romane” dei Matia Bazar.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Lo spettacolo è in realtà un reading teatrale a due voci, quelle di Somma e di Morgana Forcella, nella vita sua moglie, accompagnato dai tanghi suonati dagli strumenti di Giuseppe Scigliano, Marco De Gennaro, Gianmarco Santarpino e Liberato Santarpino sulle cui note vibra la straordinaria voce di Emilia Zamuner e ballano magistralmente Enzo Padulano e Francesca Accietto.

In questa miscellanea di vibrazioni si delinea un ritratto completo di Pablo Neruda, appassionato cantore dell’epica dei poveri fra i più pronti ad assumere nella propria voce le istanze degli oppressi mentre la figura di Matilde emerge nella sua grande capacità di essere per Neruda la massima fonte di ispirazione.

A lei il poeta dedicherà “Nuda”, una delle poesie d’amore più famose di tutti i tempi con la quale Somma apre e chiude lo spettacolo che si snoda per circa novanta minuti che volano via in un amen. Ti alzi e vorresti che ricominciasse.

Al Ghione si replica questa sera. Troppo poche due serate per uno spettacolo così, l’auspicio è che, al termine della tournée, torni presto sui palchi romani.

Claudio Cafasso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome