Home ATTUALITÀ Il capitano Labruna e quel colpo di Stato fallito

    Il capitano Labruna e quel colpo di Stato fallito

    Labruna-la-nuvola
    Galvanica Bruni

    A “Più libri più liberi”, in corso di svolgimento a “La Nuvola”, è stato presentato ieri “Mio padre, il capitano Labruna”, scritto dalla figlia Taty con dovizia di particolari e documentato quasi come fosse un testo giuridico.

    Non per niente l’autrice è un ottimo avvocato, perfezionista al punto di aver voluto riportare nero su bianco solamente fatti comprovati da documenti, fotografie, nastri e stralci firmati.

    Continua a leggere sotto l‘annuncio

    Alla presentazione, nella sala “Marte” (con buona risposta di pubblico e sala piena), erano presenti l’editrice Milena Palumbo (Nep edizioni), Pierpaolo Polcaro (ufficio stampa della stessa casa editrice) e, oltre a Taty Labruna, autrice del volume, c’era anche Massimiliano Morelli, che ha moderato gli interventi così da vivere un vero e proprio talk fra domande ficcanti e risposte ad hoc, utili per “entrare” nella materia.

    Dal Golpe Borghese alla strage di piazza Fontana, passando per la morte di Antonio Labruna (avvenuta nel 2000), fra tecniche di investigazione, riabilitazione giuridica e storica. Un’ora trascorsa in maniera veloce, quasi fosse una lezione di storia, e il racconto di momenti storici per certi versi inverosimili di un Paese che cinquantadue anni fa, proprio in questi giorni, avrebbe potuto “svegliarsi” con un colpo di Stato.

    Rapporti con i servizi segreti, la Spagna come “sponda” di momenti delicati analizzati e riportati in “prima pagina” come se fossero appena accaduti, nomi di personaggi che comunque hanno fatto parte della storia d’Italia, a volte più nel male che nel bene, basti pensare a Pozzan, Giannettini, Valpreda.

    Il libro ha il compito di ristabilire quella verità a volte raccontata in maniera distorta, perché l’ideologia personale vorrebbe farla da padrona sulla storia. L’incontro vissuto a “La Nuvola” è l’ennesimo esempio di quanto interesse ci sia per la storia del nostro Paese.

    Caterina Somma

    8 dicembre 1970: il ‘golpe Borghese’, colpo di stato mancato

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome