Home ATTUALITÀ Via Tomba di Nerone, una proposta per migliorare la viabilità

Via Tomba di Nerone, una proposta per migliorare la viabilità

via-tomba-di-nerone
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Da un nostro lettore riceviamo e pubblichiamo la seguente proposta.

“Spettabile Redazione, con questa mia intendo descrivere la situazione della viabilità nel comprensorio di via Tomba di Nerone e presentare delle proposte per migliorare le criticità esistenti in merito.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

La rete stradale del rione, dotata purtroppo di un unico accesso alla Cassia che fa sia da ingresso che da uscita, risale ormai a molti decenni orsono, quando di fatto tutta la zona era ancora rurale, e si rivela ormai inadeguata a sostenere l’attuale transito veicolare conseguente all’incremento dell’urbanizzazione che negli anni ha interessato l’area.

Ora come ora è sufficiente infatti che due vetture si incontrino all’incrocio sito in corrispondenza dell’angolo del campetto dell’oratorio della Parrocchia di Sant’Andrea Apostolo per bloccare quello che è il punto nevralgico della piccola rete viaria locale.

La situazione peggiora quando la via è quotidianamente interessata dal traffico dei genitori all’uscita della scuola SS. Vergine o in occasione di funzioni religiose particolarmente partecipate presso la parrocchia, per non parlare poi del continuo passaggio di mezzi di soccorso della Croce Rossa in entrata e in uscita.

Per porre rimedio alla creazione di tali ingorghi, spesso aggravati dal sopraggiungere di ulteriori veicoli, sarebbe necessario un altro sbocco sulla Cassia, da realizzarsi possibilmente presso l’unico spazio ancora non edificato, ovvero attraverso il Giardino Caduti del Fronte Russo.

Perché allora non proporre questa idea a chi di competenza, tenuto conto delle debite valutazioni tecniche, amministrative e urbanistiche, ipotizzando di ricavare lo spazio per la nuova strada dalla striscia di parco, attualmente inutilizzata e invasa da sterpaglie, compresa tra lo spiazzo circolare del monumento ai caduti e il muro di confine dell’Istituto SS. Vergine?

Per fluidificare il traffico, vista la ristrettezza delle carreggiate del comprensorio, sarebbe opportuno regolare la circolazione secondo un unico senso di marcia, da percorrere a “ferro di cavallo” magari entrando, in discesa, dalla nuova strada adiacente al parco, e riuscendo dall’attuale via Tomba di Nerone, ugualmente in discesa.

Se si osserva un’immagine presa da Google Street View risalente a Maggio 2019, quando il parco era stato ripulito dalla vegetazione e mostrava per bene lo stato dei luoghi, l’ipotesi di realizzare una strada nello spazio sopra descritto non sembrerebbe, a prima vista, proibitiva.

Per rendere meglio l’idea invio alcune immagini che, senza alcuna pretesa di esattezza, possono perlomeno dare un’idea del possibile aspetto che assumerebbe la nuova strada”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 COMMENTI

  1. Sarebbe sufficiente, senza fare nessun lavoro , mpedire la sosta e la fermata lungo la via, larga a sufficienza per il transito di due auto (ne più ne meno come l’imbocco di Via Vibio Mariano perennemente ostruita dalle auto in sosta vietata). Costruire un raccordo con una pendenza incredibile al costo magari di qualche centinaio di migliaia di euro solo perché non si riesce a far rispettare le norme? Mi sembra un po’ troppo….

  2. La soluzione è semplice e a costo 0, basta che passino i vigili ad ingresso ed uscita scuola e farsi un giretto in qualsiasi altro orario con un bel blocchetto per fare le multe. La questione viabilità interna si risolverebbe subito (evitando problemi anche alle ambulanze), tanto chi usa questa strada in maniera non autorizzata sono sempre le stesse persone. Poi se la scuola facesse uscire gli alunni dal suo cancello invece che dalla chiesa sarebbe ancora meglio.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome