Home CRONACA Cassia, L’IC Vibio Mariano è fra le “Scuole aperte il pomeriggio”

Cassia, L’IC Vibio Mariano è fra le “Scuole aperte il pomeriggio”

scuola
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

L’istituto Comprensivo “Publio Vibio Mariano” è risultato tra i dieci istituti scolastici del Municipio XV che hanno ricevuto il finanziamento per la realizzazione del Progetto “Scuole Aperte il pomeriggio a.s. 2022-2023”.

Gli altri nove sono il Liceo Farnesina e l’Istituto Comprensivo Petrassi a Vigna Clara, l’IC via Nitti al Fleming, l’Istituto Superiore Pascal e l’IC Lucio Fontana a Labaro, l’IC La Giustiniana nell’omonimo quartiere, l’IC Enzo Biagi a Cesano e, a La Storta, l’IC via Cassia 1694 e L’IC via Cassia km 18.700.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Si tratta di un progetto promosso dal Campidoglio mirato a supportare le scuole nella realizzazione di interventi diretti per arricchire e diffondere le opportunità educative e  contrastare le diseguaglianze facendo delle scuole poli civico-culturali, punti di riferimento per le comunità del territori che le ospita.

In questa avventura, l’IC Vibio Mariano lavora in sinergia con l’Associazione Culturale Teatrale “Domus Artis” con la quale ha partecipato al bando.

“La scuola e l’associazione sono molto contenti di questa opportunità, che permette di offrire un servizio anche a chi, spesso, ne resta privo. Ringraziamo il Comune di Roma per questa grande occasione di inclusione, che consente di far crescere il senso di comunità e il senso di appartenenza al territorio dei nostri ragazzi”, dichiara a VignaClaraBlog.it il prof. Fabio Barbetta, insegnante dell’istituto e membro dell’associazione Domus Artis, spiegando che il bando consente alla scuola di ampliare l’offerta formativa e consolidare il rapporto con il territorio e le sue varie realtà. Consente, inoltre, di svolgere un’azione educativa-formativa rivolta alle situazioni di svantaggio, attraverso l’apertura delle scuole oltre l’orario delle lezioni nei vari plessi.

“A partire da questa settimana abbiamo avviato le attività presentate con il nostro progetto, rivolte in particolare a collegare sempre di più la scuola con il nostro territorio, aprendola in orario anche extra scolastico”, aggiunge Barbetta. “Offriamo in particolare, alcune attività legate al teatro, rivolte anche a quelle situazioni di rischio di dispersione scolastica e abbandono della scuola”.

I corsi sono gratuiti, si svolgono dal 27 novembre 2022 fino all’11 giugno 2023, in orario extracurricolare. Vengono attivati quattro laboratori teatrali rivolti agli alunni della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I Grado e sarà proposta la visione di uno spettacolo professionale in un teatro del territorio, nonché un incontro volto alla costruzione di legami di comunità con il Centro Anziani del territorio.

Verranno, inoltre, organizzati degli incontri aperti alle famiglie e ai docenti dei ragazzi partecipanti, nei quali saranno offerte esperienze di laboratori e di realizzazione di spettacoli teatrali, e sarà, infine, attivato un corso di formazione.

I ragazzi iscritti ai laboratori parteciperanno anche alla rassegna nazionale di teatro-educazione “La Bottega Teatrale”, che si terrà nel mese di maggio a Roma, e alla “Piccola Bottega”, esperienza di teatro di comunità aperta al territorio, che sarà realizzata a giugno negli spazi dell’Istituto.

Caterina Somma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

  1. Posso partecipare? È un ‘ottima iniziativa! Sono un docente di Umanistica. Latino,Italiano,Storia Storia Arte, lingua Tedesca.
    Se mi inviate numero di telefono vi posso venire a trovare prendendo accordi
    Grazie

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome